Quanto è pericolosa l'epatite C per gli altri?

Share Tweet Pin it

Ciò che è pericoloso per l'epatite C, non tutti gli abitanti moderni possono rispondere. Nel frattempo, la malattia della natura infettiva è estremamente pericolosa sia per il paziente che per il suo ambiente. Nella maggior parte dei casi, la patologia procede in modo quasi impercettibile, motivo per cui, nel circolo dei medici, la malattia è chiamata "tenera assassina".

Malattia nascosta pericolosa

Le conseguenze dell'epatite C sotto forma di cancro o cirrosi epatica indicano chiaramente che è importante per ogni persona sapere quanto è terribile per gli altri. Il pericolo della malattia sta principalmente nel decorso asintomatico. Di norma, la malattia più grave viene rilevata per caso durante l'esame.

Come si può ottenere l'epatite C?

Le vie di trasmissione per l'epatite C sono le seguenti:

  1. Il virus viene trasmesso per via parenterale (attraverso il sangue nel caso di utilizzo di strumenti medici non sterili, siringhe, ecc.). Tra i tossicodipendenti, il numero di pazienti con epatite C è estremamente alto. Inoltre, il virus può passare attraverso il piercing domestico - tagliando articoli per la casa (accessori per manicure, rasoi, ecc.)
  2. L'epatite C si sposta da un partner sessuale a un altro (anche la trasmissione sessuale è comune, analogamente alle malattie veneree, l'infezione da HIV è spesso infettata da persone che conducono uno stile di vita immorale).
  3. Trasmissione intrauterina del virus dell'epatite C (la malattia passa da una donna incinta al feto solo se la malattia al momento del trasporto del bambino aveva una forma acuta).

L'ultima variante dell'infezione è considerata la più rara - solo nel 5-10% dei casi il bambino acquisisce una malattia nel grembo materno. Inoltre, vale la pena notare che il rischio di trasmettere un'infezione virale in un istituto medico è basso. Di norma, i medici usano siringhe usa e getta, e il resto degli strumenti subiscono sempre un trattamento sterile di alta qualità composto da diverse fasi (soluzione di sapone e soda, disinfettanti e disinfettanti, sterilizzatori, ecc.).

Le conseguenze della malattia e le possibilità di una vita sana

Al fine di valutare adeguatamente il potenziale pericolo di infezione da epatite C, è necessario capire che cosa sta affrontando se entra nel corpo umano. Come già accennato, la maggior parte dei portatori del disturbo del virus è un'infezione cronica.

È possibile fare una prognosi affidabile e rispondere alla domanda su quanto una persona con epatite C può vivere valutando il tasso di progressione della patologia.

Il ritmo di sviluppo della malattia è in gran parte determinato dallo stile di vita del paziente.

  • Oltre ad osservare una corretta alimentazione, la portatrice del virus del paziente dovrebbe eliminare completamente le cattive abitudini. Le fonti di danno epatico tossico, che includono sostanze stupefacenti, alcol in qualsiasi forma, sigarette, ecc., Servono come impulsi per il progresso accelerato della patologia.
  • Anche la componente psico-emotiva dello stile di vita del paziente è considerata importante. Stress, ansia e sentimenti non dovrebbero essere nella sua vita quotidiana. Qualsiasi shock nervoso sono leve per innescare un meccanismo di azione irreversibile.
  • Inoltre, non si può escludere in ogni caso una visita sistematica a uno specialista nel campo dell'infectiologia e il passaggio di esami di routine di pazienti con epatite C.

Grazie all'esame clinico, i medici avranno una reale comprensione dello stato del fegato, del corpo in generale. Se vengono identificati solo segni di esacerbazione in via di sviluppo, il paziente ha la possibilità di frenare la progressione della malattia a causa del soddisfacente adempimento delle prescrizioni mediche, delle raccomandazioni dei nutrizionisti in merito alla nutrizione e allo stile di vita.

L'epatite minaccia per contatto tattile?

  • L'epatite C non è assolutamente terribile per gli altri, se salutano la mano con un portatore del virus.
  • Attraverso l'abbraccio o il bacio anche la malattia non viene trasmessa. Tuttavia, se infetto da epatite C, le conseguenze per la persona con la malattia possono essere imprevedibili.

La segretezza e la mancanza di sintomi caratteristici dell'epatite C divennero la ragione principale dello studio piuttosto tardo del virus e delle sue caratteristiche.

Diagnosticarlo per l'analisi del sangue clinico ordinario è problematico e definire un programma per il suo trattamento è altrettanto difficile.

Diffusione del virus

In Russia, la questione dell'epatite C è stata avviata dai medici poco più di 20 anni fa. Nonostante in questo periodo sia stato fatto molto per combattere il "tenero assassino", non è ancora possibile curare completamente i pazienti di epatite cronica.

Sicuramente, la realizzazione è considerata una remissione anche a lungo termine, che può essere osservata nella maggior parte dei casi di epatite C cronica.

Trasferendo il virus dalla fase attiva a quella inattiva, i medici riescono a ridurre al minimo il rischio di complicanze della malattia.

Molte persone pensano erroneamente di non essere a rischio. Le statistiche mostrano il contrario: è possibile confermare la diagnosi a metà dei pazienti infetti. Eppure, come molti non hanno idea che sono un pericolo per il pubblico.

Non dobbiamo dimenticare che:

  1. L'infezione è diffusa.
  2. L'assenza di sintomi facilita la vigilanza delle persone.
  3. L'epatite C può essere rilevata solo da un esame del sangue.

Nelle fasi iniziali, la malattia rilevata può essere completamente curata. Nella forma grave e avanzata di patologia, il trapianto di fegato è spesso l'unica salvezza per un paziente.

Problema reale: il pericolo del virus dell'epatite C.

Oggi le domande sono di attualità: cosa è pericoloso per l'epatite C, come sconfiggerlo. Questo problema preoccupa molte persone in tutto il mondo, è estremamente importante per coloro a cui viene diagnosticata l'epatite. L'epatite C è un pericolo mortale, prima si inizia la terapia, maggiore è la probabilità di ottenere un risultato positivo, le probabilità di sconfiggere la malattia sono abbastanza buone.

L'epatite C è una malattia virale provocata da un virus appartenente alla famiglia Flaviviridae (HCV) che contiene RNA (acido ribonucleico). Allo stesso tempo, si verifica un'infezione del fegato con un'infezione, che colpisce soprattutto i giovani. Il virus dell'epatite C è pericoloso nello sviluppo di fibrosi, cirrosi successiva del fegato e morte. Nella maggior parte dei paesi del mondo, la malattia è un enorme problema medico, sociale ed economico.

Caratteristiche di una malattia pericolosa

Per capire cosa è pericoloso per l'epatite C, è necessario dargli una definizione. L'epatite C è definita come un'infiammazione della ghiandola causata da un virus. Esistono 7 diversi virus dell'epatite: A, B, C, D, E, F, G. A, B, C sono i virus più comuni: la malattia virale dell'HCV consiste di 6 tipi (genotipi), che consistono in 30 sottotipi.

La particolarità della malattia L'epatite C è la capacità di cambiare in modo permanente, il che rende impossibile sviluppare un vaccino efficace contro la malattia. Quando una infezione entra nel flusso sanguigno, i virus vengono distribuiti a tutte le parti del corpo. Le condizioni ideali per la moltiplicazione delle infezioni sono le cellule del fegato, con il risultato che iniziano a decomporsi.

Un'infezione infiammatoria è un tentativo da parte dell'organismo di combattere la malattia. La malattia da HCV senza trattamento diventa cronica. Quando la corrugazione della ghiandola si verifica con la perdita delle sue funzioni, caratterizza lo sviluppo della cirrosi come conseguenza del virus dell'epatite C, carcinoma epatocellulare, un processo irreversibile a seguito della trasformazione maligna degli epatociti (cellule del parenchima epatico). L'unico modo per salvare la vita è un trapianto di ghiandole, il suo trapianto da un donatore a un ricevente.

Se si esegue un trattamento di alta qualità con farmaci altamente efficaci, la terapia rallenterà la progressione del processo dannoso, portando a una buona remissione. L'infezione da virus dell'epatite C si verifica per contatto diretto attraverso sangue o tessuto contenente l'infezione. Le vie più comuni di infezione sono:

  • iniezione endovenosa di droghe;
  • trasfusione di sangue;
  • contatto con sangue contaminato;
  • percorsi di trasmissione attraverso sangue secco, ad esempio su lame da barba, materiali per medicazione;
  • contatto sessuale con una persona infetta.

La capacità di infettare gli altri viene acquisita al momento dell'infezione e dura fino a quando il virus dell'epatite C è presente nel sangue. Dopo essere stato introdotto nel corpo, il virus si moltiplica rapidamente, il tessuto epatico degenera in un tessuto connettivo e le funzioni della ghiandola sono limitate.

Corso naturale di epatite C

Dall'infezione alla comparsa dei primi sintomi, possono trascorrere da 1 a 6 mesi di incubazione. Dopo questo, si sviluppa un'epatite acuta. La probabilità di una diagnosi accurata in questo momento è bassa perché la malattia è asintomatica.

L'epatite C è acuta e cronica. L'acuta spesso diventa cronica, raramente viene diagnosticata, poiché la malattia non si manifesta in questa forma, i reclami dei pazienti durante questo periodo sono insoliti. La maggior parte dei pazienti è asintomatica, il 15-20% dei pazienti lamenta affaticamento, diminuzione delle prestazioni, anoressia, ittero. Quando compaiono i sintomi di un'infezione acuta, si verifica una cura, ma questo accade molto raramente.

Nella pratica medica, ci sono manifestazioni extraepatiche di epatite. Questi includono: lesioni dei nervi periferici, glomerulonefrite membranoproliferativa, sindrome di Sjogren. Possibili sintomi sono il diabete mellito, il lichen planus, la tireopatia immunitaria. Durante il decorso della malattia, l'umore della persona infetta diminuisce e la condizione fisica generale peggiora. L'immunità delle persone malate non può combattere autonomamente il virus senza un supporto efficace dall'esterno.

Rilevazione di infezione virale del fegato

Pochi di quelli infetti sono consapevoli di essere portatori del virus. Hanno osservato:

  • stanchezza;
  • sentirsi male;
  • perdita di appetito;
  • perdita di prestazioni;
  • dolori articolari.

Secondo questi sintomi, è impossibile diagnosticare con precisione l'epatite C, non sono specifici. Per determinare la presenza di un virus nel corpo, vengono testati i marcatori di infezione con il virus dell'epatite C. I marker sono anticorpi totali contro gli antigeni dell'epatite C.

Gli anticorpi sono chiamati sostanze proteiche prodotte al momento della penetrazione e dell'esposizione al corpo di sostanze estranee, ad esempio il virus dell'epatite B. Per ogni sostanza estranea, il corpo umano produce anticorpi specifici.

Gli anticorpi del virus dell'epatite C possono essere rilevati solo 5-6 settimane dopo l'infezione. Quando vengono rilevati gli anticorpi, è difficile descrivere la natura della malattia (acuta, cronica, pregressa).

Per il rilevamento, viene eseguito un test PCR, che è il metodo più sensibile per rilevare il virus RNA. Il test è in grado di rilevare la carica virale, riflettendo il numero di virus nel sangue. Per trattare un'infezione, è molto importante determinare la carica virale.

Una completa caratterizzazione del virus dell'epatite C è impossibile senza determinare il suo genotipo. Condurre la genotipizzazione consente di stabilire la durata della terapia. Un quadro completo del danno epatico del paziente da parte del virus HCV è impossibile senza ecografia e ecografia dell'addome superiore. L'analisi consente di valutare la dimensione, la struttura, la forma della ghiandola, i segni record di cirrosi in via di sviluppo, esaminare il flusso sanguigno nella vena porta e identificare i segni di ipertensione portale e altri sintomi di una malattia progressiva e pericolosa.

Per una valutazione più dettagliata dello stato, viene eseguita una biopsia della ghiandola. Per eseguirlo, il paziente prende una posizione prona, sito di puntura di ultrasuoni, inietta anestesia locale. L'ago lungo buca il fegato, preleva un campione di tessuto epatico. L'analisi viene inviata per ulteriori ricerche, ad esempio, all'Istituto di patologia. I risultati vengono inviati al medico curante. La procedura non invasiva di fibroscanning è un'alternativa alla biopsia, che dà un'idea della densità del tessuto epatico e dello sviluppo della fibrosi. Non è possibile rilevare le prime fasi della fibrosi mediante fibroscanning.

Moderna terapia infettiva da virus

Prima viene diagnosticata questa malattia, maggiori sono le probabilità che i pazienti abbiano una cura completa. Se la ricerca conferma il sospetto di HCV, il medico decide di iniziare la terapia. Può essere fatto su base ambulatoriale, in base alla natura del danno epatico. Indicazioni per la terapia sono la fibrosi del ponte e la cirrosi epatica compensata. Lo scopo della terapia antivirale è la prevenzione degli esiti avversi dell'epatite C cronica virale, del carcinoma epatocellulare e della cirrosi epatica. Oggi l'epatite C può essere trattata con una combinazione di interferone e ribavirina.

I principali fattori per la terapia di successo includono il dosaggio ottimale e la durata del trattamento. Le dosi di alcune preparazioni dipendono dal peso del corpo del paziente, sono calcolate dal dottore per ogni paziente singolarmente o sono fisse. La durata del trattamento è dovuta al genotipo del virus. In caso di infezione con genotipo 1, il trattamento dura 48 settimane, con 2 e 3-24 settimane, 4 e 6 genotipi, il corso del trattamento è di 48 settimane e 5 raccomandazioni sono insufficienti per il genotipo 5. Nella Federazione Russa, le terapie combinate con l'interferone standard per via sottocutanea o intramuscolare in combinazione con ribavirina, anche un inibitore della proteasi del virus dell'epatite C, sono comuni.

L'assunzione regolare di farmaci secondo le raccomandazioni del medico, il movimento, la nutrizione vitaminica sana e l'assunzione di liquidi sufficienti sono la chiave per il successo del trattamento dell'epatite virale C.

Medinfo.club

Portale sul fegato

Cosa succede a una persona con epatite C, complicazioni e pericolo per altre persone

L'epatovirus C provoca gravi complicazioni nel corpo di una persona malata. Le conseguenze più gravi della malattia sono la cirrosi e il cancro.

Ad oggi, i farmaci per l'epatite C sono già apparsi nel mondo con un'efficienza vicina al 100%. L'industria farmaceutica moderna ha creato farmaci che non hanno praticamente effetti collaterali. Molti pazienti ottengono i primi risultati sotto forma di alleviare i sintomi e ridurre la carica virale dopo una settimana di assunzione. Sofosbuvir Express si è dimostrata nel mercato per il trasporto di farmaci indiani dell'epatite C. Questa azienda aiuta con successo le persone a riprendersi dalla malattia per più di 2 anni. Recensioni e video di pazienti soddisfatti che puoi vedere qui. Sul loro conto più di 4.000 persone che hanno recuperato grazie ai farmaci acquistati. Non mettere la tua salute in attesa, vai a www.sofosbuvir-express.com o chiama 8-800-200-59-21

Cosa succede al corpo infetto da HCV

Quando un virus penetra nel corpo umano, viene trasportato per via ematogena al fegato e, interrompendo la membrana cellulare, viene inserito negli epatociti. Nella cellula epatica stessa, l'epatovirus penetra nel nucleo cellulare e si integra nella catena del DNA, interrompendo la sua corretta struttura.

Nel nucleo dell'epatocita, infatti, il virus si parassita - utilizza l'organismo ospite per moltiplicarsi. Il DNA delle cellule di epatociti è usato come base per creare nuove unità virali. Così, anche in un epatocita, si formano diverse nuove cellule virali, che con una progressione geometrica infettano tutte le nuove e nuove cellule epatiche.

Nelle lesioni virali, la cellula epatica non può svolgere pienamente le sue funzioni, quindi compaiono i sintomi della malattia. Il periodo di incubazione durante il quale il virus infetta gli epatociti può durare da tre a sei mesi.

In tutto questo tempo, l'immunità umana sta cercando di resistere ai virus, in questo momento vengono prodotte sostanze speciali: gli interferoni, progettati per inibire la riproduzione dell'epatovirus C. I meccanismi di protezione delle cellule combattono anche il virus.

Una cellula che è stata infettata da un epatovirus segnala al corpo la sua sconfitta attraverso i recettori. Le cellule immunitarie che ricevono un segnale di danno vengono inviate alle cellule malate dai macrofagi. Essi secernono una particella virale e la trasferiscono al sistema linfatico, dove viene determinato il suo tipo. Dopo aver riconosciuto l'elemento virale, il corpo forma un meccanismo di riconoscimento dei virus. Il risultato di questo processo è la produzione di anticorpi: legano le particelle virali e le rimuovono dal corpo. Nella maggior parte dei casi, i linfociti portano all'attivazione di meccanismi di difesa cellulare, ma nei casi gravi i linfociti uccidono le cellule colpite dal virus.

In alcuni casi, queste misure sono giustificate, poiché dalla cellula interessata compaiono ancora più virus, che hanno un effetto dannoso sulle cellule epatiche.

Sfortunatamente, il virus è caratterizzato da una forte variabilità e se l'organismo stesso può sconfiggere l'epatite di tipo B nel 90% dei casi, allora è molto più difficile con l'epatite C.

Il virus cambia con ogni introduzione a una nuova cella. Ciò non consente al sistema immunitario di determinare il tipo di virus e di costituire una difesa per esso. Con una tensione costante del sistema immunitario, la sua azione si indebolisce e l'epatite diventa cronica.

In questo caso, l'immunità è più una minaccia per una persona che un beneficio. Quando le cellule virali vengono distrutte, il corpo "cattura" anche le cellule sane che muoiono.

Complicazioni della malattia

L'epatite C virale entra nello stadio della malattia cronica in quasi l'85% dei casi, mentre nel 30% dei pazienti con cirrosi epatica si sviluppa, e nel 5% dei pazienti con neoplasia maligna nel fegato (epatocarcinoma).

Inoltre, i pazienti hanno gravi complicazioni dal tratto biliare, sviluppa coma epatico. Di norma, le patologie del tratto biliare possono essere curate, ma con la rapida comparsa del coma epatico, i medici non danno previsioni positive - secondo le statistiche, il 90% di questi pazienti muore.

Tra le complicanze dell'epatovirus si segnalano fibrosi epatica e distrofia cellulare. Le conseguenze più gravi dell'epatite C si verificano con la co-infezione quando i tipi B o D vengono aggiunti all'epatite C

Pericolo di infezione per gli altri

La persona è la fonte della malattia e la trasmette in vari modi. È molto importante capire il pericolo dell'epatite C per gli altri, al fine di proteggerlo il più possibile da persone sane prima di curare una malattia. Le statistiche dicono le seguenti cifre in termini di distribuzione delle vie di trasmissione del virus:

  1. Il 52% dei pazienti riceve il virus quando viene somministrato un farmaco per via endovenosa;
  2. circa il 2% dei pazienti riceve il virus in una struttura medica;
  3. meno dell'1% delle persone sono infette attraverso il contatto familiare;
  4. Il 35% riceve la malattia dal proprio partner sessuale;
  5. meno dell'1% è un percorso verticale, ad es. infezione dei bambini durante il parto dalla madre;
  6. circa il 9% - una via di infezione non identificata con il virus dell'epatite C.

Di norma, le vittime non sono a conoscenza del loro status fino alla comparsa dei segni di epatite. Questo accade dopo circa tre mesi, ma può essere più lungo se l'immunità è forte.

Effetti del trattamento

È piuttosto difficile parlare delle conseguenze dell'epatite, poiché la maggior parte dei casi provoca gravi complicazioni. Molto dipende anche dal tipo di trattamento che verrà prescritto al paziente. Con i vecchi metodi di terapia, quando ai pazienti veniva prescritta ribavirina con interferone, la maggior parte dei pazienti sviluppava gravi conseguenze di tale trattamento - reazioni cutanee, prurito, anemia, sanguinamento, ridotta immunità.

Sono stati sviluppati nuovi farmaci che offrono l'opportunità di riprendersi completamente dall'epatite. Sofosbuvir, Daclatasvir e Ledipasvir possono essere curati con oltre il novanta per cento dei pazienti con i nuovi farmaci, e un numero piuttosto elevato di pazienti recuperati può essere salvato con epatite con complicanze. Il trattamento con nuovi farmaci dà al paziente speranza di guarigione, le conseguenze di tale terapia sono le più favorevoli. Scopri di più sui farmaci indiani per il trattamento dell'epatite c qui.

Implicazioni per le donne

Diventando una portatrice del virus, le donne sono molto preoccupate per il loro status di madre. Prima di tutto, quando alle donne viene diagnosticata l'epatite C, è necessario spiegare loro che non è vietato rimanere incinta di epatite C - tali donne normalmente portano figli, e il rischio di infezione del feto lungo un percorso verticale è abbastanza piccolo. Tuttavia, la questione di quando iniziare una gravidanza - prima o dopo il trattamento per l'epatite - dovrebbe essere decisa dalla donna stessa, per preparare il suo corpo alla gravidanza al massimo.

Epatite C - sintomi e trattamento, primi segni

L'epatite C è una malattia infiammatoria del fegato, si sviluppa sotto l'influenza del virus dell'epatite C. Un vaccino efficace che potrebbe proteggere contro questo virus non esiste ancora in natura e non apparirà presto.

È di due tipi: acuto e cronico. Nel 20% dei casi, le persone con epatite acuta hanno buone possibilità di guarigione e nell'80% il corpo del paziente non è in grado di superare il virus stesso e la malattia diventa cronica.

La trasmissione del virus avviene attraverso l'infezione attraverso il sangue. Oggi nel mondo ci sono 150 milioni di persone che sono portatrici di epatite C cronica, e ogni anno con esito fatale, l'epatite finisce in 350 mila pazienti.

Fondamentalmente, i primi sintomi di epatite C compaiono dopo 30-90 giorni dal momento dell'infezione. Ecco perché se ti senti male, apatia, stanchezza e altri fenomeni che sono insoliti per il tuo corpo, allora è meglio che tu vada da un dottore. Ciò è necessario per consentire al medico di effettuare una diagnosi accurata e sulla base di esso ha scelto il trattamento più efficace.

Come viene trasmessa l'epatite C.

Cos'è? L'infezione si verifica principalmente attraverso il contatto con il sangue di una persona infetta. L'epatite C viene anche trasmessa durante le procedure mediche: raccolta e trasfusione di sangue, operazioni chirurgiche e manipolazioni dal dentista.

La fonte dell'infezione può essere strumenti per manicure, tatuaggi, aghi, forbici, rasoi, ecc. Se la pelle o le mucose sono danneggiate, l'infezione può verificarsi a contatto con il sangue di una persona infetta.

In rari casi, l'epatite C trasmette attraverso il contatto sessuale. Le donne incinte infette hanno il rischio che il bambino sia stato infettato dal virus durante il parto.

Più difficile da trasportare il virus:

  • alcolisti.
  • persone che soffrono di altre malattie croniche del fegato, compresa l'altra epatite virale.
  • Individui infetti da HIV
  • persone anziane e bambini.

La malattia dell'epatite C non si trasmette nei contatti domestici attraverso abbracci, strette di mano, con questa malattia è possibile utilizzare piatti e asciugamani comuni, ma non è possibile utilizzare articoli per l'igiene personale (rasoi, forbicine per unghie, spazzolini da denti). Il meccanismo di trasmissione della malattia è solo ematogena.

I sintomi dell'epatite C

Nella maggior parte delle situazioni, l'epatite C virale procede lentamente, senza sintomi pronunciati, rimanendo non diagnosticata per anni e si manifesta anche con una significativa distruzione del tessuto epatico. Spesso, per la prima volta, ai pazienti viene diagnosticata l'epatite C, quando già si presentano segni di cirrosi o di carcinoma epatocellulare al fegato.

Il periodo di incubazione per l'epatite è di 1-3 mesi. Anche dopo la fine di questo periodo, il virus potrebbe non manifestarsi fino a quando le lesioni epatiche non diventeranno troppo pronunciate.

Dopo l'infezione nel 10-15% dei pazienti che si autoalimentano, nel restante 85-90%, l'epatite C cronica primaria si sviluppa senza sintomi specifici (come dolore, ittero, ecc.). E solo in rari casi, i pazienti sviluppano una forma acuta con ittero e manifestazioni cliniche gravi che, con un'adeguata terapia, portano a una cura completa del paziente per l'epatite C.

I primi segni di epatite C in donne e uomini

Per lungo tempo, i sintomi praticamente non disturbano i pazienti. Nel periodo acuto, la malattia si manifesta solo debolezza, affaticamento, a volte procede sotto l'apparenza di un'infezione virale respiratoria con dolori muscolari e articolari. Questi possono essere i primi segni di epatite C in donne o uomini.

L'ittero e qualsiasi manifestazione clinica di epatite si sviluppano in una percentuale molto piccola di infetti (la cosiddetta forma itterica della malattia). E questo è davvero eccellente: i pazienti si rivolgono immediatamente agli specialisti e riescono a curare la malattia.

Tuttavia, la maggior parte delle persone infette porta con sé l'epatite C: con una forma anicterica, o non si accorgono di nulla, né cancellano l'indisposizione per il raffreddore.

Epatite cronica

La peculiarità dell'epatite C cronica è un sintomo latente o lieve per molti anni, di solito senza ittero. Un'aumentata attività di ALT e ACT, il rilevamento di anti-HCV e HCV RNA nel siero per almeno 6 mesi sono i principali segni di epatite C cronica. Il più delle volte, questa categoria di pazienti viene rilevata per caso, durante l'esame prima dell'intervento chirurgico, durante la visita medica, ecc..

Il decorso dell'epatite C cronica può essere accompagnato da tali manifestazioni extraepatiche immuno-mediate come crioglobulinemia mista, lichen planus, glomerulonefrite mesangiocapillare. porfiria della pelle tardiva, sintomi reumatoidi.

Nella foto danno al fegato nel lungo corso dell'epatite.

forma

Dalla presenza di ittero nella fase acuta della malattia:

Per la durata del flusso.

  1. Acuta (fino a 3 mesi).
  2. Lunga durata (più di 3 mesi).
  3. Cronico (più di 6 mesi).
  1. Recovery.
  2. Epatite cronica C.
  3. Cirrosi epatica.
  4. Carcinoma epatocellulare

Per la natura delle manifestazioni cliniche della fase acuta della malattia, si distinguono l'epatite C tipica e atipica, i tipici sono tutti i casi della malattia, accompagnati da ittero clinicamente visibile e forme atipiche - anicteri e subcliniche.

palcoscenico

La malattia è divisa in più fasi, a seconda di quale terapia è prescritta.

  1. Acuto - è caratterizzato da un flusso asintomatico. Una persona è spesso inconsapevole di quale sia la portatrice del virus e la fonte dell'infezione.
  2. Cronico - nella stragrande maggioranza dei casi (circa l'85%), il decorso cronico della malattia inizia dopo la fase acuta.
  3. Cirrosi epatica - si sviluppa con un'ulteriore progressione della patologia. Questa è una malattia molto grave che minaccia la vita del paziente in sé e per sé e, con la sua presenza, il rischio di sviluppare altre complicanze - in particolare il cancro del fegato - aumenta significativamente.

Una caratteristica distintiva del virus è la capacità di mutazioni genetiche, a seguito della quale circa 40 sottotipi di HCV (all'interno di un genotipo) possono essere rilevati simultaneamente nel corpo umano.

Genotipi di virus

La gravità e il decorso della malattia dipendono dal genotipo dell'epatite C, che ha infettato il corpo. Attualmente sono noti sei genotipi con diversi sottotipi. Più spesso nel sangue dei pazienti vengono rilevati virus 1, 2 e 3 genotipi. Causano le manifestazioni più pronunciate della malattia.

In Russia, il genotipo 1b più comune. Meno comunemente, 3, 2 e 1a. L'epatite C, causata dal virus del genotipo 1b, è caratterizzata da un decorso più grave.

Diagnosi di epatite

Il metodo principale per diagnosticare l'epatite B è la presenza di anticorpi contro il virus dell'epatite C (anti-HCV) e HCV-RNA. I risultati positivi di entrambi i test confermano la presenza di infezione. La presenza di anticorpi della classe IgM (anti-HCV IgM) consente di distinguere l'epatite attiva dal trasporto (quando non ci sono anticorpi IgM e ALT è normale).

La ricerca mediante PCR per l'epatite C (reazione a catena della polimerasi) consente di determinare la presenza di RNA dell'epatite C nel sangue del paziente. La PCR è necessaria per tutti i pazienti con sospetta epatite virale. Questo metodo è efficace sin dai primi giorni di infezione e svolge un ruolo importante nella diagnosi precoce.

Quando è più difficile trattare l'epatite C?

Secondo le statistiche, è più difficile trattare l'epatite C negli uomini, persone oltre i 40 anni, in pazienti con attività transaminasica normale, con un'alta carica virale e quelli con genotipo del virus 1 b. Naturalmente, la presenza di cirrosi nel momento in cui il trattamento inizia peggiora la prognosi.

L'efficacia del trattamento antivirale dipende da molti fattori. Con un lungo ciclo di epatite C, non è facile ottenere una completa eradicazione del virus. Il compito principale è rallentare il processo di riproduzione attiva dei virus.

Questo è possibile nella maggior parte dei casi con l'uso di schemi moderni di terapia antivirale. In assenza di moltiplicazione attiva dei virus nel fegato, la gravità dell'infiammazione diminuisce significativamente, la fibrosi non progredisce.

Trattamento dell'epatite C

Nel caso dell'epatite C, il trattamento standard è la terapia di associazione con interferone alfa e ribavirina. Il primo farmaco è disponibile sotto forma di soluzione per iniezioni sottocutanee sotto i marchi Pegasis® (Pegasys®), PegIntron® (PegIntron®). Peginterferone assunto una volta a settimana. La ribavirina è disponibile con diversi marchi e viene assunta in forma di pillola due volte al giorno.

  1. L'interferone-alfa è una proteina che il corpo sintetizza in modo indipendente in risposta a un'infezione virale, vale a dire in realtà è un componente di protezione antivirale naturale. Inoltre, l'interferone-alfa ha attività antitumorale.
  2. La ribavirina come autotrattamento ha bassa efficacia, ma se combinata con l'interferone ne aumenta significativamente l'efficacia.

La durata della terapia può variare da 16 a 72 settimane, a seconda del genotipo del virus dell'epatite C, la risposta al trattamento, che è in gran parte dovuta alle caratteristiche individuali del paziente, che sono determinate dal suo genoma.

Un ciclo di terapia antivirale che utilizza il "gold standard" può costare al paziente da $ 5.000 a $ 30.000, a seconda della scelta dei farmaci e del regime di trattamento. I costi principali derivano dai preparati ad interferone. Gli interferoni peghigliati di produzione estera sono più costosi degli interferoni convenzionali di qualsiasi produttore.

L'efficacia del trattamento dell'epatite C è valutata mediante parametri biochimici del sangue (diminuzione dell'attività transaminasica) e la presenza di HCV -RNA, riducendo il livello di carica virale.

Nuovo nel trattamento dell'epatite

Gli inibitori della proteasi (inibitori della proteasi) sono diventati una nuova classe di farmaci per il trattamento dell'infezione da HCV: sono farmaci che agiscono direttamente sul virus dell'epatite, con il cosiddetto effetto antivirale diretto, che sopprimono o bloccano i passaggi chiave di moltiplicazione del virus intracellulare.

Attualmente, negli Stati Uniti e nell'UE, l'uso di due di questi farmaci è approvato: Telaprevir (INCIVEK) e Boceprevir (ViCTRELIS).

Secondo i risultati delle sperimentazioni cliniche per maggio 2013, l'efficacia di questi farmaci è del 90-95%, per quanto riguarda il trattamento standard, la sua efficacia non supera il 50-80%.

Effetti collaterali della terapia antivirale

Se viene indicato un trattamento con interferone, gli effetti collaterali non possono essere evitati, ma sono prevedibili.

Dopo la prima iniezione di interferone, la maggior parte delle persone sperimenta la sindrome di ARVI. Dopo 2-3 ore, la temperatura aumenta fino a 38-39 ° C, ci possono essere brividi, dolori muscolari e articolari, una debolezza evidente. La durata di questa condizione può variare da alcune ore a 2-3 giorni. Entro 30 giorni il corpo è in grado di abituarsi all'introduzione di interferone, quindi a quest'ora la sindrome simil-influenzale scompare. Debolezza e stanchezza restano, ma dobbiamo sopportarlo.

Per quanto riguarda la ribavirina, è generalmente ben tollerata. Ma abbastanza spesso nell'analisi generale di sangue, i fenomeni di anemia emolitica leggera sono annotati. Può verificarsi lieve dispepsia, raramente mal di testa, aumento del livello di acido urico nel sangue, raramente si osserva intolleranza al farmaco.

Quanto vive con l'epatite C, se non trattata

È molto difficile dire esattamente quante persone convivono con l'epatite C, proprio come con l'infezione da HIV. In un numero medio di pazienti, la cirrosi può svilupparsi in circa 20-30 anni.

In percentuale, a seconda dell'età della persona, la cirrosi si sviluppa:

  • nel 2% dei pazienti infetti prima dei 20 anni;
  • Il 6% ha ricevuto un virus di 21-30 anni;
  • Il 10% di quelli infetti ha 31-40 anni;
  • nel 37% dei casi in 41-50 anni;
  • Il 63% degli infetti ha più di 50 anni.

Inoltre, la maggior parte degli studi ha dimostrato che lo sviluppo della fibrosi dipende dal genere. Negli uomini, questa patologia si sviluppa molto più rapidamente e in una forma più grave, anche se impegnata nel trattamento.

Epatite C: quanti vivono con essa, le conseguenze

Contenuto dell'articolo

  • Epatite C: quanti vivono con essa, le conseguenze
  • Come fa il virus dell'epatite
  • Come inviare un'applicazione all'applicazione

Cos'è l'epatite C?

L'Organizzazione Mondiale della Sanità mantiene costantemente le statistiche. E i suoi dati sono deludenti. Ora, circa il 30% delle persone in tutto il mondo ha malattie al fegato. Nella Federazione Russa, circa 400.000 persone muoiono ogni anno a causa di malattie che distruggono il fegato. Di tutta la lista delle malattie, l'epatite è la più frequente. Esistono diversi tipi di questa malattia:

  1. L'epatite A è il tipo di epatite meno pericoloso. Allo stesso tempo, è considerato il più comune.
  2. L'epatite B viene trasmessa sessualmente attraverso il sangue. Questa specie è considerata molto pericolosa e richiede un trattamento tempestivo in ospedale attraverso l'uso di farmaci complessi.
  3. L'epatite C è la forma più pericolosa della malattia. A livello mondiale, il numero di casi aumenta di anno in anno. Non esiste ancora un vaccino per questo tipo di malattia. È impossibile proteggere una persona sana dall'epatite C somministrando iniezioni.
  4. L'epatite D è un tipo relativamente nuovo di epatite. È stato determinato solo nel 1977. La forma delta epatite è una miscela di epatite B con una miscela di agenti delta.
  5. Epatite E - questo tipo di epatite è molto simile al ceppo di epatite A. L'unica differenza è che con l'epatite E, non è solo il fegato ad essere colpito, ma anche il rene umano. Di norma, a seguito di un trattamento tempestivo, il risultato è favorevole. Il paziente è completamente guarito dall'epatite E.

Come si può vedere dalla lista, l'epatite C è una delle varietà più pericolose. Questa specie ha una caratteristica in più: è molto facile e abbastanza spesso combinata con altri tipi di epatite virale.

I primi segni di epatite C

Nella maggior parte dei casi, il paziente scopre la sua diagnosi abbastanza accidentalmente durante l'esame e il test. Ciò è dovuto al fatto che la malattia è molto lenta. Non ci sono sintomi pronunciati che indicano la presenza della malattia nella fase iniziale, no. L'epatite C può essere diagnosticata con il sangue o durante l'esame ecografico della cavità addominale. Un medico può identificare cambiamenti significativi nella struttura del fegato. Molto spesso, prima di fare una diagnosi di epatite, al paziente viene diagnosticato un cancro al fegato epatocellulare o una cirrosi.

Il periodo di incubazione per l'epatite C è di 1-3 mesi. Anche dopo che questo periodo è passato, potrebbero non esserci sintomi evidenti per la persona malata. Per notare i sintomi della malattia il più delle volte si rivela solo nella fase in cui la distruzione del fegato è già abbastanza forte.

Come risultato dell'infezione con il virus HCV, circa il 15% può essere curato indipendentemente senza alcun farmaco. Il restante 85% dell'epatite C diventa cronico.

In casi molto rari, il paziente ha un decorso attivo della malattia con manifestazioni pronunciate di ittero. Tali pazienti con trattamento tempestivo nell'autorità sanitaria, di regola, sono trattati con successo.

Nel periodo acuto, la malattia può manifestarsi con i seguenti sintomi:

  1. Stanchezza generale.
  2. Diminuzione delle capacità mentali.
  3. Fatica.
  4. Muscoli doloranti e doloranti.
  5. Aumento della temperatura corporea generale.

La maggior parte dei pazienti con i primi sintomi di epatite C sono portati in piedi e accusati del comune raffreddore o di ARVI.

Quando l'epatite C entra nella fase cronica, il paziente può solo prendere coscienza della malattia a seguito del test per la presenza di anticorpi al virus dell'HCV. C'è anche un aumento attivo di ALT e AST. Indicano il deterioramento del fegato del paziente.

Come risultato dello sviluppo della forma cronica di epatite, il paziente può sperimentare le seguenti condizioni di comorbidità:

  1. Lichen planus rosso.
  2. Porfiria tardiva della pelle
  3. Crioglobulinemia mista
  4. Glomerulonefrite mesangiocapillare.
  5. Sintomi reumatoidi

Come si manifesta l'infezione da epatite C?

L'HCV può essere trasmesso attraverso il sangue e i suoi componenti. La trasmissione del virus attraverso microtrauma sulle mucose e sulla pelle è possibile. In questo caso, l'oggetto infettato dal virus deve avere un contatto diretto con il sangue umano. Di conseguenza, il virus dell'epatite C attraverso i vasi sanguigni entra nel fegato e si deposita nelle cellule, cominciando la loro distruzione.

La particolarità del virus è che è in grado di essere vivo per un tempo piuttosto lungo. Anche se alcuni strumenti cosmetologici o medici hanno seccato il sangue che è infetto, a contatto con sangue sano, il virus viene attivato e attacca il corpo. Il pericolo del virus dell'epatite C sta nel fatto che non muore a causa del trattamento termico.

Di conseguenza, possiamo concludere che l'epatite C può essere infettata nei seguenti luoghi:

  1. Saloni di bellezza
  2. Saloni penetranti
  3. Cliniche dentali
  4. Ospedali.
  5. Saloni del tatuaggio

Oltre a quanto sopra, puoi essere infettato da mezzi domestici. Ad esempio, radere un rasoio con una persona che ha il virus dell'HCV o lavarsi i denti.

Molto spesso, l'epatite C è registrata con i tossicodipendenti. Questo è il risultato dell'utilizzo di una siringa per diverse persone da iniettare.

L'infezione a trasmissione sessuale con epatite C è piuttosto bassa. Secondo le statistiche, la percentuale di infezione da epatite C attraverso il contatto sessuale di tutti i pazienti è del 3-5%. Ma se una donna o un uomo pratica un sesso promiscuo, il rischio di infezione da HCV aumenta drammaticamente.

L'infezione da epatite C è possibile durante il parto. In questo caso, la donna stessa può essere infettata se i materiali non sterili sono stati usati durante il parto, e il bambino se la donna in travaglio è malata di epatite. Inoltre, il bambino può essere infettato dalla madre malata se la nutre con latte materno e l'integrità del capezzolo o dell'areola è rotta.

Ma le cause di infezione nel 20% delle persone non possono essere stabilite.

È importante notare che l'epatite C non viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria. Abbracci, parlare, starnutire, mangiare dallo stesso piatto o mangiare un pasto non portano ad infezione dal virus dell'HCV.

Trattamento dell'epatite C

Prima di iniziare un trattamento adeguato, è necessario consultare il proprio medico e superare tutti gli esami necessari. Di conseguenza, verrà diagnosticata la durata del virus nel corpo del paziente.

Questo tipo di epatite è contagiosa e richiede un trattamento complesso con i seguenti farmaci:

  1. Farmaci antivirali che possono uccidere il virus dell'epatite C stesso.
  2. Supporto immunomodulatore immunitario.
  3. Farmaci volti a ripristinare il fegato.
  4. Dieta speciale
  5. Resto del corpo pieno

Per distruggere il virus nel corpo umano farmaci più spesso usati come "Interferone-alfa" e "Ribavirina". Meglio di tutto, questi farmaci funzionano insieme. Se a un paziente viene diagnosticata una reazione allergica o una qualche controindicazione all'uso di uno dei farmaci, è consentito solo uno controindicato. Di norma, il corso dell'assunzione di droghe è di circa 12 mesi. Il dosaggio è prescritto dal medico curante rigorosamente individualmente.

Sempre dal 2002, è iniziata la produzione di farmaci a diretto impatto sul virus dell'epatite - Sofosbuvir / Daclatasvir, Sofosbuvir / Ledipasvir e Sofosbuvir / Velpatasvir. I componenti principali del farmaco sono sofosbuvir e daclatasvir. Il farmaco viene assunto per via orale e non richiede una degenza ospedaliera. Inoltre, è riuscito a mettersi alla prova molto bene. Se nel trattamento dell'epatite con prodotti a base di interferone, il recupero completo viene diagnosticato solo nel 45-50%, quindi il nuovo farmaco può curare completamente l'epatite C nel 96% dei casi. È anche importante notare che il decorso di assunzione di sofosbuvir è leggermente inferiore e non supera le 24 settimane. In alcuni casi, il farmaco è in grado di sopprimere il virus dell'epatite per 12 settimane.

Quanto vive con l'epatite C?

Nei pazienti con epatite C, ci sono quattro possibili esiti della malattia:

  1. Pieno recupero
  2. Transizione della malattia alla forma cronica di epatite C.
  3. Cirrosi epatica.
  4. Carcinoma epatocellulare

È impossibile dire esattamente per quanto tempo vivrà un particolare paziente con l'epatite C. In media, l'epatite può portare il paziente alla cirrosi in 20-30 anni. Più il paziente è anziano, più veloce è la formazione di cirrosi. Secondo le statistiche:

  1. Se un paziente ha contratto l'epatite prima dei 20 anni, il rischio di sviluppare cirrosi è del 2%.
  2. Se l'età al momento in cui si è verificata l'infezione era entro 21-30 anni, il rischio sale al 6%.
  3. Il rischio di cirrosi aumenta al 10% nei pazienti che si infettano all'età di 31-40 anni.
  4. Se l'infezione si verifica tra i 41 ei 50 anni, la possibilità di cirrosi salta bruscamente al 37%.
  5. Il rischio di cirrosi nei pazienti con infezione superiore a 51 anni è del 63%.

Nel condurre numerosi studi, si è concluso che il tasso di occorrenza della cirrosi è maggiore negli uomini.

Per una maggiore aspettativa di vita, è necessario un contatto tempestivo con le autorità sanitarie per il corretto trattamento della malattia. Per non iniziare la malattia, è necessario effettuare periodicamente un esame del sangue per verificare la presenza o l'assenza di anticorpi al virus dell'HCV.

Che cos'è l'epatite virale virale C

L'epatite C è considerata la più pericolosa malattia epatica virale. Ogni anno 700 mila persone muoiono per le sue complicazioni. Le conseguenze più gravi dell'epatite C sono la cirrosi e il cancro del fegato (carcinoma epatocellulare). Poi arriva il fallimento del corpo, la morte. Inoltre, verrà spiegato cos'è l'epatite C così pericolosa.

Per comprendere la gravità della malattia, è necessario conoscere alcune caratteristiche del virus:

  • In primo luogo, è in grado di cambiare continuamente, mutare. L'immunità non ha il tempo di produrre anticorpi e la malattia diventa cronica. Per la stessa ragione, è impossibile creare un vaccino efficace.
  • In secondo luogo, l'epatite C è una bomba ad orologeria. Spesso, non si manifesta, e una persona impara già sulla malattia con significativi cambiamenti patologici nel fegato. L'epatite cronica in 10-15 anni provoca cirrosi nel 27% dei pazienti e cancro nel 25%. Con dipendenza da alcol o altre malattie correlate, questo processo può essere accelerato.

Progressione della malattia

L'epatite C può essere infettata dal contatto con il sangue del paziente. Ecco perché la malattia è diffusa tra i tossicodipendenti (75%), perché le iniezioni sono fatte con una singola siringa. Tuttavia, questa via di trasmissione è lontana dall'unico. L'infezione può avvenire ovunque, a partire dal salone di bellezza e termina in ospedale, dove lo strumento non viene sempre elaborato correttamente. Più raramente, la malattia viene trasmessa dal contatto familiare e dai rapporti sessuali.

Dopo che il virus entra nel flusso sanguigno, l'epatite C non si sviluppa immediatamente. Il periodo di incubazione può durare da 2 settimane a sei mesi. Quindi arriva la fase acuta. Il paziente può trasformare la pelle gialla, le feci scolorite, l'urina scura. Spesso i pazienti lamentano dolore nell'ipocondrio destro, debolezza, febbre. Ma nell'80% dei casi non ci sono sintomi di epatite C.

Il periodo acuto della malattia dura fino a 6 mesi. In questo momento, il sistema immunitario sta cercando di far fronte al virus da solo. Nel 20% dei casi, riesce a vincere. Tuttavia, se ciò non avviene entro sei mesi, l'epatite C diventa cronica. Il virus continua a uccidere le cellule del fegato, facendo cambiare la struttura dell'organo. Se in questa fase non inizi la terapia per l'epatite con farmaci antivirali, la prognosi sarà sfavorevole.

effetti

Con l'epatite C, le complicanze appaiono in media dopo 10 anni. Prima di tutto, questi sono cambiamenti nella struttura del fegato e violazione delle sue funzioni:

  • steatosi (epatite grassa);
  • la fibrosi;
  • cirrosi;
  • encefalopatia epatica;
  • ipertensione portale;
  • ascite;
  • insufficienza epatica.

I primi segni di complicanze dell'epatite C sono sanguinamento dal naso, la comparsa di vene varicose, arrossamento, prurito, secchezza, pelle gialla. Dopo aver mangiato o assunto bevande alcoliche, il paziente può avvertire disagio nella parte destra. Con gravi violazioni del fegato inizia a diminuire il peso corporeo, ma lo stomaco aumenta a causa dell'accumulo di liquido libero (ascite).

Oltre alle manifestazioni epatiche, i disturbi endocrini si verificano spesso con l'epatite. Negli uomini, sullo sfondo della malattia, il seno (ginecomastia) può crescere, la potenza può diminuire. In presenza di epatite C cronica nelle donne, il ciclo mestruale è spesso disturbato. L'ovulazione mancante e i periodi irregolari portano alla sterilità. Se il bambino riesce a concepire, allora c'è il rischio di trasmissione.

L'infezione cronica ha un profondo effetto sul benessere di una persona. La costante lotta contro il virus e la compromissione della funzionalità epatica portano a una diminuzione dell'immunità. La capacità di lavoro diminuisce, compare la debolezza muscolare, il dolore alle articolazioni, il paziente diventa irritabile, spesso si raffredda.

prospettiva

Con un trattamento tempestivo, è possibile evitare molte delle conseguenze dell'epatite C. I metodi moderni ci permettono di sconfiggere sia la malattia acuta che quella cronica. Nel primo caso, è importante osservare il riposo a letto, la dieta, evitare il sovraccarico fisico ed emotivo. A volte potrebbe essere necessario il ricovero e l'uso di farmaci che supportano il lavoro del fegato. L'epatite C acuta viene curata in 20-30 pazienti su 100. Per il restante 70-85% di quelli infetti, la prognosi è meno soddisfacente e l'epatite diventa cronica.

In caso di malattia cronica, le probabilità di guarigione sono del 50-90%. Per il trattamento di farmaci antivirali usati - interferoni e ribavirina. Il dosaggio e la durata del trattamento sono selezionati individualmente, in base all'età, alla storia medica e al genotipo del virus. Con il tipo 1, la durata del trattamento è in genere di 48 settimane, con 2 e 3 - 24 settimane. Il primo genotipo del virus dell'epatite C è più difficile da trattare, recupera il 50% dei pazienti. Nella seconda e nella terza malattia, vincono fino a 90 pazienti su 100.

In assenza di terapia, l'epatite C cronica non è sempre complicata. Se la concentrazione di particelle virali nel sangue è bassa e la struttura del fegato non è cambiata, la persona può vivere per molti anni. Tuttavia, con alta attività del virus e del fegato del paziente, il paziente affronta la cirrosi, il cancro. Previsione di peggioramento del consumo di alcol, dieta povera, sovrappeso, vecchiaia o giovane età. Con la cirrosi del fegato è completamente impossibile da recuperare. Negli ultimi stadi della malattia, la vita può essere prolungata solo dal trapianto di organi.

Le conseguenze dell'infezione non sono solo dannose per la salute della persona malata. È importante capire quanto sia pericolosa l'epatite C virale verso gli altri. Per negligenza, puoi trasmettere la malattia a un bambino, a una moglie o ad altri membri della famiglia. Pertanto, per consentire l'epatite C alla deriva non dovrebbe essere. È necessario sottoporsi a un esame completo e quindi discutere un regime di trattamento efficace con un epatologo. Non ammalarti!

Quanto è pericoloso l'epatite c

Oggi le domande sono di attualità: cosa è pericoloso per l'epatite C, come sconfiggerlo. Questo problema preoccupa molte persone in tutto il mondo, è estremamente importante per coloro a cui viene diagnosticata l'epatite. L'epatite C è un pericolo mortale, prima si inizia la terapia, maggiore è la probabilità di ottenere un risultato positivo, le probabilità di sconfiggere la malattia sono abbastanza buone.

L'epatite C è una malattia virale provocata da un virus appartenente alla famiglia Flaviviridae (HCV) che contiene RNA (acido ribonucleico). Allo stesso tempo, si verifica un'infezione del fegato con un'infezione, che colpisce soprattutto i giovani. Il virus dell'epatite C è pericoloso nello sviluppo di fibrosi, cirrosi successiva del fegato e morte. Nella maggior parte dei paesi del mondo, la malattia è un enorme problema medico, sociale ed economico.

Caratteristiche di una malattia pericolosa

Per capire cosa è pericoloso per l'epatite C, è necessario dargli una definizione. L'epatite C è definita come un'infiammazione della ghiandola causata da un virus. Esistono 7 diversi virus dell'epatite: A, B, C, D, E, F, G. A, B, C sono i virus più comuni: la malattia virale dell'HCV consiste di 6 tipi (genotipi), che consistono in 30 sottotipi. La particolarità della malattia L'epatite C è la capacità di cambiare in modo permanente, il che rende impossibile sviluppare un vaccino efficace contro la malattia. Quando una infezione entra nel flusso sanguigno, i virus vengono distribuiti a tutte le parti del corpo. Le condizioni ideali per la moltiplicazione delle infezioni sono le cellule del fegato, con il risultato che iniziano a decomporsi.

Un'infezione infiammatoria è un tentativo da parte dell'organismo di combattere la malattia. La malattia da HCV senza trattamento diventa cronica. Quando la corrugazione della ghiandola si verifica con la perdita delle sue funzioni, caratterizza lo sviluppo della cirrosi come conseguenza del virus dell'epatite C, carcinoma epatocellulare, un processo irreversibile a seguito della trasformazione maligna degli epatociti (cellule del parenchima epatico). L'unico modo per salvare la vita è un trapianto di ghiandole, il suo trapianto da un donatore a un ricevente.

Se si esegue un trattamento di alta qualità con farmaci altamente efficaci, la terapia rallenterà la progressione del processo dannoso, portando a una buona remissione. L'infezione da virus dell'epatite C si verifica per contatto diretto attraverso sangue o tessuto contenente l'infezione. Le vie più comuni di infezione sono:

iniezione endovenosa di droghe; trasfusione di sangue; contatto con sangue contaminato; percorsi di trasmissione attraverso sangue secco, ad esempio su lame da barba, materiali per medicazione; contatto sessuale con una persona infetta.

La capacità di infettare gli altri viene acquisita al momento dell'infezione e dura fino a quando il virus dell'epatite C è presente nel sangue. Dopo essere stato introdotto nel corpo, il virus si moltiplica rapidamente, il tessuto epatico degenera in un tessuto connettivo e le funzioni della ghiandola sono limitate.

Corso naturale di epatite C

Dall'infezione alla comparsa dei primi sintomi, possono trascorrere da 1 a 6 mesi di incubazione. Dopo questo, si sviluppa un'epatite acuta. La probabilità di una diagnosi accurata in questo momento è bassa perché la malattia è asintomatica.

L'epatite C è acuta e cronica. L'acuta spesso diventa cronica, raramente viene diagnosticata, poiché la malattia non si manifesta in questa forma, i reclami dei pazienti durante questo periodo sono insoliti. La maggior parte dei pazienti è asintomatica, il 15-20% dei pazienti lamenta affaticamento, diminuzione delle prestazioni, anoressia, ittero. Quando compaiono i sintomi di un'infezione acuta, si verifica una cura, ma questo accade molto raramente.

Nella pratica medica, ci sono manifestazioni extraepatiche di epatite. Questi includono: lesioni dei nervi periferici, glomerulonefrite membranoproliferativa, sindrome di Sjogren. Possibili sintomi sono il diabete mellito, il lichen planus, la tireopatia immunitaria. Durante il decorso della malattia, l'umore della persona infetta diminuisce e la condizione fisica generale peggiora. L'immunità delle persone malate non può combattere autonomamente il virus senza un supporto efficace dall'esterno.

Rilevazione di infezione virale del fegato

Pochi di quelli infetti sono consapevoli di essere portatori del virus. Hanno osservato:

stanchezza; sentirsi male; perdita di appetito; perdita di prestazioni; dolori articolari.

Secondo questi sintomi, è impossibile diagnosticare con precisione l'epatite C, non sono specifici. Per determinare la presenza di un virus nel corpo, vengono testati i marcatori di infezione con il virus dell'epatite C. I marker sono anticorpi totali contro gli antigeni dell'epatite C.

Gli anticorpi sono chiamati sostanze proteiche prodotte al momento della penetrazione e dell'esposizione al corpo di sostanze estranee, ad esempio il virus dell'epatite B. Per ogni sostanza estranea, il corpo umano produce anticorpi specifici.

Gli anticorpi del virus dell'epatite C possono essere rilevati solo 5-6 settimane dopo l'infezione. Quando vengono rilevati gli anticorpi, è difficile descrivere la natura della malattia (acuta, cronica, pregressa).

Per il rilevamento, viene eseguito un test PCR, che è il metodo più sensibile per rilevare il virus RNA. Il test è in grado di rilevare la carica virale, riflettendo il numero di virus nel sangue. Per trattare un'infezione, è molto importante determinare la carica virale.

Una completa caratterizzazione del virus dell'epatite C è impossibile senza determinare il suo genotipo. Condurre la genotipizzazione consente di stabilire la durata della terapia. Un quadro completo del danno epatico del paziente da parte del virus HCV è impossibile senza ecografia e ecografia dell'addome superiore. L'analisi consente di valutare la dimensione, la struttura, la forma della ghiandola, i segni record di cirrosi in via di sviluppo, esaminare il flusso sanguigno nella vena porta e identificare i segni di ipertensione portale e altri sintomi di una malattia progressiva e pericolosa.

Per una valutazione più dettagliata dello stato, viene eseguita una biopsia della ghiandola. Per eseguirlo, il paziente prende una posizione prona, sito di puntura di ultrasuoni, inietta anestesia locale. L'ago lungo buca il fegato, preleva un campione di tessuto epatico. L'analisi viene inviata per ulteriori ricerche, ad esempio, all'Istituto di patologia. I risultati vengono inviati al medico curante. La procedura non invasiva di fibroscanning è un'alternativa alla biopsia, che dà un'idea della densità del tessuto epatico e dello sviluppo della fibrosi. Non è possibile rilevare le prime fasi della fibrosi mediante fibroscanning.

Moderna terapia infettiva da virus

Prima viene diagnosticata questa malattia, maggiori sono le probabilità che i pazienti abbiano una cura completa. Se la ricerca conferma il sospetto di HCV, il medico decide di iniziare la terapia. Può essere fatto su base ambulatoriale, in base alla natura del danno epatico. Indicazioni per la terapia sono la fibrosi del ponte e la cirrosi epatica compensata. Lo scopo della terapia antivirale è la prevenzione degli esiti avversi dell'epatite C cronica virale, del carcinoma epatocellulare e della cirrosi epatica. Oggi l'epatite C può essere trattata con una combinazione di interferone e ribavirina.

I principali fattori per la terapia di successo includono il dosaggio ottimale e la durata del trattamento. Le dosi di alcune preparazioni dipendono dal peso del corpo del paziente, sono calcolate dal dottore per ogni paziente singolarmente o sono fisse. La durata del trattamento è dovuta al genotipo del virus. In caso di infezione con genotipo 1, il trattamento dura 48 settimane, con 2 e 3-24 settimane, 4 e 6 genotipi, il corso del trattamento è di 48 settimane e 5 raccomandazioni sono insufficienti per il genotipo 5. Nella Federazione Russa, le terapie combinate con l'interferone standard per via sottocutanea o intramuscolare in combinazione con ribavirina, anche un inibitore della proteasi del virus dell'epatite C, sono comuni.

L'assunzione regolare di farmaci secondo le raccomandazioni del medico, il movimento, la nutrizione vitaminica sana e l'assunzione di liquidi sufficienti sono la chiave per il successo del trattamento dell'epatite virale C.

2 voti, in media:

3.00

Ciò che è pericoloso per l'epatite C, non tutti gli abitanti moderni possono rispondere. Nel frattempo, la malattia della natura infettiva è estremamente pericolosa sia per il paziente che per il suo ambiente. Nella maggior parte dei casi, la patologia procede in modo quasi impercettibile, motivo per cui, nel circolo dei medici, la malattia è chiamata "tenera assassina".

Malattia nascosta pericolosa

Le conseguenze dell'epatite C sotto forma di cancro o cirrosi epatica indicano chiaramente che è importante per ogni persona sapere quanto è terribile per gli altri. Il pericolo della malattia sta principalmente nel decorso asintomatico. Di norma, la malattia più grave viene rilevata per caso durante l'esame.

Nonostante l'assenza di segni di patologia e un lungo periodo di incubazione, la persona che trasporta il virus funge da distributore attivo dell'infezione più dura. Non sapendo di essere malato, mette i suoi familiari più stretti a rischio di infezione.

Come si può ottenere l'epatite C?

Le vie di trasmissione per l'epatite C sono le seguenti:

Il virus viene trasmesso per via parenterale (attraverso il sangue nel caso di utilizzo di strumenti medici non sterili, siringhe, ecc.). Tra i tossicodipendenti, il numero di pazienti con epatite C è estremamente alto. Inoltre, il virus può passare attraverso il piercing domestico - tagliando articoli per la casa (accessori per manicure, rasoi, ecc.) persone che conducono uno stile di vita immorale). Trasmissione intrauterina del virus dell'epatite C (la malattia passa da una donna incinta al feto solo se la malattia al momento del trasporto del bambino aveva una forma acuta).

L'ultima variante dell'infezione è considerata la più rara - solo nel 5-10% dei casi il bambino acquisisce una malattia nel grembo materno. Inoltre, vale la pena notare che il rischio di trasmettere un'infezione virale in un istituto medico è basso. Di norma, i medici usano siringhe usa e getta, e il resto degli strumenti subiscono sempre un trattamento sterile di alta qualità composto da diverse fasi (soluzione di sapone e soda, disinfettanti e disinfettanti, sterilizzatori, ecc.).

Le conseguenze della malattia e le possibilità di una vita sana

Al fine di valutare adeguatamente il potenziale pericolo di infezione da epatite C, è necessario capire che cosa sta affrontando se entra nel corpo umano. Come già accennato, la maggior parte dei portatori del disturbo del virus è un'infezione cronica.

La probabilità della sua degenerazione in un tumore maligno o cirrosi epatica senza la corretta terapia di mantenimento è piuttosto alta.

È possibile fare una prognosi affidabile e rispondere alla domanda su quanto una persona con epatite C può vivere valutando il tasso di progressione della patologia.

Il ritmo di sviluppo della malattia è in gran parte determinato dallo stile di vita del paziente.

Oltre ad osservare una corretta alimentazione, la portatrice del virus del paziente dovrebbe eliminare completamente le cattive abitudini. Le fonti di danno epatico tossico, che includono sostanze stupefacenti, alcol in qualsiasi forma, sigarette, ecc., Servono come impulsi per il progresso accelerato della patologia. Anche la componente psico-emotiva dello stile di vita del paziente è considerata importante. Stress, ansia e sentimenti non dovrebbero essere nella sua vita quotidiana. Qualsiasi shock nervoso sono leve per innescare un meccanismo di azione irreversibile. Inoltre, non si può escludere in ogni caso una visita sistematica a uno specialista nel campo dell'infectiologia e il passaggio di esami di routine di pazienti con epatite C.

Grazie all'esame clinico, i medici avranno una reale comprensione dello stato del fegato, del corpo in generale. Se vengono identificati solo segni di esacerbazione in via di sviluppo, il paziente ha la possibilità di frenare la progressione della malattia a causa del soddisfacente adempimento delle prescrizioni mediche, delle raccomandazioni dei nutrizionisti in merito alla nutrizione e allo stile di vita.

L'epatite minaccia per contatto tattile?

La transizione della malattia in stadi gravi (cirrosi, cancro) potrebbe non avvenire affatto, dipende tutto dal paziente. Con un approccio responsabile al trattamento, il paziente può vivere una lunga vita felice, senza causare gravi problemi a nessuno.

L'epatite C non è assolutamente terribile per gli altri, se salutano la mano con un portatore del virus. Attraverso l'abbraccio o il bacio anche la malattia non viene trasmessa. Tuttavia, se infetto da epatite C, le conseguenze per la persona con la malattia possono essere imprevedibili.

La segretezza e la mancanza di sintomi caratteristici dell'epatite C divennero la ragione principale dello studio piuttosto tardo del virus e delle sue caratteristiche.

Diagnosticarlo per l'analisi del sangue clinico ordinario è problematico e definire un programma per il suo trattamento è altrettanto difficile.

Diffusione del virus

In Russia, la questione dell'epatite C è stata avviata dai medici poco più di 20 anni fa. Nonostante in questo periodo sia stato fatto molto per combattere il "tenero assassino", non è ancora possibile curare completamente i pazienti di epatite cronica.

Sicuramente, la realizzazione è considerata una remissione anche a lungo termine, che può essere osservata nella maggior parte dei casi di epatite C cronica.

Trasferendo il virus dalla fase attiva a quella inattiva, i medici riescono a ridurre al minimo il rischio di complicanze della malattia.

Molte persone pensano erroneamente di non essere a rischio. Le statistiche mostrano il contrario: è possibile confermare la diagnosi a metà dei pazienti infetti. Eppure, come molti non hanno idea che sono un pericolo per il pubblico.

Non dobbiamo dimenticare che:

L'infezione è diffusa. L'assenza di sintomi facilita la vigilanza delle persone. L'epatite C può essere rilevata solo da un esame del sangue.

Nelle fasi iniziali, la malattia rilevata può essere completamente curata. Nella forma grave e avanzata di patologia, il trapianto di fegato è spesso l'unica salvezza per un paziente.

, causato dal virus dell'epatite C trasmesso attraverso il sangue. L'epatite può verificarsi in modo acuto e cronico, è pericolosa per le sue complicanze sotto forma di cirrosi e cancro del fegato. L'epatite C cronica ha una lunga durata, per molti anni potrebbe non manifestarsi.

Il problema dell'epatite C virale tra la popolazione mondiale sta diventando sempre più urgente ogni anno. Pertanto, l'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha stimato che circa 500 milioni di persone nel mondo sono infettate dall'epatite C, che è 10 volte più del numero di persone sieropositive. Dei 150 milioni di persone che soffrono di epatite C cronica, l'aumento annuale dei pazienti è di oltre 3 milioni di persone e circa mezzo milione di persone muoiono ogni anno.

Ma, come sai, le statistiche ufficiali sono in ritardo rispetto alla realtà, non esiste ancora un conteggio specifico dei casi di rilevamento dell'epatite virale nel mondo, e non tutti cercano assistenza medica. Quindi, secondo alcune fonti, la cifra ufficiale dell'incidenza dell'epatite C può essere moltiplicata per 5-10 volte.

Il virus dell'epatite C è stato scoperto relativamente di recente, nel 1989, è ancora più tardi dell'infezione da HIV. Prima di questo, i virus dell'epatite A e B erano già noti, il loro quadro clinico è stato descritto in dettaglio. Ma i medici hanno identificato i pazienti che avevano sintomi di epatite, ma allo stesso tempo i virus dell'epatite A e B non sono stati rilevati, e anche per 2 decenni questa patologia è stata chiamata epatite "né A né B". Dato il periodo relativamente breve di osservazione di questa patologia, i medici non hanno ancora studiato a fondo il virus dell'epatite C, specialmente per quanto riguarda un trattamento efficace, ma gli scienziati di tutto il mondo stanno conducendo ricerche intensive in questa direzione.

28 luglio - Giornata mondiale dell'epatite.

L'epatite C è chiamata "l'assassino gentile". Ciò è dovuto al fatto che la malattia può essere asintomatica o malosintomatica, ma nel fegato del paziente si verificano cambiamenti irreversibili che portano alla morte L'epatite C è la più comune malattia trasmessa per via ematica e la prevenzione dell'epatite C è più facile da prevenire che curare. Quindi la prevenzione di questa malattia è una priorità mondiale: oltre la metà dei casi di epatite C porta allo sviluppo dell'epatite cronica, che nel 15-50% si conclude con la cirrosi epatica. Il 75% dei pazienti con cancro epatico mostra epatite cronica C. I moderni farmaci antivirali possono curare l'epatite C. Nonostante i dottori uniscano l'epatite A, B, C, D, E e altri in un gruppo di malattie, tutti questi virus differiscono significativamente nella loro struttura e appartengono a generi e famiglie diversi, l'unica cosa che li unisce Con la capacità di sconfiggere pecheni.Gepatitom possono essere infettati in un ospedale, in un salone di bellezza e di un ufficio del dentista, in modo che pochi assicurato per il 100% della malattia.

Patogeno - virus dell'epatite C (HCV o HCV)

Luogo del virus dell'epatite C nel regno degli organismi viventi:

Regno: virus contenente RNA; Famiglia: Flavivirus (Flaviviridae), dal latino "giallo"; Genere: Hepavirus (Hepacivirus); Specie: virus dell'epatite C

Caratteristiche del virus dell'epatite C.

In Russia, i genotipi di С 1а e b sono più comuni, meno spesso 2, 3. I genotipi 4, 5, 6 si trovano spesso in paesi dell'Africa e dell'Asia.

Modi per trasmettere il virus dell'epatite C.

Via parenterale - attraverso il sangue

Questa è la principale via di trasmissione dell'epatite C. Per questo, non è sempre necessario iniettare sangue infetto, ci sono abbastanza gocce di sangue su vari oggetti, compresi gli oggetti domestici.

Convenzionalmente, ci sono diversi gruppi di rischio per l'infezione da epatite C:

1. Le persone che fanno l'iniezione di droghe sono il gruppo principale infetto da epatite C, che viene anche chiamata "tossicodipendente da epatite" per questo motivo. Ciò è dovuto al fatto che il tossicodipendente non usa sempre singole siringhe. Inoltre, alcuni "chimici farmaceutici", nella fabbricazione di un farmaco, aggiungono il proprio sangue ad esso per purificare la soluzione risultante dal sedimento. Cioè, un tossicodipendente, comprando una dose della soluzione, può ricevere un virus epatite "bonus" o addirittura l'HIV.

2. Clienti dei saloni di bellezza. Sfortunatamente, i maestri dei saloni di bellezza non sempre disinfettano coscienziosamente i loro strumenti, diffondendo le malattie trasmesse attraverso il sangue, specialmente per quanto riguarda l'epatite B, che può vivere sugli oggetti per mesi e persino anni.

Procedure durante le quali è possibile infettare l'epatite C: manicure e pedicure per tagli, tatuaggi, piercing, rasatura, taglio di capelli per danni alla pelle, alcune procedure cosmetiche che possono portare a una violazione dell'integrità della pelle.

3. Pazienti che ricevono servizi medici (epatite medica):

Trasfusione di prodotti del sangue del donatore che non hanno superato i test appropriati, anche da un donatore che aveva il virus dell'epatite C al momento della donazione, ma non ha ancora sviluppato anticorpi (finestra sieronegativa). Si noti che il sangue del donatore non è stato testato per l'epatite C prima del 1992, quindi le persone che hanno ricevuto trasfusioni di sangue prima di questo periodo sono considerate ad alto rischio di epatite C (a meno che una persona sia stata esaminata).Il trattamento presso un dentista, purtroppo, spesso causa infezione da epatite, in particolare l'epatite B. Le persone in emodialisi hanno un rischio medio di infezione da epatite Le operazioni chirurgiche e il trattamento dal dentista causano la trasmissione dell'epatite C è piuttosto raro, ma questa via di infezione è possibile, specialmente in Paesi alorazvityh e medici professionisti senza scrupoli. 4. Le persone che forniscono servizi medici (professionisti medici) hanno un rischio relativamente basso di infezione. Molto spesso chirurghi, patologi, dentisti, tecnici di laboratorio e personale paramedico (infermieri) soffrono di epatite C. Di conseguenza, il gruppo a rischio include maestri di manicure e pedicure, altri dipendenti dei saloni di bellezza.

5. Altre persone che sono a rischio di infezione da epatite C attraverso il sangue:

Ufficiali di polizia, luoghi di privazione della libertà, personale militare che può essere infettato durante la detenzione di criminali, rendere pronto soccorso per ferite e in altre situazioni Nella vita di tutti i giorni: in presenza di pazienti con epatite C in famiglia. La trasmissione domestica è possibile in rari casi, con uso indiscriminato di spazzolino da denti, lame di rasoio e altri prodotti per l'igiene.

Modo sessuale

La trasmissione del virus dell'epatite C con contatto sessuale non protetto è possibile, ma in pratica accade abbastanza raramente, solo nell'1-3% dei contatti, in presenza di lesioni alla mucosa della vagina e del pene. Tali condizioni possono verificarsi con rapporti sessuali ruvidi, sesso anale, presenza di malattie infiammatorie degli organi genitali esterni, che contribuiscono alla formazione di ulcere, crepe, microtraumi.

Posso ottenere l'epatite C attraverso lo sperma?

Il virus dell'epatite C vive solo nel sangue. In altri fluidi biologici, il virus può essere presente, ma in una concentrazione molto bassa, che non è sufficiente per l'infezione. Cioè, lo sperma e le secrezioni vaginali non possono causare la trasmissione del virus.

Posso avere l'epatite C durante il sesso durante le mestruazioni?

Le mestruazioni sono la secrezione di sangue dai vasi dell'utero, che possono essere infettati dall'epatite C, quindi una donna durante le mestruazioni può facilmente infettare il suo partner sessuale con l'epatite, ma solo se c'è un trauma al pene o alla pelle che è a contatto con il sangue mestruale.

Anche durante le mestruazioni, il rischio di infezione da epatite aumenta nelle donne.

L'epatite C è possibile con il sesso orale?

Il sesso orale, come il sesso vaginale, può causare trasmissione dell'epatite C, ma soggetto alla presenza simultanea di microtraumi o crepe nelle mucose.

Percorso transplacentare - da madre a figlio

La trasmissione del virus dell'epatite C può verificarsi durante il parto e nel processo di cura del bambino. Ma un tale rischio è considerato basso, poiché l'infezione di un bambino è possibile in media solo nel 5% dei casi. Il rischio di trasmissione da madre a figlio di epatite C aumenta significativamente quando la madre ha un'infezione da HIV, quando il virus è infetto durante la gravidanza o se la madre ha un'alta carica virale durante il travaglio.

Come viene trasmessa l'epatite C?

Goccioline trasportate dall'aria, famiglie, attraverso la comunicazione, attraverso la saliva e i baci, con abbracci e strette di mano, usando piatti comuni, attraverso giocattoli, usando asciugamani comuni, altri contatti che non implicano il contatto con il sangue. Pertanto, la paura di una persona con epatite C non è necessaria. Con la comunicazione normale, la collaborazione, le visite ai gruppi di bambini e la convivenza, non è possibile ottenere il virus dell'epatite C. Solo nel caso di varie lesioni che portano a una violazione dell'integrità della pelle, sono necessarie precauzioni.

Patogenesi della malattia

Gran parte del meccanismo di sviluppo della malattia e del danno epatico da parte del virus dell'epatite C non è stato ancora studiato. Il problema è che il virus muta costantemente, tracciare tutte le fasi della patogenesi in tali condizioni al momento non funziona. Forse aprendo tutti i processi di sviluppo di questa infezione, il mondo aprirà nuove possibilità nel trattare la malattia e la possibilità di creare un vaccino efficace per la prevenzione.

Cosa succede con l'epatite C virale?

1. Il periodo di incubazione - da 14 giorni a sei mesi o più, in media, 49-50 giorni.

Il virus entra nel flusso sanguigno e viene trasportato alle cellule epatiche - epatociti - Nell'epatocita, il virus si replica - l'RNA si replica - Il virus secerne le proteine-tossine (antigeni) nel sangue, compresi quelli che distruggono la parete cellulare dell'epatocita (proteine ​​citotossiche). L'epatite sta arrivando, le cellule del fegato vengono gradualmente distrutte e l'immunità inizia a reagire al virus solo dopo 1 mese o anche più. In primo luogo, linfociti, macrofagi, assassini NK e altre cellule dell'immunità cellulare arrivano alle cellule del fegato. Gli anticorpi contro il virus dell'epatite C non sono ancora stati determinati in questa fase. Il periodo di manifestazioni cliniche:

Gli enzimi epatici vengono rilasciati dalle cellule epatiche danneggiate, che distruggono inoltre gli epatociti.In risposta alle proteine ​​e all'immunità cellulare, l'organismo produce immunoglobuline (anticorpi) specifici per l'epatite C. Di conseguenza, la quantità di virus nel sangue diminuisce drasticamente. cioè quando il sistema immunitario percepisce le sue cellule come estranei. Allo stesso tempo, le immunoglobuline contro l'epatite C distruggono l'epatocita insieme al virus, aggravando il corso dell'epatite.3. Periodo di recupero:

Può verificarsi un trattamento spontaneo dell'epatite C e l'HCV RNA non viene rilevato nel sangue, ma il virus rimane nel corpo umano oppure no, non è stato ancora stabilito. Si ritiene che rimanga inattivo durante tutta la vita di una persona. Il recupero si verifica solo con una buona risposta immunitaria.

4. Transizione all'epatite C cronica:

Quando l'epatite C entra nella forma cronica, il virus muta costantemente, cambia e si moltiplica senza impedimenti e le immunoglobuline sviluppate non hanno il tempo di reagire alle nuove mutazioni. La risposta immunitaria cessa di essere efficace: nell'epatite C cronica, la morte delle cellule epatiche avviene lentamente e gradualmente, a volte la cirrosi epatica può richiedere diversi decenni. Sullo sfondo dell'epatite, il metabolismo dei grassi nel fegato è disturbato, che può portare allo sviluppo dell'epatosi grassa (steatosi), cioè quando il normale tessuto epatico viene sostituito dal tessuto adiposo, l'immunità si esaurisce, il fegato viene ulteriormente distrutto. Prima di tutto, i linfociti T sono interessati. Sono queste cellule che sono danneggiate dall'HIV, quindi l'HIV e l'epatite C si aggravano l'un l'altro. C'è una possibilità di remissione con il rischio di sviluppare le seguenti ricadute. Il fegato può parzialmente recuperare (rigenerare), ma solo se non vi è cirrosi epatica. In base ai risultati degli studi anatomopatologici condotti su persone con HIV e HCV, è stato dimostrato che il virus dell'epatite C, oltre alle cellule del fegato, colpisce anche altri organi: la milza, i linfonodi, i polmoni e altri.

Qual è il trasporto dell'epatite C?

Una persona può essere infettata dal virus dell'epatite C ma non si ammala. Cioè, il virus si moltiplica nel corpo senza distruggere le cellule del fegato. Una persona vive con un virus da molti anni e anche tutta la sua vita senza danni al corpo, ma anche tale stato portatore può portare al rapido sviluppo della cirrosi in qualsiasi momento. Queste persone sono pericolose perché possono essere una fonte di infezione.

Cosa succede nel fegato del paziente?

Il decorso acuto dell'epatite C. Il fegato aumenta leggermente di dimensioni, è pieno di sangue (colore viola brillante), la superficie è liscia, uniforme. Nel fegato, viene determinato un piccolo numero di focolai di necrosi (tessuto distrutto) e vengono determinati i fuochi della degenerazione grassa. Il flusso sanguigno nel fegato non si rompe: nell'epatite C cronica, il numero di focolai di necrosi aumenta, la fibrosi si forma sul sito del tessuto epatico distrutto - una crescita eccessiva del tessuto connettivo che non funziona come epatociti. Il fegato continua ad essere ingrandito. Per prima cosa, si formano singole corde fibrose, quindi il tessuto connettivo sostituisce gradualmente il tessuto epatico, vale a dire la cirrosi epatica. Allo stesso tempo il fegato diminuisce di dimensioni, si restringe, diventa irregolare. Una diminuzione del numero di epatociti normali porta a insufficienza epatica, il fegato gradualmente o acutamente cessa di svolgere le sue funzioni.In cirrosi del fegato, la circolazione sanguigna attraverso i vasi epatici è disturbata, si verifica una sindrome di ipertensione portale, vene varicose dei vasi epatici. Allo stesso tempo, si formano ulteriori vasi (anastomosi) attraverso i quali circola una parte del sangue, bypassando il fegato. La mancanza di sangue e ossigeno nel lobo epatico contribuisce all'ulteriore distruzione del fegato, esacerbando l'insufficienza epatica.Il virus dell'epatite C colpisce il materiale genetico delle cellule del fegato, che può causare la formazione di un tumore canceroso.

Che aspetto ha un fegato di un paziente con epatite C (foto)?

Foto del fegato di un paziente con epatite C, che morì di cirrosi epatica. Il fegato è di dimensioni ridotte, ha un aspetto eterogeneo. La capsula è ispessita, i tubercoli chiari, grigio-marroni sono definiti sotto di esso. Sull'incisione, il fegato ha anche un aspetto irregolare ("necrosi epatica a chiazze"). I dotti biliari, vasi sanguigni e linfatici sono saldati.

classificazione

Forme e tipi del decorso dell'epatite C

Il decorso acuto dell'HCV viene diagnosticato solo in un caso su cinque, a causa del fatto che la malattia potrebbe non manifestarsi clinicamente. In più del 70% dei casi, l'epatite C acuta diventa cronica.L'HCV cronica è la forma più comune di epatite C, caratterizzata da una lenta e graduale distruzione del fegato.L'epatite C fulminante (maligna o fulminante) è una variante del decorso acuto dell'epatite, in cui si verifica rapidamente una distruzione progressiva. fegato, con questa forma di insufficienza epatica si sviluppa in 10-15 giorni dalla comparsa dei primi sintomi. Tale variante dell'epatite C, fortunatamente, si sviluppa abbastanza raramente, meno dell'1% di tutti i casi. Tra i fattori predisponenti per lo sviluppo dell'epatite maligna vi sono l'età infantile, le caratteristiche del genotipo del virus, l'infezione da diversi tipi di virus dell'epatite (A, B, D), il danno alcolico, medicinale e altri danni al fegato. La mortalità è di circa il 70%.

Attività cronica dell'epatite C.

I termini "attivo" e "inattivo (persistente) dell'epatite C" sono stati usati in precedenza. Al momento, queste definizioni non sono rilevanti, poiché ritengono che qualsiasi epatite C cronica sia sempre un processo attivo, in misura maggiore o minore.

Il grado di attività dell'epatite C:

Epatite C cronica "minima", epatite cronica "lieve" (lieve), epatite C cronica con attività moderata, epatite cronica grave C.

Nel determinare il grado di attività dell'epatite C utilizzando i seguenti criteri:

il grado di danno epatico in base ai risultati dell'esame istologico della biopsia epatica, alla presenza di fibrosi (tessuto connettivo), alla presenza e alla gravità dei sintomi della malattia, ai parametri di laboratorio degli esami del fegato (in particolare, ALT - alanina transferasi).

Fasi di fibrosi epatica nell'epatite C:

la fibrosi epatica è assente, lieve, moderata, grave fibrosi epatica, cirrosi epatica.

Codice numero ICD-10

Il codice ICD è assegnato a ciascun tipo di malattia, secondo le classificazioni internazionali. La crittografia della diagnosi è necessaria per facilitare l'elaborazione delle informazioni e l'organizzazione dell'assistenza medica e sociale, per i medici per capire la diagnosi in tutto il mondo e anche per nascondere la patologia se il paziente non vuole pubblicizzarlo.

Epatite virale acuta C: B 17.1 Epatite virale cronica C: B 18.2.

Periodi e fasi dell'epatite C

1. Il periodo di incubazione è il tempo dal momento dell'infezione fino alla comparsa dei primi segni della malattia. Con l'epatite C, questo periodo può durare da 14 giorni a sei mesi, ma in media 49-50 giorni.

2. Fase acuta - i sintomi della malattia nella maggior parte dei casi possono essere assenti o ci sono sintomi a cui il paziente non presta molta attenzione, non consultare un medico. L'epatite C acuta dura fino a 6 mesi.

Varianti della fase acuta dell'epatite C: epatite latente o latente - nessun sintomo o sintomo basso - questi sono 8 casi su 10. Manifestazione dell'epatite C - manifestazioni cliniche vividi, la gravità dei sintomi - si verifica solo nel 20% dei casi. È possibile distinguere separatamente il periodo pre-terziario (dura in media 10 giorni) e il periodo itterico.3. Il periodo di recupero (recupero) della fase acuta dell'epatite C. Un recupero completo dell'epatite C è possibile senza terapia specifica, ma con una buona immunità e l'assenza di concomitanti patologie epatiche. Durante questo periodo, può verificarsi la completa eliminazione del virus dal corpo (eliminazione), ma ciò accade solo nel 10-30% dei casi.

4. Il periodo di riattivazione e transizione allo stadio cronico dell'epatite C, procede con o senza manifestazioni cliniche. Questo periodo per la maggior parte dura per decine di anni e può causare lo sviluppo di cirrosi o cancro del fegato.

5. Il periodo di remissione dell'epatite C cronica, che si ottiene a seguito di un ciclo di trattamento con farmaci antivirali. Possiamo parlare di remissione con la normalizzazione dei test di funzionalità epatica e un risultato negativo dell'analisi dell'RNA dell'HCV. Qualsiasi remissione può terminare in caso di ricaduta.

La durata di ciascun periodo può essere diversa per ogni singolo caso.

Sintomi di epatite C cronica e acuta

I sintomi dell'epatite C sono assenti nella maggior parte dei casi. Allo stesso tempo vengono rilevati solo i cambiamenti di laboratorio. Ma con il corso manifesto dell'epatite C virale, è possibile identificare una serie di sintomi associati a cambiamenti nel fegato e in altri organi. In confronto ad altri tipi di epatite infettiva, le manifestazioni di epatite C sono meno pronunciate.


Articoli Correlati Epatite