Come trattare l'epatite B

Share Tweet Pin it

L'epatite B è un'infiammazione virale del fegato, il cui agente eziologico è il virus dell'epatite B. Nella maggior parte dei casi, la malattia ha una prognosi favorevole. Con una risposta adeguata del sistema immunitario del corpo del paziente, la patologia procede in forma acuta, caratterizzata da una vivida sintomatologia. Entro un mese, i sintomi del processo scompaiono, quindi c'è una cura completa.

Nel 10% dei casi, la malattia diventa cronica, inizialmente caratterizzata da un quadro clinico cancellato. È questa condizione che è più pericolosa per una persona, richiede una diagnosi precoce e la selezione di un regime di trattamento complesso. Come trattare l'epatite B e ciò che i nuovi epatologi possono offrire per il pieno recupero del corpo del paziente, è discusso nell'articolo.

Cosa fare dopo l'infezione?

L'agente eziologico dell'epatite B è contenuto nei fluidi biologici del vettore del virus o di una persona malata. La più grande quantità è nel sangue, la secrezione delle ghiandole salivari e del liquido seminale. Se entri improvvisamente in contatto con una persona infetta, devi immediatamente contattare una struttura medica per prevenire l'infezione.

Va ricordato che il virus viene trasmesso nei seguenti modi:

  • Parenterale - durante la trasfusione di sangue infetto o dei suoi singoli componenti, durante la manipolazione di strumenti non sterili, durante l'uso di una siringa da parte di tossicodipendenti.
  • Verticale - dalla madre al bambino durante l'ultimo trimestre di gravidanza, durante il passaggio del bambino attraverso il canale del parto.
  • Sessuale - in presenza di macerazione e microfratture nell'area genitale, ma sotto la condizione di alta aggressività del virus.

Se una persona improvvisamente si rende conto che ha avuto un contatto con una persona malata, è necessario contattare l'istituzione medica durante le prime 12 ore dal momento dell'iniezione o dei rapporti sessuali. Sotto le condizioni dell'ospedale, verrà introdotta una specifica immunoglobulina, che rafforzerà la reazione protettiva del corpo, e quindi verrà eseguita la vaccinazione contro l'epatite B.

Dovresti assolutamente monitorare la tua condizione e controllare l'insorgere dei sintomi dell'epatite durante i primi 4 mesi dopo un evento simile. Di solito questo periodo è sufficiente per far si che l'infiammazione del fegato si faccia sentire. Nel caso in cui la persona fosse ancora infetta. Avrà debolezza, mal di testa, dolore ai muscoli e alle articolazioni, ipertermia. Più tardi apparirà il giallo della pelle e della sclera, l'eruzione cutanea, il prurito, il dolore e la pesantezza nell'ipocondrio destro.

Raccomandazioni generali sul trattamento

Il trattamento dell'epatite B dipende dai seguenti fattori:

Fai questo test e scopri se hai problemi al fegato.

  • quanto è aggressivo il virus nel corpo del paziente;
  • quanti agenti patogeni sono penetrati;
  • stadio della malattia;
  • il grado di danno al fegato e ad altri organi;
  • corso della malattia.

La forma lieve e moderata dell'epatite B viene curata a casa. Nella prima settimana di terapia, i medici raccomandano di osservare il riposo a letto. Ulteriori restrizioni sulla modalità motore dipendono dalle condizioni generali del paziente. I pazienti di età da bambini sono consigliati di osservare un riposo semi-letto, perfino dopo la scomparsa di segni di ubriachezza.

È proibita qualsiasi attività fisica durante il trattamento dell'infiammazione del fegato. I bambini sono esonerati dal frequentare le lezioni di educazione fisica per sei mesi e per fare sport professionali per un anno. L'aumento del livello di attività fisica dovrebbe essere dosato e individuale. È importante prendere in considerazione l'età del paziente, le sue prestazioni di laboratorio, il tasso di recupero del corpo.

dieta

Il trattamento dell'epatite B si basa sulla correzione del menu del singolo paziente. È importante ridurre il carico sul sistema epatobiliare e sul tratto gastrointestinale. Tuttavia, la nutrizione deve essere completa, ipercalorica e vitaminizzata, per mantenere lo stato delle difese del corpo ad un livello elevato. Il rapporto tra proteine, lipidi e carboidrati è caratterizzato da un rapporto di 1: 1: 4.

Gli alimenti proteici dovrebbero essere presentati:

  • carni magre - pollo, manzo, vitello, coniglio;
  • pesce - luccio, merluzzo, lucioperca;
  • prodotti lattiero-caseari fermentati di media grasse;
  • frittata al vapore.

I lipidi possono essere ingeriti nella composizione di vari tipi di oli vegetali (mais, oliva, girasole), nonché burro di buona qualità. I prodotti a base di carboidrati sono rappresentati da cereali (riso, grano saraceno, farina d'avena, grano), pane e briciole di pane di ieri. È importante che la dieta del paziente abbia una quantità sufficiente di frutta e verdura. Possono essere non solo crudi, ma anche in umido, bolliti, cotti in forno.

Al fine di curare completamente l'epatite B, è necessario limitare l'assunzione del paziente i seguenti alimenti:

  • grasso;
  • margarina e prodotti a base di esso;
  • spezie;
  • carne affumicata;
  • cibo in scatola;
  • alcool e soda;
  • gelato e gelatina;
  • carni e pesce grassi;
  • aglio;
  • noci, ecc.

Come scegliere la droga?

Per curare il danno virale al fegato, è necessario determinare quale stadio della malattia il paziente ha al momento. Il fatto è che è necessario agire su un virus al momento della sua riproduzione. In tali condizioni, sarà possibile sbarazzarsi della malattia per sempre. Per chiarire lo stadio della malattia, condurre una serie di studi di laboratorio e strumentali.

Sono obbligatorie le analisi del sangue biochimiche, la determinazione della presenza di marcatori dell'epatite B, l'analisi della PCR per determinare la presenza del DNA del patogeno nel corpo del paziente e la valutazione della carica virale. Allo stesso tempo, lo stato del fegato viene esaminato mediante ultrasuoni con Doppler, il grado di cambiamenti fibrotici è specificato mediante elastometria. Se necessario, vengono prescritte diagnosi di mutazioni del virus e determinazione della sua resistenza a un numero di farmaci.

La maggior parte dei pazienti è interessata a quanto costa un esame completo, che è prescritto dal medico curante per selezionare il regime giusto. Di norma, il costo è compreso tra 20 e 25 mila rubli, se le analisi e la diagnostica strumentale sono effettuate in laboratori privati.

Trattamento cronico

Sulla questione se l'epatite B sia trattata o meno, è stata ricevuta una risposta inequivocabile. Sì, l'epatite è curabile e abbastanza con successo. Se confrontiamo le previsioni per i pazienti con danno epatico dal virus di tipo B, sono molto più confortanti rispetto ai pazienti che hanno incontrato il tipo C dell'agente patogeno o dell'infezione combinata.

I medici hanno identificato un numero di criteri con cui viene valutata l'efficacia della terapia:

  • normalizzazione dei livelli delle transaminasi nel sangue;
  • l'assenza di DNA delle cellule virali, che è confermata dalla PCR in tempo reale;
  • la scomparsa di HBeAg;
  • fermare la progressione del deterioramento del quadro istologico del fegato.

Ridurre il numero di transaminasi a livelli normali è una risposta biochimica al trattamento. Ridurre la quantità di DNA patogeno e la scomparsa di HBeAg suggerisce una risposta virologica. La normalizzazione degli indicatori dello stato del fegato a livello degli epatociti - una risposta istologica. La combinazione di tutte le risposte è chiamata la risposta completa alla terapia.

In questa fase, ai fini della terapia antivirale, vengono utilizzati più spesso due farmaci: interferone e lamivudina.

interferone

Il gruppo di interferoni è caratterizzato non solo da azione antivirale. Questi farmaci sono in grado di combattere le cellule tumorali e rafforzare il sistema immunitario del corpo. Gli scienziati hanno scoperto che l'alfa-interferone inibisce la riproduzione del virus dell'epatite B, che contribuisce allo sviluppo della remissione della malattia. Tuttavia, il farmaco non è prescritto a tutti i pazienti, dal momento che ci sono alcune restrizioni sui criteri di selezione per il trattamento.

Una buona risposta virologica all'utilizzo di interferone è stata osservata nelle persone trattate con ALT di siero costantemente o periodicamente elevata e la presenza di HBeAg. Nel caso in cui il livello ALT sia normale, la risposta al trattamento verrà registrata in meno del 10% dei pazienti.

L'efficacia della terapia nei pazienti pediatrici è simile a quella negli adulti. Dati clinici hanno dimostrato che l'uso dell'interferone alfa sullo sfondo della forma cronica della malattia, in cui l'HBeAg è assente, è accompagnato da una risposta positiva al trattamento, ma è irto di recidive della malattia per 5 anni dopo la fine del trattamento. La cura resistente si ottiene solo in un quarto dei pazienti.

L'interferone non è raccomandato per l'uso in pazienti con cirrosi epatica, dal momento che il livello di ALT sierica nel siero del sangue aumenta bruscamente nel contesto di assunzione di tali farmaci, il che conferma la comparsa di una crisi citolitica. Il risultato potrebbe essere lo sviluppo di insufficienza epatica.

Reazioni avverse alla terapia con interferone:

  • la debolezza;
  • diminuzione dell'appetito;
  • dolore alle articolazioni e ai muscoli;
  • stato depresso;
  • diminuzione del livello dei leucociti nel sangue;
  • ansia;
  • perdita di capelli.

lamivudina

Questo farmaco arresta il processo di riproduzione del virus dell'epatite incorporando il principio attivo nelle crescenti catene del DNA. È raccomandato per la somministrazione a pazienti con epatite HBeAg-positiva. La risposta virologica e istologica resistente è osservata in metà dei pazienti. I bambini, di regola, Lamivudin non è prescritto.

Il farmaco è raccomandato per quei pazienti che non hanno HBeAg. In questo caso, l'efficacia della terapia per 5 mesi è del 63%. La lamivudina è eccellente per quei pazienti che sono resistenti all'interferone alfa. Inoltre, una serie di studi ha dimostrato che il farmaco può essere utilizzato sullo sfondo della cirrosi epatica. Dagli effetti indesiderati dell'assunzione della medicina, si può notare un leggero aumento del livello delle transaminasi nel sangue, ma questo è tutt'altro che critico. Il resto del farmaco è tollerato abbastanza bene.

Altre droghe

Famciclovir - studi clinici hanno dimostrato che questo farmaco ha un effetto antivirale, ma è inferiore alla lamivudina in termini di attività. Inoltre, il farmaco deve essere preso tre volte al giorno, quindi è improbabile che sarà il farmaco di scelta.

Adefovir dipivoxil - il farmaco non può essere usato a dosi elevate, perché diventa tossico per il sistema renale. In grado di ridurre la quantità di DNA del virus nel corpo del paziente. Timosina - il farmaco è ben tollerato, stimola l'attività dell'immunità delle cellule T. In alcuni casi, combinato con altri farmaci.

In presenza di grave intossicazione, gli esperti prescrivono la terapia di disintossicazione. Include l'introduzione nella vena di un certo numero di soluzioni (cloruro di sodio, reosorbilatto, hemodez, reopolyglukine, glucosio). In parallelo, vengono somministrati agenti ormonali. Inizia con alte dosi, riducendole gradualmente.

Vemlidy è un nuovo farmaco raccomandato per l'uso nel trattamento dell'epatite B. È un prodotto di fabbricazione europea che viene prescritto a pazienti di età superiore a 12 anni e di peso superiore a 35 kg. Nel nostro paese, i farmaci non sono ancora disponibili.

Trattamento di forma maligna

L'epatite maligna può essere curata? La forma maligna della malattia, che è più comune nei bambini, richiede una correzione immediata dello stato del corpo. Inoltre, le droghe stanno cominciando ad entrare anche al momento della minaccia del suo sviluppo.

  • glucocorticosteroidi nella vena;
  • somministrazione di plasma, albumina, reopoliglukina;
  • diuretici allo scopo di forzare la diuresi (Mannitolo, Lasix);
  • eparina nel caso dello sviluppo di DIC;
  • enterosorbenti all'interno per accelerare l'eliminazione di sostanze tossiche;
  • farmaci antibatterici.

Registrazione dell'erogazione

In caso di trattamento in ambiente ospedaliero, il paziente viene dimesso dopo 30-35 giorni dall'inizio della terapia. A questo punto, le funzioni del corpo sono ripristinate, i parametri delle transaminasi sono leggermente ridotti. Il medico paziente dà un promemoria. Descrive come mangiare correttamente, qual è la modalità consigliata.

Il primo esame dopo la dimissione del paziente viene effettuato dopo 30 giorni, quindi - dopo 3, 4, 5 mesi. Rimosso dal dispensario nel caso in cui due indicatori di fila di test clinici generali e biochimica entro il range normale, e HBsAg è assente.

I pazienti sono interessati a sapere se l'epatite è trattata con rimedi popolari. Sui siti dedicati al trattamento del danno virale del fegato, è possibile trovare recensioni che qualcuno è stato trattato / trattato con l'aiuto di ricette di medicina tradizionale. Tuttavia, va ricordato che la sostituzione di un trattamento farmacologico a pieno titolo con tali mezzi non funzionerà. Possono essere usati solo come integratori per sostenere il lavoro delle cellule del fegato e accelerarne la rigenerazione.

Può la cura dell'epatite B? - no. Ma può essere tenuto sotto controllo e quindi non sarà una minaccia per la vita!

L'epatite B è una malattia cronica e incurabile per tutta la vita. Il decorso della malattia non è accompagnato da sintomi gravi. È possibile per molti anni non sospettare che ci sia un virus in sé e solo per essere rilevato ad un esame casuale. A volte con una malattia a lungo termine possono esserci dolore alle articolazioni, affaticamento, riduzione delle prestazioni, insonnia. Spesso i pazienti si lamentano di pesantezza nell'ipocondrio destro.

Per la diagnosi dell'epatite B cronica virale, un marker è sufficiente - l'HBsAg è positivo. Di solito viene fatto durante qualsiasi trattamento presso un istituto medico, ad esempio, durante la preparazione per un'operazione, gravidanza, fecondazione in vitro, ecc. Questo indicatore indica che il virus dell'epatite B è presente nel fegato e rimarrà lì per sempre.

Tuttavia, questo non significa che nulla può essere fatto con il virus e cambiamenti irreversibili nel fegato (cirrosi e cancro del fegato primario) sono inevitabili. L'epatite B virale è una malattia controllata, il che significa che se la si tiene sotto controllo, si può vivere una lunga vita con un fegato sano e normale. Inoltre, l'epatite B virale non ha sempre bisogno di essere trattata con farmaci antivirali!

Se il virus viene rilevato per la prima volta, è necessario sottoporsi a un esame completo per ottenere informazioni complete sul virus e sullo stato del fegato. I marcatori virologici dell'epatite B rendono possibile determinare l'attività e l'aggressività del virus, la presenza di mutazioni di resistenza ai farmaci in esso, calcolare la quantità di virus nel sangue e determinarne il genotipo.

Inoltre, è estremamente importante testare l'epatite D, che può entrare nel corpo insieme al virus B. Questo virus è molto aggressivo e provoca rapidamente fibrosi nel fegato con un esito nella cirrosi. Il trattamento del virus dell'epatite D viene prescritto immediatamente quando viene rilevato - i farmaci interferone.

Lo stato del fegato viene valutato con diversi metodi: ultrasuoni, parametri biochimici, elastometria (FibroMax, FibroTest) - il grado di fibrosi epatica secondo la scala METAVIR - F0 fegato sano, cirrosi F4.
A seconda dei risultati di questo sondaggio, vengono prese diverse decisioni:

se il virus non è attivo e non rappresenta una minaccia per la vita, il fegato è in buone condizioni, quindi NON è PREVISTO il trattamento antivirale;

se il virus è attivo e il fegato è già infettato dal virus, allora il medico deve prescrivere farmaci antivirali per arrestare i processi distruttivi nel fegato e riportarlo a uno stato sano.

In tutti i casi, il paziente deve essere informato su come controllare l'epatite virale durante la sua vita. I principali parametri di controllo sono lo stato del fegato secondo l'elastometria (FibroTest, FibroMax) - cioè il grado di fibrosi, nonché l'attività del virus - la sua quantità nel sangue. È consigliabile essere sotto la supervisione di un epatologo qualificato in grado di prendere le giuste decisioni in tempo se la situazione cambia.

Sfortunatamente, per l'epatite B virale non esiste un singolo standard di trattamento e la decisione sul suo appuntamento. Ecco perché è così importante essere esaminati in tempo e consultare uno specialista che sa come trattare l'epatite virale B.

Come trattare l'epatite B?

L'obiettivo del trattamento per l'epatite B

La rimozione completa del virus dell'epatite B dal corpo è impossibile, dal momento che il DNA del virus viene inserito nel genoma ospite. Allo stesso tempo, il virus non è sempre pericoloso e non richiede sempre un trattamento. Il trattamento è necessario solo se il virus è attivo e si verificano cambiamenti nel fegato che possono portare alla cirrosi.

L'obiettivo della terapia per l'epatite B cronica (CHB) è di prevenire la progressione della malattia alla cirrosi, migliorando in tal modo la qualità e la longevità.

In presenza di cirrosi, l'obiettivo del trattamento è prevenire lo scompenso della cirrosi e lo sviluppo di danno epatico terminale, cancro epatico primario e morte.

Questo obiettivo può essere raggiunto con una forte soppressione della replicazione dell'HBV. La soppressione parallela della replicazione virale e la riduzione del processo infiammatorio nel fegato riducono il rischio di cirrosi e cancro del fegato.

Regimi di trattamento e farmaci antivirali per il trattamento di CHB

Non esiste un trattamento standardizzato per l'epatite virale B. Le decisioni vengono prese individualmente in base agli indicatori virologici e all'entità del danno epatico.

Attualmente, ci sono due diverse strategie di trattamento: somministrazione del corso di interferone-alfa, inclusi analoghi peghilati, o nucleosidi / nucleotidi (AN).

Analoghi nucleosidici: lamivudina, telbivudina, entecavir.

Analoghi nucleotidici: adefovir e tenofovir.

Il vantaggio del trattamento con interferone è che il corso del trattamento è limitato ed è di 1 anno. Inoltre, la resistenza del virus all'interferone non si sviluppa e una persistente risposta virologica persiste molto tempo dopo il corso della terapia. È anche possibile rimuovere completamente il virus con la formazione di immunità (formazione di anti-HBsAg), sebbene ciò avvenga in circa il 20-30% dei casi.

Allo stesso tempo, uno svantaggio significativo di questa tattica sono i gravi effetti collaterali, così come la necessità di somministrazione sottocutanea, che riduce significativamente la tolleranza e la motivazione del paziente al trattamento.

I preparati di interferone sono controindicati in cirrosi scompensata causata da infezione da HBV, una malattia autoimmune, così come in pazienti con depressione grave e psicosi incontrollate e durante la gravidanza.

Entecavir e tenofovir possiedono potenti proprietà antivirali e sono caratterizzati da un'alta barriera genetica allo sviluppo della resistenza. Il loro uso prolungato non causa il virus a sviluppare una mutazione di resistenza al farmaco. Pertanto, possono tranquillamente essere usati come monoterapia di prima linea.

Lamivudina, telbivudina e adefovir sono raccomandati per il trattamento dell'epatite cronica B solo in caso di inaccessibilità di AH più potente o in caso di intolleranza a farmaci più attivi.

La lamivudina è un farmaco poco costoso, ma la monoterapia a lungo termine è spesso accompagnata da mutazione virale e dallo sviluppo di resistenza. Adefovir è meno efficace e più costoso del tenofovir. La resistenza ad esso si verifica più spesso.

La telbivudina è un potente inibitore della replicazione dell'HBV, ma la sua resistenza si sta rapidamente sviluppando in pazienti con un livello basale elevato di DNA dell'HBV o con un livello rilevabile di DNA dell'HBV dopo 6 mesi. trattamento. La frequenza di resistenza alla telbivudina è relativamente piccola nei pazienti con viremia basale bassa (

L'epatite C è completamente trattata? Farmaci per l'epatite C.

Immagina di avere una bomba dentro. Sul suo tabellone digitale, c'è un conto alla rovescia mentre fai le solite faccende domestiche: vai al lavoro, compra generi alimentari, cammina nel parco. In qualsiasi momento può verificarsi un'esplosione che prenderà vita. È una bomba ad orologeria che è l'epatite C, una malattia che in molte persone provoca il panico e uno stato di completa distruzione. È tutto male? Proviamo a capirlo.

Le principali cause della malattia

L'epatite C è trattata? Come ogni altra infezione virale, può essere completamente sradicata dal tuo corpo. Ma prima, scopriamo come arriva. Una malattia di solito penetra attraverso il flusso sanguigno. Puoi infettarti prima di tutto durante qualsiasi procedura medica se vengono violati gli standard sanitari elementari: attraverso una siringa, emodialisi, trasfusioni di sangue, nell'ambulatorio del dentista. Esiste anche la possibilità di contrarre un'infezione a trasmissione sessuale: con un atto non protetto, la probabilità è compresa tra il 3 e il 5 percento. La possibilità di ottenere un "regalo" sotto forma di epatite è abbastanza piccola, ma è meglio non rischiare.

Il rischio di infezione è per il bambino, che trasporta una madre malata: passando attraverso il canale del parto, può prendere l'infezione. Puoi infettarti facendo un piercing o un tatuaggio, se il padrone è malato o è un portatore di virus. E, peggio ancora, in alcuni casi, l'epatite C entra nel corpo attraverso articoli per l'igiene personale come un rasoio, uno spazzolino da denti, un set per manicure. In questo caso, l'infezione non viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria, con abbracci e strette di mano.

sintomi

L'epatite C ha un periodo di latenza: dal momento in cui il virus entra nel sangue fino alla sua manifestazione, occorrono da 2 settimane a 6 mesi. Se la malattia inizia in modo acuto, allora in questo momento la persona avverte dolore alle articolazioni, il suo tratto gastrointestinale funziona male e vi è un aumento della fatica e della debolezza. La temperatura raramente si alza, l'ittero non è osservato.

Se in questo momento diagnosticare la malattia, allora l'epatite C è curabile. Il ritardo minaccia la transizione della malattia in una forma cronica, per liberarsi di ciò che è quasi impossibile. A proposito, un tale risultato è di solito osservato nel 70-80% dei pazienti. E tutto perché la forma acuta si trova raramente, di solito accade casualmente.

La trasformazione della malattia in uno stadio cronico avviene gradualmente per diversi anni. Cosa è pericoloso per l'epatite C in questo momento? In primo luogo, le cellule del fegato vengono distrutte, si verifica la fibrosi. In secondo luogo, il paziente è minacciato di cirrosi, i cui segni sono un addome allargato e l'aspetto di un pattern sotto forma di stelle.

Cosa puoi fare?

Supponiamo di scoprire di essere stato infettato da un virus pericoloso. Per scoprirlo, è sufficiente passare un esame del sangue per l'infezione. Se è positivo, contatta immediatamente il tuo medico di famiglia, che ti rimanda agli specialisti giusti. Quando viene fatta la diagnosi, la prima cosa che ti è richiesta è seguire rigorosamente tutte le prescrizioni e le raccomandazioni del medico. È anche necessario rinunciare all'alcol.

Dimentica la medicina tradizionale: qui è inefficace. Mangiando brodi e tinture, perdi solo tempo prezioso. Puoi anche inviare vari supplementi, che nella pubblicità promettono guarigioni miracolose, nella spazzatura.

Solo un medico esperto selezionerà farmaci adatti (a seconda della complessità e dell'abbandono della malattia) per il trattamento dell'epatite C. È meglio che tu venga visto da un ematologo. Questo è lo specialista che monitora tutte le prove cliniche di nuovi farmaci dal virus e addirittura ne prende parte. Pertanto, è il più competente e sarà in grado di consigliarti la terapia più efficace.

Terapia moderna

Se chiedi al tuo medico se l'epatite C è completamente trattata, è probabile che ti darà una risposta incoraggiante. Nuovi metodi, come la terapia antivirale di combinazione, ad esempio, sono abbastanza efficaci. Recentemente ci sono stati molti studi clinici. Di conseguenza, gli scienziati hanno concluso che il miglior risultato è dato dall'uso simultaneo di due potenti farmaci: Ribavirina e Interferone-alfa. Singolarmente, non sono così potenti.

In alcuni casi, vengono anche prescritti altri farmaci per il trattamento dell'epatite C, ad esempio analoghi nucleosidici. Questo potrebbe essere Adefovir o Lamivudin. Sono in grado di ridurre il tasso di riproduzione del virus e bloccare la raccolta di virioni nel fegato. Di solito, la scelta di un particolare regime di trattamento viene assegnata dopo un esame completo e i test superati. Il trattamento dura da sei mesi a diversi anni, durante i quali è anche necessario seguire una dieta speciale e visitare costantemente il medico.

Altri trattamenti

A volte i medici scelgono una via diversa e prescrivono epatoprotettori ai pazienti: Silimar, Essentiale, Phosphogliv e alcuni altri. Non possiedono un effetto antivirale, ma supportano la funzione del fegato e migliorano le sue condizioni generali. L'epatite C è curabile se a tutto questo si aggiungono gli immunomodulatori, che aiuteranno il corpo a combattere più rapidamente l'infezione. Il più popolare tra questi farmaci "Zadaksin", che viene iniettato nel corpo attraverso iniezioni sottocutanee.

L'epatite C viene trattata se prendi meticolosamente i farmaci giusti e segui le istruzioni del medico? Certo, sì. La cosa principale è non impegnarsi in dilettanti. Oltre agli interferoni, i farmaci più efficaci non esistono ancora. Sebbene la ricerca di nuovi metodi e metodi di trattamento sia in corso. Ricorda anche che il modo rapido ed economico per sbarazzarsi della malattia non esiste. Preparati, avrai bisogno di mostrare la massima pazienza e resistenza, oltre a fare provviste sulle finanze.

Il costo della terapia

Il lato finanziario dei pazienti è interessato non meno alla questione se l'epatite C sia trattata: l'importo fisso esatto è difficile da chiamare, poiché varia. I costi al mese variano tra 500 e 2.500 mila dollari. Se la durata del trattamento è di almeno sei mesi, in questo caso 3.000 è il prezzo iniziale che avresti dovuto preparare in anticipo. Il costo minimo del trattamento annuale allo stesso tempo sarà di circa 6 mila dollari, il massimo - circa 30.

Più efficace e il più recente sviluppo di farmaci stranieri costerà ancora di più, quindi devi sborsare. Soprattutto se sono prodotti da noti marchi farmaceutici. La parte del leone del costo ricade sull'interferone. Se è una droga peghilata di produzione straniera, il suo prezzo raggiunge talvolta altezze trascendentali. Quando le finanze cantano i romanzi, è meglio cavarsela con un mezzo da un produttore nazionale: forse il suo prodotto non è pubblicizzato, ma aiuta altrettanto bene come controparte straniera. È ancora meglio osservare le misure preventive, in modo da non lottare con dove ottenere denaro per trattamenti costosi.

Effetto previsto

I costi finanziari saranno giustificati? Questa domanda preoccupa molti. Certo che lo faranno. Dopotutto, tirando fuori dalla tasca una quantità così buona, non la butti nel vento, ma salva la vita, ripristina la salute. Sì, e il medico ti rassicurerà. Se gli chiedi se l'epatite C cronica viene curata, risponderà di si. Almeno, ci sono più possibilità in questa situazione che con la stessa epatite B. Solitamente nello "stato di sonno" accompagna i pazienti per tutta la vita, diventando più acuto di volta in volta. Quelli che sono riusciti a sconfiggere il virus sono molto pochi - 10-15%.

Per quanto riguarda l'epatite C, le cose vanno molto meglio con esso. Alcuni anni fa, il numero di pazienti recuperati che avevano ricevuto la terapia combinata era del 30-40% della massa totale. Oggi, la medicina ha compiuto diversi passi avanti, anche nella direzione verso il trattamento efficace di questo virus. Pertanto, oggi la percentuale di coloro che hanno guarito è quasi raddoppiata (al 60-80%). Ma per entrare nel loro numero, è necessario compiere il massimo sforzo sia dal medico che dal paziente.

dieta

Il danno al fegato, la sua distruzione e i cambiamenti irreversibili sono ciò che rende pericoloso l'epatite C. E se hai preso il virus, allora mangia bene per alleggerire il carico su un organo già malato. Si consiglia di utilizzare verdure fresche e frutta, bacche, latticini, pesce magro, carne bollita, legumi, cereali integrali, cereali con latte, noci e semi. Bevi molti liquidi per eliminare le tossine dal corpo. Allo stesso tempo, evitare piatti affumicati, salati e grassi, rifiutare i prodotti semilavorati, cibo in scatola, caffè e alcol.

Un menu approssimativo per il giorno potrebbe essere simile a questo:

  1. Colazione - fiocchi d'avena o ricotta Tisana
  2. Pranzo - mele, insalata leggera.
  3. Pranzo - zuppa di verdure, carne bollita, composta.
  4. Cena - patate, grano saraceno o riso con pesce al forno. Tea.
  5. Prima di andare a letto - kefir a basso contenuto di grassi, biscotti dietetici.

Osservando queste semplici regole dietetiche, oltre a prendere le medicine giuste, sei convinto di poter curare l'epatite C. Anche se all'inizio del viaggio ti è sembrato un compito assolutamente impossibile.

Casi in cui l'epatite è intrattabile

Questo di solito accade in forme particolarmente avanzate, quando nel fegato sono iniziati cambiamenti irreversibili e stanno solo progredendo. Una malattia è suscettibile di trattamento se viene diagnosticata negli uomini, i pazienti che hanno più di 40 anni. È anche difficile liberarsi della malattia nei seguenti casi: quando una persona ha il genotipo 1b di un virus, le transaminasi funzionano normalmente o si osserva un'alta attività virale. Altre persone non dovrebbero avere dubbi sul fatto che l'epatite C venga curata, naturalmente è possibile superare il disturbo.

L'efficacia della terapia dipende da molti fattori. Con una lunga durata della malattia, non è facile sradicare l'infezione. Il compito principale dei medici è rallentare il processo della sua riproduzione. Questo è assolutamente realistico nella maggior parte dei casi diagnosticati con l'aiuto di moderni regimi di trattamento retrovirale integrati. Quando l'infezione cessa di moltiplicarsi, i processi infiammatori si attenuano immediatamente e la fibrosi passa.

Controindicazioni

Abbiamo già capito se l'epatite C è completamente trattata. Consideriamo ora i casi in cui la terapia è assolutamente controindicata. In primo luogo, non può essere applicato a quei pazienti che soffrono di gravi difetti cardiaci, hanno pronunciato malattia ischemica o ipertensione, sono trattati per il diabete o malattie croniche dell'apparato respiratorio. In secondo luogo, è impossibile assumere farmaci per l'epatite per le persone che hanno subito un trapianto.

Il trattamento è controindicato per le donne in gravidanza, i bambini sotto i tre anni, le persone con una pronunciata intolleranza all'interferone o altri farmaci per l'epatite. Prima di prescrivere un trattamento, il medico eseguirà un esame completo, fornirà indicazioni su tutti i test e le procedure necessarie al fine di eliminare i rischi esistenti e ottenere il massimo risultato. Ci sono anche casi in cui la terapia non è necessaria. Per ragioni sconosciute, il 15-25% di quelli infetti dal virus si autodistrugge e non diventa cronico.

Prevenzione dell'epatite virale C

Per non soccombere a trattamenti lunghi e costosi, è più facile evitare l'infezione. Per fare ciò, segui queste regole:

  1. Nella clinica, se le è stata fatta un'iniezione, porti una siringa comprata in una farmacia. Oppure controlla che l'infermiera usi uno strumento sterile.
  2. Non usare il rasoio di qualcun altro o altri oggetti sui quali potrebbe rimanere sangue.
  3. Visita solo un dentista collaudato. Assicurati che tutti gli strumenti siano sterilizzati davanti ai tuoi occhi.
  4. Abbandona il piercing e il tatuaggio. Se il desiderio di farli è molto alto, scegli i saloni professionali.
  5. Quando fai sesso con partner diversi, usa un preservativo.

Se l'infezione è ancora avvenuta, dopo aver trattato l'epatite C, cerca di fare attenzione, non calpestare il vecchio rastrello. I metodi preventivi aiuteranno a mantenere la salute e non permetteranno che un virus pericoloso entri nel tuo corpo.

L'epatite C può essere completamente curata?

Al momento, il pubblico percepisce l'epatite di gruppo C come una malattia che progredisce tra le persone che iniettano droghe per via endovenosa. Allo stesso tempo, c'è un gruppo di persone che ha paura di essere infetto da questa forma di epatite al ricevimento in un salone di bellezza o un salone per unghie, e quindi ad adottare ogni sorta di misure di sicurezza.

Epatite: un problema per le persone a rischio?

In quel momento, quando una persona si ammala di epatite, altri problemi urgenti per lui svaniscono in secondo piano. Il compito principale del paziente è una pronta guarigione e il ritorno al solito modo di vivere. L'infezione umana con epatite di gruppo B può verificarsi non solo a contatto con il materiale biologico del paziente.

Ci sono un gran numero di casi in cui questa infezione virale è penetrata nel corpo umano durante le visite allo studio dentistico, al salone del tatuaggio, al gabinetto di manicure, all'istituto medico, ecc. Naturalmente, i tossicodipendenti che si sottopongono a iniezioni endovenose quotidianamente sono a rischio. una siringa è usata da tutta la compagnia.

Come si può ottenere l'epatite C?

L'epatite C viene trasmessa esclusivamente per via parenterale. Durante l'infezione, un'infezione virale penetra nella ferita di una persona, che è contenuta nel materiale biologico di un paziente con epatite.

A differenza dell'epatite del gruppo B, questa forma della malattia viene raramente trasmessa durante il rapporto sessuale non protetto. Secondo le statistiche disponibili, la possibilità di infezione da epatite C tra i partner sessuali che non usano il preservativo è circa il 5% del numero totale di pazienti oltre i 10 anni.

Caratteristiche del virus dell'epatite C.

Il gruppo di virus dell'epatite C non può per molto tempo mantenere la sua vitalità nell'ambiente. Dopo l'essiccazione del sangue, il virus muore, in modo che se le particelle di materiale biologico secco entrano nella ferita aperta di una persona, la malattia non si verifica.

A differenza dell'epatite C, l'infezione virale del gruppo B ha una straordinaria vitalità. Può mantenere la sua attività per decenni sotto qualsiasi influenza esterna.

L'unica possibilità di pulire qualsiasi oggetto dalla presenza di materiale biologico contaminato è di effettuare una sanificazione di due ore a temperature elevate. Il virus dell'epatite B può essere distrutto a una temperatura di 300 gradi.

Come puoi proteggerti dall'epatite?

Gli esperti suggeriscono che le persone effettuano regolarmente misure preventive che aiuteranno a proteggere dalle infezioni da epatite C.

La medicina moderna raccomanda vivamente che vengano prese precauzioni sia per le persone che per i dipendenti delle istituzioni e dei servizi medici:

utilizzare strumenti monouso durante l'esecuzione di procedure mediche;

effettuare regolarmente la sanificazione di strumenti utilizzati da maestri di manicure, tatuaggi e saloni di bellezza;

quando prende il sangue, è necessario effettuare un controllo approfondito del materiale biologico, che deve essere tenuto in quarantena per un certo periodo di tempo;

in caso di sospetto presenza di un virus nel sangue, è necessario ripetere, analisi più dettagliate, ecc.

Come comportarsi quando si visita lo studio dentistico o il salone di bellezza?

Per le istituzioni e le istituzioni mediche in cui sono forniti servizi cosmetici, sono stati sviluppati standard sanitari che riguardano sia la pulizia dei locali che la lavorazione degli strumenti. Attualmente, questi requisiti sono rigorosamente seguiti, dal momento che ogni istituzione è responsabile per la vita e la salute dei propri clienti e non desidera provocare situazioni di problemi per conto proprio.

Nei tatuaggi la situazione è molto più complicata, dal momento che molti armadi funzionano in modo informale e risparmiano su costosi disinfettanti.

Per quanto tempo il virus dell'epatite può essere nel corpo del paziente senza sintomi?

Dopo la penetrazione di un'infezione virale nel corpo umano, ci vorrà un po 'di tempo prima che inizi a moltiplicarsi. In questo momento, il paziente non sperimenterà alcun disagio o altri sintomi inerenti all'epatite di gruppo C. Anche le analisi del sangue in laboratorio non saranno in grado di rilevare la presenza del virus.

La maggior parte dei pazienti apprende che sono portatori del virus dell'epatite B durante un esame completo effettuato prima di un intervento chirurgico programmato.

Quali forme di epatite differiscono l'una dall'altra?

La medicina moderna classifica l'epatite come segue:

L'epatite forma A è curabile e non diventa cronica (è stato sviluppato un vaccino efficace contro di esso);

Forma dell'epatite D - è un virus raro che si sviluppa in pazienti infetti da epatite B;

l'epatite forma F ed E non progrediscono nel territorio della Federazione Russa;

L'epatite B e C sono le forme più comuni di questa malattia, contro cui spesso si sviluppa la cirrosi o il cancro del fegato (il più alto tasso di mortalità per queste forme di epatite oggi).

Chi può essere un portatore del virus?

Quando il virus dell'epatite C penetra nel corpo umano, si verifica quanto segue:

una persona diventa portatrice del virus;

una persona è malata e ha bisogno di cure urgenti.

L'epatite di gruppo C può essere dormiente per il resto della vita e non causare preoccupazione a una persona. Cirrosi epatica in questo caso, alcuni pazienti possono svilupparsi dopo 20 anni dal momento dell'infezione, e in altri pazienti non si sviluppano anche dopo 60 anni.

È necessario curare l'epatite di gruppo C?

Con una diagnosi tempestiva e un trattamento complesso prescritto per i pazienti, c'è una prognosi molto positiva. I moderni metodi di cura dell'epatite C consentono di curare completamente un paziente e, a distanza di alcuni anni dalla fine della terapia, di liberare il sangue dalla presenza di anticorpi di questo virus.

Si prevede che nel prossimo futuro saranno presentati nuovi farmaci che possono aiutare più del 90% dei pazienti con epatite. Alcuni farmaci saranno trasferiti alla registrazione dello stato già quest'anno. Con il loro aiuto, sarà possibile aumentare in modo significativo l'effetto della terapia farmacologica.

L'epatite C può scomparire da sola?

Esiste una categoria di pazienti i cui anticorpi anti-epatite C vengono rilevati durante le analisi del sangue in laboratorio, ma il virus RNA stesso non viene rilevato.

Questi risultati suggeriscono che il paziente aveva recentemente sofferto di epatite, ma si era ripreso al momento dell'esame. Nel 70% dei casi, l'epatite entra in uno stadio cronico e il 30% dei pazienti curati può risanare la malattia.

Il vaccino contro l'epatite B protegge contro l'infezione da questo virus?

Con la progressione dell'epatite B, ai pazienti vengono prescritti farmaci speciali che possono sopprimere il virus e impedirne la riproduzione. Tali farmaci devono essere assunti regolarmente, fino al ripristino della funzionalità epatica.

La vaccinazione contro l'epatite B proteggerà il paziente per 5 anni, dopodiché dovrà essere somministrata la vaccinazione. Se una donna incinta è portatrice di questa forma di virus, può infettare suo figlio al momento del travaglio. Ecco perché questi neonati vengono immediatamente vaccinati contro l'epatite, che impedisce l'ulteriore sviluppo dell'infezione.

A che età dovrebbe essere vaccinato contro l'epatite B?

La partecipazione alla vaccinazione è una questione individuale di ogni persona. Prima di visitare una struttura medica, il paziente deve considerare da sé tutti i possibili rischi di infezione da epatite B in giovane età, quando le persone conducono una vita selvaggia, è necessario essere vaccinati contro questa malattia.

Nella vecchiaia, per una persona, la probabilità di un contatto diretto con il materiale biologico di una persona malata non diminuisce, quindi è meglio fornire una protezione aggiuntiva al proprio corpo. Ogni persona dovrebbe ricordare che dopo 5 anni dalla vaccinazione è necessario effettuare la rivaccinazione.

Posso ottenere l'epatite B attraverso il sesso non protetto?

A causa del fatto che il virus dell'epatite B è contenuto non solo nel sangue del paziente, ma anche in tutte le secrezioni della mucosa, il rischio di contrarre questa malattia aumenta più volte quando si pratica il sesso non protetto. Quando si bacia, il virus può essere trasmesso solo se una persona sana presenta lesioni fresche sulla lingua o sulla mucosa orale.

Ci sarà un vaccino contro l'epatite di gruppo C?

Quando una persona viene infettata dal virus dell'epatite C, il sistema immunitario entra immediatamente nella battaglia, che influisce negativamente sulle cellule del fegato. L'immunità indipendente dal paziente non sarà in grado di far fronte a questa malattia. A tal fine, è stato sviluppato un farmaco in grado di far fronte a questa forma di virus. Nonostante tutti gli studi clinici, che hanno avuto molto successo, questo farmaco non è mai stato presentato sul mercato interno. Nel caso in cui venga eseguita la vaccinazione annuale, il corpo del paziente non riconoscerà più questa infezione virale.

Che cosa dovrebbe fare il paziente se sospetta di avere il virus dell'epatite?

Nel caso in cui una persona sospetti di avere l'epatite, deve contattare uno specialista in malattie infettive in un istituto medico. Uno specialista di profilo ristretto effettuerà un esame completo e, dopo aver confermato la diagnosi, prescriverà un trattamento costruttivo.

Attualmente ci sono centri epatologici speciali che impiegano specialisti altamente qualificati in grado di trattare qualsiasi forma di epatite. Molti pazienti sono trattati in tali istituti medici in base a programmi regionali o quote speciali, a causa dei quali i loro costi complessivi sono significativamente ridotti.

Chi sceglie un trattamento paziente?

Per determinare quale terapia è adatta per un particolare paziente, lo specialista deve condurre un esame completo di esso. Sulla base della storia della malattia, dei risultati delle analisi del sangue in laboratorio e della biopsia epatica, il medico determinerà la probabilità di sviluppare cirrosi.

Nel caso in cui il paziente arriva alla reception, che ha sofferto di epatite per 15 anni e vi è un'alta probabilità per lui, 10 anni dopo, per ottenere la cirrosi epatica, il medico prescrive una terapia costruttiva.

Se un giovane arriva dal medico con sintomi di epatite, che ha portato questo virus per non più di un anno, lo specialista consiglierà di attendere alcuni anni con la terapia, fatte salve tutte le istruzioni e le raccomandazioni. Dopo 5-6 anni, un paziente del genere subirà un ciclo di trattamento che lo libererà dal virus dell'epatite in pochi mesi.

Cosa dovrebbero fare i pazienti?

Nei paesi stranieri sviluppati, i pazienti a cui è stata diagnosticata la forma di epatite C sono sottoposti a un trattamento completo a spese dello stato. Ad esempio, in Ungheria sono stati identificati 3.500 pazienti con diagnosi di epatite B. Lo stato paga per il loro trattamento in toto e si assicura che non possano infettare altri cittadini. Per i pazienti con epatite C, sono stati istituiti 14 centri, nei quali non sono sottoposti solo a visita epatologica, ma anche trattamenti gratuiti.

In Russia oggi non esiste una base legale per lo stato che si assuma la responsabilità della vita e della salute di questa categoria di pazienti. Oggi solo i pazienti con infezione da HIV ricevono medicine gratuite e assistenza medica in istituti specializzati. Nel caso in cui i pazienti con epatite mostreranno più attivamente la loro posizione, nel prossimo futuro lo stato sarà trattato gratuitamente.

Autore dell'articolo: Maxim Kletkin, epatologo, gastroenterologo

Come curare l'epatite C

È possibile curare l'epatite C? I moderni metodi di terapia consentono di ottenere un recupero completo di oltre il 50% dei virus infetti dei pazienti. La malattia è molto insidiosa e spesso diagnosticata per caso, nel processo di ricerca di altre patologie. La penetrazione nel corpo del virus provoca danni agli epatociti (cellule epatiche).

In assenza di una terapia adeguata, aumenta l'area delle aree danneggiate, che porta a conseguenze irreversibili - cancro o cirrosi epatica. Nel sito degli epatiti deformati, il tessuto connettivo grossolano cresce e provoca una diminuzione dell'attività funzionale del fegato.

Da dove inizia la terapia

Per il quadro clinico dell'epatite C è caratterizzata dalla comparsa di numerosi sintomi pronunciati che non consentono a una persona di condurre una vita normale. La malattia non è una condanna a morte, è pericolosa per le sue gravi complicanze. Per prevenire il loro sviluppo, al paziente viene mostrata l'assunzione per tutta la vita di farmaci farmacologici a casa. Quali sono le fasi dello schema terapeutico:

  • eliminazione di infiammazione nel fegato;
  • prevenzione della cirrosi e del cancro del fegato;
  • la distruzione dei patogeni della malattia.

Nel 5-7% dei casi, l'epatite C è completamente guarita senza assunzione di farmaci farmacologici. Ciò è dovuto all'elevata resistenza del corpo umano alle infezioni virali. Dopo il recupero, una certa quantità di anticorpi specifici rimane nel flusso sanguigno. A causa dell'immunità elevata, la persona non solo si è ripresa, ma ha anche acquisito una "vaccinazione" contro la patologia.

Se i virus sono stati rilevati durante il test di laboratorio, uno stretto specialista è coinvolto nella scelta dei metodi di trattamento. È lui che decide se è necessaria una terapia attiva per il paziente, quali farmaci devono essere utilizzati. La selezione dei farmaci è individuale e si basa sui seguenti fattori:

  • età;
  • genere;
  • i tempi della presenza di virus nel corpo;
  • genotipo del patogeno;
  • predisposizione alla formazione di fibrina.

Assicurati di condurre un esame del paziente per determinare la propensione al verificarsi della cirrosi. Per questo, i test sono condotti per la presenza di marcatori immunogenetici:

  • citochine;
  • proteine ​​immunoregolatrici;
  • fattori di fibrinogenesi.

Dopo aver valutato il grado di formazione della fibrina, i medici iniziano a curare il paziente. Viene effettuato su base urgente se la probabilità di un rapido danno alle cellule epatiche e la formazione di un tumore maligno è alta.

Quanto costa il trattamento?

Il costo di una terapia rapida ed efficace per l'epatite C è notevole. In precedenza nel nostro paese c'era un programma statale che aiuta a fornire ai pazienti le medicine necessarie gratuitamente. Per diversi anni è stato chiuso e tutte le spese per il trattamento della patologia virale sono cadute sui malati e sui loro familiari. Ma c'è un'eccezione: se a un paziente viene diagnosticato l'HIV oltre all'epatite C, la terapia verrà effettuata a spese pubbliche.

Il trattamento della patologia dura da diversi mesi a 1-2 anni. Il costo di un corso terapeutico, tenendo conto di tutti i farmaci utilizzati, inizia da 50.000-60.000 rubli, e il prezzo massimo può superare 750.000 rubli. Il trattamento del virus del genotipo 1b è il più costoso, ma anche a costi considerevoli esiste il rischio di esacerbazione della malattia. Se il paziente non ha soldi, puoi provare a risolvere il problema a livello locale o regionale.

La terapia con i farmaci più moderni con comprovata efficienza non è alla portata di tutti coloro che sono malati. Il costo di una fiala è di circa 10.000 rubli, e per il trattamento 4-5 tali fiale sono necessarie ogni mese. Oltre alle soluzioni per la somministrazione parenterale, il trattamento è dato con pillole, che costa al paziente altri 4.000-5.000 rubli al mese. Il prezzo di un corso terapeutico varia tra 500 000-750 000 rubli senza tenere conto del costo degli studi di laboratorio e strumentali. Molti pazienti scherzano tristemente sulla fortuna di coloro che, oltre all'epatite C, sono portatori di HIV.

Il metodo moderno di diagnosi dell'elastometria non è disponibile per la maggior parte dei pazienti. Il problema risiede non solo nel costo della procedura, ma anche nella sua bassa disponibilità. I fibrosciani sono solo in grandi centri regionali o regionali, ma anche l'iscrizione a uno studio non è facile. L'elastometria è un metodo diagnostico non invasivo che consente di valutare rapidamente il grado di danno epatico o l'efficacia del trattamento.

L'epatite C non viene trattata con rimedi popolari. Anche in assenza di denaro per una terapia a pieno titolo, è meglio acquistare farmaci farmacologici che ripristinano le cellule epatiche danneggiate. Sono composti da ingredienti naturali che non causano effetti collaterali. Tali farmaci includono Carsil e Hofitol.

L'epatite C distrugge lentamente le cellule del fegato

Schema terapeutico

Non è stato sviluppato uno standard di trattamento che aiuti a liberarsi definitivamente dell'epatite C. L'approccio ad ogni paziente è diverso: dopo una diagnosi approfondita, i medici confrontano i loro risultati con i seguenti fattori:

  • il grado di danno epatico;
  • la probabilità di effetti collaterali;
  • predisposizione individuale a farmaci farmacologici;
  • valutazione della probabilità di successo della terapia;
  • atteggiamento paziente.

È stata dimostrata l'efficacia del trattamento dell'epatite C con una combinazione di ribavirina e interferone. Appartengono a farmaci ad ampio spettro, che sono adatti per il trattamento di quasi tutti i genotipi del patogeno. L'interferone è scarsamente tollerato da molti pazienti e ci sono difficoltà con la sua acquisizione.

Prima del trattamento, il paziente viene avvertito del costo del trattamento e della necessità di un trattamento costante. Se in qualsiasi momento il paziente ha esaurito i fondi e non assume farmaci, i virus sviluppano una resistenza nei loro confronti. Nella maggior parte dei casi, quando riprende la terapia, la sua efficacia sarà estremamente bassa.

La probabilità di recupero aumenta in base alla presenza dei seguenti segni e fattori nei pazienti:

  • Razza Europoid;
  • appartenente al sesso femminile;
  • costruzione sottile;
  • età inferiore a 40-45 anni;
  • mancanza di dipendenza da insulina;
  • lieve danno all'epatite.

Nonostante il numero significativo di effetti collaterali di interferone, è la sua combinazione con ribavirina che consente di ottenere il massimo effetto terapeutico. Migliora l'azione del farmaco antivirale, porta in modo significativo il recupero. Una o due volte alla settimana viene somministrato al paziente un interferone a breve durata d'azione e il farmaco a lunga durata d'azione è indicato per l'uso quattro volte al mese. La ribavirina viene utilizzata ogni giorno in dosi individuali.

La durata del ciclo di trattamento dipende da molti fattori, ma il genotipo del virus è decisivo. Se a una persona viene diagnosticato un secondo o terzo genotipo dell'agente patogeno dell'epatite C, allora la probabilità di guarigione completa supera il 90%. Quando viene rilevato il primo genotipo del virus, è possibile eliminare la patologia nel 45-50% dei casi. La presenza di controindicazioni all'uso di Ribavirina rallenta il recupero, ma non lo esclude.

Quando la terapia combinata non viene eseguita

Il trattamento dell'epatite C non è solo complicato e costoso, non è adatto a tutti. In quali casi non viene effettuata la terapia di combinazione:

  • bambini sotto i 3 anni;
  • la gravidanza;
  • la presenza di organi donatori trapiantati;
  • idiosincrasia a ribaverina o interferone;
  • ipertiroidismo - la sovrapproduzione di ormoni da parte della ghiandola tiroidea;
  • insufficienza cardiaca cronica;
  • ostruzione dei polmoni;
  • ischemia polmonare.

La terapia con epatite C può essere ritardata fino alla completa eliminazione dello scompenso cardiaco o dell'ostruzione polmonare. Per alleviare le condizioni del paziente e prevenire la diffusione del virus, il trattamento viene eseguito secondo schemi personalizzati.

Prima di prescrivere farmaci farmacologici, è necessario un esame completo dei pazienti per la presenza di malattie concomitanti.

Nonostante il pericolo di epatite C, i farmaci utilizzati possono seriamente peggiorare il benessere di una persona a causa dell'elevato numero di effetti collaterali. In alcuni casi, i medici confrontano i rischi e i benefici dell'uso di droghe. Quali conseguenze possono verificarsi:

  • l'assunzione di ribavirina può causare una diminuzione dell'emoglobina nel sangue. Per la prevenzione e il trattamento dell'anemia da carenza di ferro, i pazienti vengono mostrati prendendo integratori di ferro;
  • la terapia ha un effetto negativo sulla ghiandola tiroidea. La sua attività funzionale può sia aumentare che diminuire. Durante il ricevimento di Ribavirina e Interferone, lo stato della ghiandola endocrina è costantemente monitorato a causa dell'elevata probabilità di disturbi irreversibili;
  • durante il trattamento, i pazienti subiscono una perdita di capelli moderata. Dopo il recupero, i capelli sono completamente restaurati;
  • L'interferone contribuisce all'insorgenza dei sintomi influenzali: dolori alle articolazioni, ipertermia, febbre, che diminuiscono dopo la maggior parte del trattamento. Per ridurre la gravità degli effetti collaterali, i medici raccomandano di iniettare farmaci prima di coricarsi. I farmaci utilizzati nel trattamento dell'epatite C, provocano la disidratazione. Per ricostituire i liquidi corporei, è necessario bere almeno 2 litri di acqua pura non gassata al giorno;
  • il trattamento combinato a volte porta a difficoltà ad addormentarsi e riduce la qualità del sonno. Per un recupero rapido e completo, sono necessari forza e un certo atteggiamento e la persona si sente completamente rotta al mattino. Si consiglia ai pazienti di assumere farmaci con un lieve effetto sedativo: infusi di valeriana, melissa, motherwort, menta;
  • la stessa presenza di epatite C provoca depressione e una sensazione di completa disperazione. E i farmaci farmacologici aggravano così questa condizione che molti pazienti rifiutano il trattamento a causa di apparente futilità. Per eliminare la depressione, è indicato il trattamento antidepressivo e si consiglia la consulenza con uno psicoterapeuta. In alcuni pazienti, i disturbi neurologici possono causare: mancanza di appetito, instabilità emotiva, aumento dell'ansia, riduzione della potenza e pensieri suicidi. Questi effetti collaterali eliminano bene Fluoxetine e Zoloft.

Effetti indesiderati rari comprendono ridotta acuità visiva e distress respiratorio, causato da ridotta funzionalità polmonare. La comparsa di tosse secca o umida - un segnale per esaminare il paziente per eliminare un ascesso.

Epatoprotettori usati nel trattamento dell'epatite C

epatoprotettori

Tratta l'epatite C cronica solo gli epatoprotettori non possono. Non hanno la capacità di distruggere i virus e impedire loro di danneggiare le cellule del fegato. I preparati sono indicati per l'uso come agenti che aumentano l'attività funzionale di un filtro biologico. La composizione di epatoprotettori comprende piante medicinali, silimarina, fosfolipidi e un estratto di fegato di bovino. Aiuta ad accelerare il recupero dell'epatite:

  • Legalon;
  • Essentiale forte;
  • Liv-52;
  • Phosphogliv e Phosphogliv forte.

Condurre un ciclo di trattamento con epatoprotettori aumenta la resistenza delle cellule epatiche alle infezioni virali, previene il danno agli epatociti e contribuisce al loro recupero.

Panoramica dei nuovi farmaci

Recentemente sono stati sintetizzati i farmaci anettici Boceprevir e Telaprevir. Il loro uso consente di ottenere una cura completa per oltre l'80% dei pazienti. L'azione dei farmaci antivirali è il blocco completo di enzimi specifici, che impedisce la riproduzione attiva del virus e il danneggiamento delle cellule epatiche. Quali sono le caratteristiche della ricezione Telaprevir e Böceprevir:

  • utilizzato nel trattamento di pazienti con il primo genotipo del patogeno della patologia;
  • l'applicazione è possibile solo insieme a interferone e ribavirina;
  • non adatto per la somministrazione parenterale;
  • può essere usato nel trattamento della cirrosi epatica;
  • non usato quando i pazienti hanno una predisposizione individuale alla ribavirina o all'interferone;
  • i dosaggi sono selezionati individualmente.

Questi farmaci antivirali sono molto costosi e allo stesso tempo hanno gravi effetti collaterali. Nel corso del trattamento, i pazienti possono essere diagnosticati con anemia sideropenica, reazioni allergiche, cambiamenti nel gusto.

L'epatite C non viene trattata con interferone e ribavirina durante la gravidanza.

Quasi tutti i farmaci utilizzati nel trattamento dell'epatite C, possono accumularsi nel corpo e provocare reazioni specifiche. Le donne recuperate dovrebbero aspettare circa un anno e mezzo prima di concepire, in modo che le sostanze attive vengano gradualmente rimosse dalle cellule e dai tessuti.

L'assunzione di ribavirina e interferone può causare anomalie congenite e mutazioni. Questo è il motivo per cui non esiste una terapia per le donne in cui l'epatite C è stata rilevata durante la gravidanza del bambino. Hanno mostrato un trattamento di supporto con epatoprotettori a casa.

Opinioni di pazienti

L'efficacia del trattamento dell'epatite C può essere valutata leggendo le recensioni di persone che hanno recuperato o hanno appena iniziato a prendere farmaci farmacologici.

Elena, Nizhny Novgorod:

"È impossibile arrendersi - è stato dalla mia esperienza che è stato possibile sconfiggere l'epatite C. Sono stato curato per più di sei mesi con un interferone. Quello che mancava: i capelli cadevano, a causa di una mancanza di ferro, le unghie esfoliate e lividi apparivano su tutto il corpo. Vertigini e periodicamente ci fu il panico. Sono passati cinque anni, passo regolarmente i test e sono sempre puliti. "

"Non ho capito subito che tutto dipende dal medico. Il primo annuì e mi scrisse solo Liv-52 e Essentiale forte. E ho un virus del primo genotipo, che tipo di epatoprotettore ci sono... Solo dalla terza volta ho trovato uno specialista competente e ho iniziato il trattamento con Ribavirina e Interferone. Ora sono completamente in salute. "

"Ho trovato un virus per caso, durante la registrazione per la gravidanza. Shock. Ha visto epatoprotettori, seguito la dieta raccomandata. Il bambino è nato sano e ho subito iniziato a pungere Interferone e bere Ribavirin. Invece di godersi la maternità, cadde in una grave depressione. Ora ricordo tutto come un sogno terribile: completamente sano, mia figlia è già in prima elementare. "

A causa della terapia costosa, le persone spesso si chiedono: per quanto tempo vivono i malati se non vengono curati per l'epatite C? Tutto dipende dallo stato iniziale della salute umana e dal genotipo del virus. Nessun medico risponderà a questa domanda nemmeno approssimativamente. In ogni caso, non puoi arrenderti: l'epatite C è estremamente curabile.


Articoli Correlati Epatite