Epatite C

Share Tweet Pin it

Questo articolo è stato preparato da importanti esperti tedeschi con lo scopo di fornire a tutte le parti interessate informazioni complete sull'epatite C.

Epatite C: il recupero è possibile e le probabilità sono più alte che mai. Vi auguriamo forza, ottimismo e persone che vi saranno vicine. Vogliamo che tu possa presto dire: "Epatite C? Questo è già nel passato!"

Perché io?

Non chiedertelo, nessuno ti darà la risposta. Non guardare indietro, guarda avanti, accetta questa sfida. La tua partecipazione attiva è ora richiesta, combatti con il tuo medico e la famiglia contro la tua malattia. Puoi vincere!

Ho la possibilità di recuperare?

La risposta a questa domanda è SÌ!

Le probabilità di vincere l'epatite C oggi sono più alte che mai!

Grazie ad un'intensa attività di ricerca e sviluppo negli ultimi anni, sono state create terapie con le quali molte persone affette da epatite C hanno già sconfitto il virus. Ti aiuteremo ad affrontarlo.

Posso infettare il mio partner e i miei familiari?

L'epatite C viene trasmessa attraverso il contatto con il sangue. Con alcune precauzioni, puoi proteggere il tuo ambiente personale molto bene e, tuttavia, nella comunicazione quotidiana tra di loro non devi rinunciare all'amore e alla tenerezza. In ogni caso, dovresti informare il tuo compagno di vita della malattia. Troverai supporto nel tuo ambiente personale. Insieme ti senti più forte!

Dovrei avvisare il datore di lavoro?

Non devi dire al tuo datore di lavoro che hai l'epatite C. Tuttavia, devi sempre prestare attenzione al fatto che il tuo lavoro non comporta il rischio di infettare altre persone (ad esempio, una professione in cui in determinate circostanze può verificarsi il contatto diretto con il sangue, ad esempio rappresentanti delle professioni mediche, assistenti di laboratorio, ecc.)

Chi mi aiuterà in futuro?

Un medico specializzato nel trattamento di pazienti affetti da epatite può aiutarti, con le parole e le azioni, a prendere decisioni, oltre a consigliarti sulle attuali opzioni di trattamento. Un tale dottore in una squadra con il suo staff ha una vasta esperienza nel trattamento dell'epatite C e ti supporterà con tutto ciò che può.

Sentiti libero di porre le tue domande ed esprimere tutte le preoccupazioni.

Cosa posso fare?

Accetta la sfida per te, non sopportare la situazione!

Rispettare scrupolosamente le raccomandazioni mediche del proprio medico e assumere le medicine prescritte per lei esattamente come prescritto. Utilizza anche fonti di informazione esistenti e scopri di più sulla tua malattia. Ben armati di conoscenza, sarai in grado di prendere decisioni imminenti in modo più responsabile; la conoscenza ti darà forza nella lotta contro il virus.

Cos'è l'epatite C?

L'epatite C è una malattia virale che tutti possono ottenere, in linea di principio, ma pochissimi di quelli infetti sanno di avere il virus dell'epatite C. Si sentono generalmente poco importanti, si stancano rapidamente, perdono l'appetito e semplicemente non sono così efficienti. come prima. Poiché questi sintomi non sono specifici, vale a dire ci possono essere molte altre cause, quindi spesso la malattia non viene rilevata immediatamente.

Solo un esame del sangue può chiarire. Questo cosiddetto test dell'epatite C dell'epatite C e / o l'individuazione di informazioni genetiche (RNA - acido ribonucleico) del virus C (RNA HCV abbreviato) nel sangue di una persona può chiaramente dimostrare la presenza di un virus.

Dopo aver trovato la malattia, la gente si pone la domanda: "Da dove viene l'infezione?" È spesso impossibile dare una risposta esatta a questa domanda. Solo pochi pazienti sanno quando e come sono stati infettati. Per le prospettive di un trattamento efficace, la modalità di trasmissione non è importante, ma il tempo dell'infezione è importante. Quanto prima viene rilevata l'infezione, maggiori sono le possibilità di una cura.

Virus dell'epatite C e malattia da epatite C.

"Non esiste un vaccino contro il virus dell'epatite C, ma esiste una terapia per la malattia dell'epatite C."

L'epatite significa l'infiammazione del fegato causata nella maggior parte dei casi dal virus. In totale, sono noti almeno sette diversi virus dell'epatite (A, B, C, D, E, F e G), di cui i virus dell'epatite A, B e C sono i più comuni.Inoltre, il virus dell'epatite C ha almeno sei diversi tipi, i cosiddetti genotipi, che a loro volta hanno una trentina di sottotipi.

La peculiarità del virus dell'epatite C è la sua capacità di cambiare continuamente, quindi non è stato ancora possibile sviluppare un vaccino contro il virus dell'epatite C, a differenza, ad esempio, dell'epatite A e B.

Quando i virus dell'epatite C entrano nel flusso sanguigno, vengono distribuiti in tutte le parti del corpo. Alcune cellule del corpo sono particolarmente "attraenti" per il virus dell'epatite C. Il virus utilizza alcune di queste cellule come "rifugio" e risiede in esse senza ulteriori danni.

In particolare, le cellule epatiche forniscono l'epatite C, che sembra essere la condizione ideale per la riproduzione. Come risultato di una forte riproduzione, il virus inizia a distruggere gradualmente le cellule del fegato. La risultante reazione infiammatoria nel fegato è un tentativo da parte dell'organismo di combattere il virus dell'epatite C.

Allo stesso tempo, il virus dell'epatite C è una malattia più grave dell'epatite A, perché nella maggior parte dei pazienti (circa l'80-90%) senza trattamento, diventa cronica. Di conseguenza, la cirrosi può svilupparsi dall'epatite C (restringimento del fegato con perdita delle sue funzioni). Nel peggiore dei casi, le cellule epatiche iniziano a degenerare dopo decenni e il carcinoma epatico (carcinoma epatico) inizia a svilupparsi.

L'unica via d'uscita in questi casi è solo il trapianto di fegato. Il trapianto di fegato è un trapianto di organi da un donatore a un ricevente (ricevente). Il trapianto di fegato viene effettuato in centri speciali ed è associato a soggiorni di più giorni.

Il trattamento dell'epatite C, eseguito con l'aiuto di farmaci appropriati, può ostacolare tale sviluppo e in molti casi porta al completo recupero.

Con quale frequenza si manifesta l'epatite C?

L'epatite C non è una malattia rara!

In Europa, circa tre o cinque milioni di persone sono infette dal virus dell'epatite. La maggior parte di loro sono portatori di virus che non ne sono consapevoli.

Come puoi essere infettato?

L'infezione da virus dell'epatite C avviene sempre attraverso il contatto diretto con sangue o tessuti contenenti il ​​virus.

Esistono molti modi per contrarre il virus dell'epatite C e sono uniti nel fatto che l'infezione viene sempre trasmessa attraverso il contatto diretto con il sangue oi tessuti contenenti il ​​virus.

I modi più frequenti per trasmettere il virus sono:

  • Uso di droghe per via endovenosa

L'uso di droghe per via endovenosa comporta un alto rischio di infezione. Spesso, molte persone usano la stessa siringa, "condividendo un ago" ("ago-shering"). Attraverso le particelle di sangue nella siringa o nell'ago, l'infezione può essere trasmessa all'utente successivo.

  • Trasfusione di sangue o prodotti sanguigni.

Fino al 1991, la trasmissione del virus dell'epatite C avveniva in molti casi attraverso trasfusioni di sangue o attraverso prodotti sanguigni (come durante operazioni o dialisi, cioè un metodo di purificazione del sangue eseguito utilizzando un rene artificiale). Ad oggi, questa via di trasmissione è praticamente eliminata a causa del controllo rigoroso e dei metodi di pulizia affidabili.

  • Contatto medico con sangue contaminato.

Le persone che lavorano in campo medico e quindi si occupano di sangue contaminato sono particolarmente a rischio. In questo caso, può verificarsi un involontario contatto del sangue con il sangue e, quindi, la trasmissione del virus dell'epatite C, ad esempio, a seguito di una puntura accidentale dell'ago.

L'infezione non è solo sangue fresco. Il sangue secco, ad esempio, su un dispositivo da barba o una medicazione, può anche causare infezioni. È quindi essenziale evitare qualsiasi contatto con il sangue delle persone infette.

Secondo gli ultimi dati scientifici, la trasmissione di infezioni attraverso fluidi contenuti nel corpo come saliva, sudore, lacrime o sperma è molto improbabile. Tuttavia, il virus dell'epatite C può essere trasmesso sessualmente, sebbene il rischio di trasmissione sia relativamente piccolo e dipende in gran parte dalla modalità del rapporto sessuale.

Per quanto tempo l'epatite C rimane infettiva?

La capacità del paziente di infettare altre persone inizia con la sua stessa infezione e persiste fino a quando il virus dell'epatite C è presente nel sangue.

Virus e fegato.

Dopo essere entrati nel corpo, il virus dell'epatite C inizia a moltiplicarsi nel fegato, causando infiammazione e degenerazione del tessuto epatico nel tessuto connettivo. Questo - considerando il periodo a lungo termine - può limitare la funzione del fegato.

Per capire meglio questi effetti dell'epatite C, è importante conoscere la funzione del fegato.

Funzioni del fegato.

Il fegato è l'organo più importante del metabolismo e quindi indispensabile.

Il fegato è la più grande ghiandola del corpo umano, del peso di circa 1500 g. Si trova nell'addome superiore destro ed è protetto da costole.

Essendo l'organo centrale del metabolismo del nostro corpo, il fegato ha molte funzioni vitali:

  • espelle fino a un litro di bile al giorno. La bile è necessaria per la digestione dei grassi e alcune vitamine dal cibo;
  • prende sostanze digeribili dal sangue, riorganizza gli elementi proteici (aminoacidi) in proteine ​​autogene (originate nello stesso organismo), accumula zuccheri e fornisce nutrienti ricchi di sangue alle cellule del corpo attraverso il sangue;
  • divide i vecchi globuli rossi "soddisfatti";
  • abbatte le tossine, che vengono poi espulse dal corpo attraverso i reni e la bile;
  • produce i precursori degli ormoni sessuali e dei grassi autogeni;
  • sintetizza importanti fattori per la normale coagulazione del sangue.

Il corso naturale dell'epatite C.

Dal momento dell'infezione fino alla comparsa dei primi sintomi, di solito ci vogliono da uno a sei mesi (periodo di incubazione). Ci sono epatite C acuta e cronica

Epatite acuta C.

L'epatite C acuta nella maggior parte dei casi diventa cronica.

La diagnosi di epatite C acuta è molto rara. Ciò è dovuto al fatto che l'epatite C in forma acuta fondamentalmente non si manifesta in alcun modo o mostra solo disturbi non caratteristici.

Pertanto, il 70-80% dei pazienti con epatite C acuta non presenta alcun sintomo (si tratta di epatite C asintomatica) e solo il 20% circa presenta sintomi come affaticamento, affaticamento e / o ittero (si tratta dell'epatite C sintomatica acuta).

In rari casi (circa il 10-20% di quelli infetti), l'epatite C acuta si risolve durante i primi mesi dopo l'infezione. Ma nella maggior parte dei casi, il sistema immunitario degli individui infetti non è in grado di neutralizzare il virus senza supporto esterno.

Conseguenza: l'epatite C acuta diventa cronica.

Epatite cronica C.

Di conseguenza, senza trattamento, altre malattie possono svilupparsi a partire dall'epatite C.

Nell'80-90% dei casi, l'epatite C acuta diventa cronica.

A proposito di epatite cronica parlare quando il virus rimane nel corpo per più di 6 mesi.

Come risultato della costante moltiplicazione del virus dell'epatite C, l'intero fegato è in uno stato di un processo di infezione a lungo termine.

Le speciali cellule di difesa del corpo riconoscono le cellule del fegato infette e le uccidono. Invece di queste cellule del fegato, si forma il tessuto connettivo, si forma tessuto cicatriziale nel fegato.

Possibili malattie a causa dell'epatite C cronica

Le persone con epatite C cronica hanno un rischio significativamente più elevato di cirrosi epatica (riduzione del fegato) o carcinoma del fegato (cancro del fegato) se la malattia non viene curata.

Fibrosi e cirrosi epatica (fegato rugoso)

In presenza di fibrosi epatica, si tratta di cambiamenti cicatriziali nel tessuto epatico. A poco a poco, la fibrosi porta al restringimento del fegato e alla perdita delle sue funzioni. Quando la maggior parte del fegato (fegato avvizzito) è diventato un tessuto cicatriziale.

Circa il 25% delle persone con epatite C per più di 20 anni e che non ricevono trattamento sviluppano cirrosi epatica. L'insorgenza di cirrosi è accelerata da altri fattori di rischio, come, ad esempio, l'abuso di alcol o droghe.

Insieme con il restringimento del fegato e la perdita delle sue funzioni associate a questa perdita, la cirrosi epatica può portare a complicazioni, alcune delle quali sono pericolose per la vita.

In un anno, l'1-5% dei pazienti con cirrosi epatica sviluppa un carcinoma a cellule del fegato.

Possibilità di diagnosticare l'infezione e determinare lo stadio della malattia.

I sintomi dell'infezione con il virus dell'epatite C all'inizio non sono sufficientemente non ambigui, in modo che possano essere accuratamente distinti da altre malattie più lievi, come le infezioni respiratorie acute.

Spesso la diagnosi viene fatta solo molti anni dopo l'infezione durante un esame preventivo, che rivela elevati parametri biochimici del sangue (transaminasi).

Pertanto, al fine di determinare sia la malattia stessa che lo stadio della malattia, sono necessari vari studi.

Fegato e dolore al fegato

Il fegato stesso non causa dolore.

Non ci sono fibre nervose nel fegato stesso, e quindi non può causare dolore, ma se il fegato è ingrandito a causa di processi infiammatori, la capsula del tessuto connettivo che circonda i tempi del fegato, e questa viene percepita come una sensazione di pressione o dolore quando viene premuto.

Esame del fegato.

Al primo esame manuale, il medico può stabilire la dimensione e la struttura approssimative del fegato mediante palpazione e picchiettamento. L'esame ecografico (ad esempio, l'ecografia - l'uso degli ultrasuoni come metodo di imaging per l'esame dei tessuti organici) fornisce una stima più accurata. Grazie a lui, puoi identificare un aumento o una diminuzione del corpo, così come altre caratteristiche.

Esame del sangue

La prima ragione per ipotizzare la presenza di epatite C può dare un aumento dei parametri del sangue biochimico di laboratorio, le cosiddette transaminasi. La tabella fornisce una panoramica di questi indicatori e il loro significato:

Quando si stabiliscono elevati GOT (AST) e HGP (ALT), la seguente valutazione dell'estensione del danno epatico viene effettuata calcolando il cosiddetto rapporto AST / ALT.

Tutto sull'epatite C

L'epatite C ("c", epatite C) è una malattia infettiva del fegato causata da un virus. L'infezione causata dal virus dell'epatite C può svilupparsi in qualsiasi persona ed è più comune nei giovani. L'incidenza dell'epatite C è in aumento.

Il virus dell'epatite C viene trasmesso attraverso il sangue. La maggior parte dei casi di epatite C si sviluppa inosservata e diventa cronica con un ciclo pluriennale senza sintomi. L'epatite C cronica risponde bene al trattamento con nuovi farmaci. L'attuale vaccino per la prevenzione dell'epatite C non esiste ancora, ma l'infezione può essere evitata.

In queste pagine puoi scoprire di più sull'epatite C.

Infezione da virus dell'epatite C.

Chi ottiene l'epatite C più spesso?

L'epatite C è più comune tra i giovani. Tuttavia, l '"età" dell'infezione sta gradualmente aumentando.

Più di 170 milioni di persone nel mondo sono affette da epatite C cronica. Ogni anno 3-4 milioni di persone si infettano. La malattia è comune in tutti i paesi, ma non uniforme.

Dove posso ottenere l'epatite C?

Puoi essere infetto quando esegui piercing, tatuaggi - nei rispettivi saloni. Tuttavia, secondo le statistiche, è più spesso infetto in luoghi in cui vi è un uso congiunto di droghe iniettabili. Alto rischio di infezione nelle carceri. Il personale medico può essere infettato al lavoro (in un ospedale, in una clinica) se è ferito mentre lavora con sangue infetto. Le trasfusioni di sangue (trasfusioni di sangue) sono raramente la causa dell'infezione nei pazienti al momento, il loro contributo non supera il 4%. In precedenza, l'epatite C era caratterizzata come "post-trasfusione". Il rischio di infezione da procedure mediche può persistere nei paesi in via di sviluppo. Se le norme sanitarie sono gravemente violate, qualsiasi ufficio in cui vengono eseguite le procedure mediche può diventare un luogo di infezione.

Spesso, con l'epatite C, non è possibile stabilire l'esatta fonte di infezione.

Come è la trasmissione dell'infezione?

Il principale meccanismo di infezione è ematogeno, parenterale (attraverso il sangue). Molto spesso, l'infezione con il virus dell'epatite C si verifica quando viene iniettata una quantità sufficiente di sangue infetto quando viene iniettato un ago comune.

L'infezione può verificarsi quando piercing e tatuaggi vengono eseguiti con strumenti contaminati dal sangue del paziente o dal portatore di infezione, eventualmente con la condivisione di rasoi, accessori per unghie e persino spazzolini da denti (sangue infetto che può causare infezioni) con un morso.

L'infezione da epatite C con l'introduzione di prodotti sanguigni durante operazioni e lesioni, l'introduzione di farmaci e vaccinazioni di massa, negli studi dentistici è meno probabile nei paesi sviluppati.

Infezione a trasmissione sessuale

La trasmissione sessuale dell'epatite C è di scarsa rilevanza. Con il contatto sessuale non protetto con un vettore di virus, la probabilità di trasmissione è del 3-5%. In un matrimonio monogamico, il rischio di trasmissione è minimo, ma aumenta con un gran numero di partner e connessioni casuali. Non è noto quanto il sesso orale contribuisca alla trasmissione.

I preservativi sono raccomandati per le persone che hanno rapporti sessuali con persone con epatite C o portatori del virus. In questo caso, di regola, non si può dire dall'aspetto di una persona se è malato di epatite C, e ancor meno se è portatore del virus.

Trasmissione dell'epatite C da madre a figlio

Il virus dell'epatite C viene raramente trasmesso da una madre infetta al feto, non più del 5% dei casi. L'infezione è possibile solo durante il parto, con il passaggio del canale del parto. Prevenire l'infezione oggi non è possibile.

Nella maggior parte dei casi, i bambini nascono sani. I dati sul decorso dell'infezione a lungo termine non sono ancora sufficienti e non sono stati sviluppati protocolli per il trattamento dei neonati.

Non ci sono dati e indica la possibile trasmissione del virus con il latte materno. Si raccomanda l'allattamento al seno in presenza di epatite C nella madre, se ci sono violazioni dell'integrità della pelle delle ghiandole mammarie, sanguinamento.

La trasmissione dell'epatite C si verifica nei normali contatti domestici?

L'epatite C non viene trasmessa da goccioline trasportate dall'aria (quando si parla, starnutisce, con la saliva, ecc.), Quando si stringono le mani, si abbracciano, si usano utensili, cibo o bevande comuni. Se nella vita di tutti i giorni si è verificata una trasmissione di infezione, una particella ematica da un paziente o un portatore di virus dell'epatite C deve entrare nel sangue della persona infetta (in caso di lesioni, tagli, abrasioni, ecc.).

I pazienti e i portatori del virus dell'epatite C non dovrebbero essere isolati dai familiari e dalla società, non dovrebbero essere limitati o creare condizioni speciali nel lavoro, a scuola, nella cura di loro (bambini, anziani) solo sulla base della presenza di infezione.

Come faccio a sapere se ho il rischio di contrarre l'epatite C?

Vi sono gruppi di persone a più alto rischio di contrarre l'epatite C. Gli epidemiologi CDC identificano tre gradi di aumento del rischio. Il più alto rischio di infezione sono:

· Iniezione di tossicodipendenti

· Persone con cui i fattori di coagulazione del sangue sono stati trasfusi prima del 1987

Il rischio intermedio (medio-alto) di infezione da epatite C ha:

· Pazienti in emodialisi (apparato "rene artificiale")

· Persone a cui sono stati trapiantati organi (trapianto) o ai quali è stato trasfuso sangue prima del 1992 ea tutti coloro che hanno ricevuto trasfusioni di sangue da un donatore che si è successivamente trovato con un risultato positivo per l'epatite C

· Persone con malattie epatiche non specificate (problemi)

· Neonati nati da madri infette

Le seguenti categorie (aumento a basso rischio) includono:

· Operai medici e lavoratori del servizio sanitario-epidemiologico

· Persone che hanno rapporti sessuali con molti partner

· Le persone che hanno rapporti sessuali con un partner infetto

Le persone nei gruppi ad alto e medio rischio devono essere testate per l'epatite C. Tuttavia, i test dovrebbero essere eseguiti anche nei casi in cui (ad esempio) l'uso di droghe per via iniettiva si è verificato solo una o più volte molti anni fa. L'epatite C è anche testata da tutte le persone infette da HIV. Nei bambini nati da madri infette, l'analisi viene eseguita all'età di 12-18 mesi. I medici dovrebbero essere esaminati in tutti i casi di presunto contatto con sangue infetto (ad esempio, se si pungono con un ago o con il sangue colpiscono l'occhio).

Gli individui di determinati gruppi di rischio per l'epatite C dovrebbero essere vaccinati contro l'epatite B, in quanto hanno il rischio di infezione con questa infezione.

Quali test stabiliscono il fatto dell'infezione?

La prima analisi, che di solito si consiglia di fare, è anticorpi contro il virus dell'epatite C (anti-HCV). Viene eseguito nella maggior parte delle istituzioni mediche. Questa analisi stabilisce solo il fatto dell'infezione nel presente o nel passato. Inoltre, questa analisi può dare falsi positivi (l'analisi è positiva, ma l'infezione non è propriamente) e risultati falsi negativi (l'analisi è negativa, ma l'infezione è di fatto), per vari motivi. Pertanto, per una diagnosi accurata dell'epatite C viene eseguito un esame più complesso.

Posso contrarre il virus dell'epatite C e non ammalarmi?

Puoi contrarre l'infezione e guarire dall'epatite C, ad es. guarisci La probabilità di questo è di circa il 10-20%. Puoi diventare infetto e diventare un portatore del virus dell'epatite C. I virus si moltiplicano nel corpo dell'ospite, ma non causano il maggior danno. Cambiamenti negli esami del fegato e segni di epatite durante la biopsia epatica non sono rilevati in queste persone. Tuttavia, è anche possibile una progressione latente.

Tuttavia, una volta infettato dal virus dell'epatite C, la maggior parte delle persone infette acquisisce l'epatite C cronica. La probabilità è di circa il 70%. Tutti i soggetti infetti necessitano di una costante supervisione medica perché hanno il rischio di attivare la malattia.

Posso contrarre l'epatite C di nuovo?

Sì, puoi contrarre e ammalarti di nuovo. Anche se il trattamento ha avuto successo, l'immunità al virus dell'epatite C non viene prodotta, quindi la re-infezione (incluso un altro tipo di HCV) causa la malattia.

Cosa fare se c'è un paziente con epatite C in famiglia?

Un familiare malato o infetto deve rispettare tutte le misure che impediscono la trasmissione del virus ad altri membri della famiglia, tra cui:

· Non donare sangue o organi per il trapianto.

· Non utilizzare oggetti domestici comuni che possono servire come fattori di trasmissione (rasoi e apparecchi, epilatori, spazzolini da denti e fili, set di manicure)

· Per tagli e abrasioni, coprirli con una benda o un cerotto in modo che il sangue non esca (se è necessario bendare o mettere intonaco, è necessario indossare guanti medicali)

È stato accertato che il virus dell'epatite C sopravvive nell'ambiente esterno (ad esempio, nelle gocce di sangue essiccate) a temperatura ambiente per almeno 16 ore, e anche fino a 4 giorni. Tutti i punti in cui cadono accidentalmente gocce di sangue di un membro della famiglia infetto devono essere trattati con una soluzione disinfettante, ad esempio detersivi contenenti cloro o una soluzione di candeggina in una diluizione di 1: 100. Il lavaggio a 60 gradi inattiva il virus in 30 minuti, facendo bollire - in 2

Cosa può causare l'epatite C?

L'epatite C può andare via senza trattamento?

La probabilità di guarire dall'epatite C acuta e il recupero è, secondo varie fonti, fino al 10-30%. L'epatite C acuta non viene praticamente diagnosticata e nella maggior parte dei casi diventa cronica. L'epatite C cronica non passa da sola e richiede un trattamento.

È possibile lasciare l'epatite C senza trattamento e non vedere un medico?

L'infezione, di regola, porterà allo sviluppo dell'epatite cronica C. Nella maggior parte dei casi, il decorso dell'epatite C cronica è benigno: nella forma di trasporto senza sintomi, o epatite lieve. Tuttavia, in questo caso, la persona ha bisogno di supervisione medica.

Questo è necessario perché rimane il rischio di attivare la malattia (e lo sviluppo di risultati pericolosi). Se l'epatite C cronica si verifica con cambiamenti significativi nei test di funzionalità epatica, allora questi pazienti hanno bisogno di una terapia antivirale, poiché hanno un alto rischio di sviluppare cirrosi epatica.

Chi è più difficile soffrire di epatite C?

Alcolisti. Sviluppano cirrosi entro 5-8 anni. Anche le persone anziane e i bambini sono malati. Inoltre, sono spesso controindicati trattamenti antivirali completi. Le persone anziane sembrano avere maggiori probabilità di sviluppare l'epatite C cronica e i suoi esiti avversi (cirrosi) rispetto ai giovani.

Cosa è pericoloso per l'epatite C durante la gravidanza?

Le donne infette di solito hanno una gravidanza normale. I bambini nella maggior parte dei casi sono nati sani, anche se esiste il rischio di trasmissione verticale dell'epatite C dalla madre.

Corso di epatite C.

L'epatite C può essere acuta e cronica. L'epatite C acuta viene diagnosticata molto raramente e più spesso per caso. Esistono tre scenari: opzioni per gli eventi che si verificano dopo l'epatite C acuta:

· Recupero entro 6-12 mesi con la scomparsa dei marcatori dell'epatite C. Circa il 20% di quelli infetti.

· Trasferimento dell'infezione al cosiddetto stato portatore del virus dell'epatite C, quando i sintomi e i segni di laboratorio della malattia epatica scompaiono e gli esami mostrano la presenza del virus nel sangue (persistenza). Tali casi (fino al 20%) possono essere rilevati per la prima volta durante un esame "non speciale", "casuale". La frequenza degli esiti avversi in questa variante del decorso dell'epatite C non è completamente stabilita. Anche in assenza di segni di laboratorio di danno epatico, l'epatite C può progredire.

· Sviluppo di epatite cronica con manifestazioni cliniche e di laboratorio di danno epatico. Questo è fino al 60-70% di tutte le persone che hanno avuto l'epatite acuta.

La transizione dell'epatite C acuta alla cronica avviene gradualmente e non dipende dal grado di manifestazione della fase acuta. Nel corso di diversi anni, il danno alle cellule epatiche è in aumento e la fibrosi si sta sviluppando. La funzionalità epatica può essere mantenuta a lungo.

La malattia progredisce lentamente, quindi il problema degli esiti avversi dell'epatite C sarà affrontato dall'umanità in uno o più decenni in cui sarà analizzata l'esperienza dell'osservazione di molte persone attualmente malate.

Durata dell'epatite C

Il recupero da epatite C acuta può verificarsi entro un anno. L'epatite C cronica può verificarsi per decenni.

Esiti di epatite cronica C

Nei pazienti con epatite attiva, vale a dire con un'attività transaminasica costantemente aumentata, il rischio di trasformazione in cirrosi entro 20 anni raggiunge il 20%. Nel 5% dei pazienti con cirrosi, si può sviluppare un carcinoma epatico primario. La probabilità di sviluppare un cancro al fegato è più alta con il decorso simultaneo di due infezioni - epatite B ed epatite C. L'uso di alcol a lungo termine è anche associato ad un rischio più elevato di sviluppare un cancro al fegato.

Le statistiche complessive dei risultati dell'epatite C sono le seguenti. Su 100 persone infettate dal virus dell'epatite C,

· 55-85 persone hanno un'infezione cronica (epatite cronica o trasporto senza sintomi)

· 70 persone avranno una malattia epatica cronica

· 5-20 persone svilupperanno cirrosi entro 20-30 anni

· 1-5 persone moriranno a causa degli effetti dell'epatite cronica C (cirrosi o cancro del fegato)

Per prevenire queste conseguenze dell'epatite C cronica, è necessario sottoporsi a un trattamento.

Altri effetti dell'epatite cronica C

Ci sono le cosiddette manifestazioni extraepatiche di epatite C cronica, molto probabilmente causate da processi autoimmuni. Durante l'epatite, le cellule del sistema immunitario "si abituano" a combattere con i tessuti del proprio corpo. Le manifestazioni extraepatiche dell'epatite C includono glomerulonefrite (lesione tubulare renale), crioglobulinemia mista, porfiria cutanea tardiva e alcune altre malattie. Possono prendere un corso piuttosto pesante.

L'epatite C può causare la morte?

Esiste il rischio di morire per cirrosi associata all'HCV. Più spesso - sono i pazienti con epatite C che consumano alcol. La sopravvivenza a 10 anni dei pazienti con cirrosi è di circa il 50%. Ciò significa che entro 10 anni muore la metà dei pazienti.

Segni e sintomi di epatite C

Quanto tempo dopo l'infezione compaiono i primi segni di epatite C?

Il periodo di latenza (incubazione) per l'epatite C è di circa 50 giorni (da 20 a 140). I sintomi dell'epatite C potrebbero non apparire mai. Qualsiasi manifestazione di infezione può generalmente essere rilevata solo quando l'epatite si trasforma in cirrosi.

Sintomi comuni di epatite C

In generale, l'epatite C è una malattia asintomatica, spesso diagnosticata per caso, quando le persone vengono esaminate per altre malattie. Pertanto, le analisi sono importanti nella diagnosi tempestiva.

La maggior parte degli altri sintomi sono marcati astenia, debolezza, affaticamento. Ma questi sintomi sono molto aspecifici (la loro semplice presenza non ci permette di parlare dell'epatite C). Con la cirrosi epatica può manifestarsi ittero, l'addome (ascite) aumenta di volume, appaiono le vene dei ragni e aumenta la debolezza.

Quali malattie possono avere gli stessi sintomi?

Eventuali infezioni croniche e intossicazioni possono essere accompagnate da sindrome astenica, debolezza, affaticamento.

Quali sono i primi segni di epatite C?

L'epatite C acuta viene raramente diagnosticata e più spesso per caso. È caratterizzato da un'attività abbastanza elevata delle transaminasi del fegato (spesso un aumento di ALT 10 volte o più) in assenza di manifestazioni cliniche (disturbi del paziente, eventuali segni esterni della malattia).

I sintomi di epatite C acuta includono intossicazione, mancanza di appetito, debolezza, nausea e talvolta - dolore alle articolazioni. Quindi si può sviluppare ittero, con l'aspetto di cui diminuisce l'attività delle transaminasi. Può verificarsi un ingrossamento del fegato e della milza (epatosplenomegalia). In generale, l'intossicazione e l'aumento delle transaminasi sono meno pronunciate rispetto all'epatite A e B.

Quanto tempo dopo l'infezione con i test dell'epatite C diventa positivo?

Anticorpi (anti-HCV) sono presenti nel 70% dei pazienti con l'insorgenza dei primi sintomi della malattia e nel 90% dei pazienti con una malattia entro tre mesi. Ma il fatto è che spesso i sintomi non possono essere.

L'RNA del virus nel sangue (analisi più accurata mediante PCR) viene rilevato entro 1-2 settimane dal momento dell'infezione.

Quali sono le manifestazioni e i sintomi dell'epatite C?

Molto raramente si osserva uno sviluppo fulminante dell'epatite C, che può verificarsi in caso di infezione simultanea con il virus dell'epatite B o in soggetti che hanno già malattie epatiche (cirrosi) o dopo trapianto di fegato durante il trattamento con immunosoppressori. Esistono varie opzioni per le manifestazioni extraepatiche dell'epatite C (ad esempio, alterazioni della pelle, delle articolazioni, dei reni).

I punteggi della funzione epatica possono rimanere normali?

Can. L'epatite C cronica è caratterizzata da fluttuazioni periodiche negli indicatori di funzionalità epatica. L'attività delle transaminasi può crescere e diminuire, tornando ai valori normali e rimanendo a lungo per loro. Tuttavia, la malattia continua. È necessario valutare regolarmente lo stato della funzione epatica (almeno 1 volta all'anno con una diminuzione a lungo termine dell'attività delle transaminasi).

Come evitare risultati falsi durante i test per l'epatite C?

Il test standard per l'anti-HCV (ELISA, dosaggio immunoenzimatico legato all'enzima) è confermato da un test ausiliario di immunoblotting ricombinante (PIBA) o dalla rilevazione dell'RNA virale (diagnostica genomica mediante il metodo della reazione a catena della polimerasi, PCR). L'analisi dell'RNA può anche dare risultati falsi-negativi, quindi viene ripetuta.

Quali test confermano chiaramente la diagnosi di epatite C?

La presenza di anticorpi contro il virus dell'epatite C (anti-HCV) e HCV-RNA. I risultati positivi di entrambi i test confermano la presenza di infezione. La presenza di anticorpi della classe IgM (anti-HCV IgM) consente di distinguere l'epatite attiva dal trasporto (quando non ci sono anticorpi IgM e ALT è normale).

Perché la diagnostica PCR per l'epatite C? Che cosa mostra?

La diagnostica PCR consente di determinare l'RNA del virus dell'epatite C nel sangue. Così, conferma sia la presenza di infezione e il fatto di replicazione (riproduzione) dei virus nel corpo.

È possibile determinare la quantità di virus nel corpo? Cosa fa una carica virale?

Puoi. Attraverso uno dei metodi di PCR (reazione a catena della polimerasi quantitativa). Il numero di virus nel sangue (carica virale) consente di giudicare l'attività o la velocità di riproduzione dei virus. Maggiore è il carico virale, più è attiva la replicazione dei virus. Un'elevata carica virale è un fattore che compromette l'efficacia della terapia antivirale. Più bassa è la carica virale, maggiori sono le possibilità di una cura di successo. Inoltre, se il contenuto del virus è elevato, è più probabile che il paziente infetti altre persone (partner sessuali, familiari).

Come fa un medico a diagnosticare l'epatite C?

Per una diagnosi completa dell'epatite C, è necessario eseguire una serie di esami del sangue, principalmente un esame del sangue biochimico, PCR per HCV-RNA (qualitativo, quantitativo, genotipizzazione), emocromo completo, coagulogramma (coagulazione del sangue).

È anche necessario eseguire un'ecografia degli organi addominali, può essere indicata una biopsia del fegato con puntura. Con tutti i risultati, il medico sarà in grado di fare una diagnosi completa, determinare il livello di sviluppo del processo virale nel corpo, valutare le condizioni del fegato e l'entità del suo danno, trovare un trattamento efficace e sicuro.

Perché e quando determinare il genotipo del virus dell'epatite C?

Nelle persone ammalate infettate con determinati genotipi di HCV, l'efficacia del regime di trattamento standard può essere inferiore. In questo caso, vengono selezionati un regime di trattamento più lungo, che consente di migliorare il suo risultato. Il genotipo è determinato solo una volta.

Cosa fare con l'epatite C?

Può curare l'epatite C per sempre?

Puoi. Ci sono più possibilità di curare l'epatite C cronica rispetto all'epatite cronica B. Il tasso reale di recupero dopo il trattamento per l'epatite C ha raggiunto il 30-40% diversi anni fa.

Ora, con un trattamento adeguatamente pianificato e eseguito, il recupero può raggiungere il 60-90% dei pazienti con epatite cronica C. Negli studi internazionali, si dice spesso che esiste una probabilità del 50-80% a seconda delle caratteristiche della malattia. Ma per entrare in queste percentuali, hai bisogno degli sforzi sia del medico che del paziente.

Come iniziare con l'epatite C?

Prima di tutto, con trattamento per il medico e l'esame. Durante l'esame, verrà determinato il tipo e la fase del decorso dell'infezione e verrà valutato lo stato del fegato. Tutto ciò influenza la scelta del regime terapeutico, la sua efficacia e sicurezza.

Quando dovrei andare dal medico e iniziare il trattamento?

Deve rivolgersi immediatamente al medico se ha scoperto per la prima volta segni di epatite C (almeno anti-HCV). Il trattamento inizia se c'è un cambiamento nel fegato (ad esempio, aumento dell'ALT).

A quale dottore dovrei andare?

L'epatite C cronica dovrebbe essere trattata da un epatologo esperto. Ciò garantirà la massima efficienza del trattamento, la sua buona tollerabilità ed eviterà costi aggiuntivi.

Molti medici si occupano della cura dell'epatite, dato l'alto bisogno di farlo oggi. Tuttavia, non molti hanno la formazione appropriata e, cosa più importante, l'esperienza clinica della moderna terapia per l'epatite cronica C.

Le droghe moderne e gli schemi di terapia di combinazione efficace per l'epatite C cronica sono comparsi non tanto tempo fa e l'esperienza del loro uso nel nostro paese si è concentrata in diversi centri specializzati. La più grande esperienza nel trattamento dell'epatite C ha epatologi che partecipano a studi clinici internazionali di quei farmaci che sono attualmente in trattamento o saranno ampiamente utilizzati nel prossimo futuro.

Attuale strategia di trattamento per l'epatite C cronica

La base del trattamento dell'epatite C - terapia antivirale combinata. Gli studi internazionali e la pratica clinica hanno dimostrato che al momento la combinazione di due farmaci, l'interferone alfa e la ribavirina, si è dimostrata la più efficace. Individualmente, sono meno efficaci. Tuttavia, in casi particolari della malattia (ad esempio, controindicazioni alla nomina di uno dei farmaci), può essere prescritta una monoterapia con un singolo farmaco. Le dosi di medicine e la durata di trattamento sono scelte dal dottore singolarmente, prendendo in considerazione molti fattori.

Non ci sono altri metodi di trattamento di comprovata efficacia in grado di eliminare il virus dell'epatite C oggi. Scriveremo su tutti i nuovi metodi con comprovata efficacia nel trattamento dell'epatite cronica C in questa sezione non appena compaiono.

Quali altri trattamenti possono essere utilizzati?

Gli epatoprotettori (Essentiale, phosphoglive, acido lipoico, Silymar, ecc.) Non hanno un effetto antivirale, sono farmaci di supporto, migliorano alcune funzioni delle cellule epatiche. La somministrazione di immunomodulatori di provata efficacia aiuta a stimolare i legami individuali nella risposta immunitaria, consentendo al corpo di combattere più efficacemente le infezioni.

Raccomandazioni generali di tutti i medici - non automedicare.

Accettare con attenzione i suggerimenti di altri trattamenti, discuterne sempre con il proprio medico. Oggi è possibile trovare molte pubblicità e affermazioni sul presunto trattamento efficace dell'epatite C e nuovi farmaci - che si tratti di farmaci che influenzano il sistema immunitario, "rafforzare" il fegato, le vitamine, i supplementi dietetici oi metodi di fisioterapia. Non prestare attenzione ai nomi rumorosi e ai consigli sul suono solido. Nel migliore dei casi, questi metodi non danneggeranno, ma i loro benefici non sono mai stati dimostrati nella pratica.

La cosa principale è "non trascurare" uno scenario pericoloso dello sviluppo dell'infezione e in tempo per prescrivere un trattamento veramente efficace per l'epatite C.

Quando è più difficile trattare l'epatite C?

Secondo le statistiche, è più difficile trattare l'epatite C negli uomini, persone oltre i 40 anni, in pazienti con attività transaminasica normale, con un'alta carica virale e quelli con genotipo del virus 1 b. Naturalmente, la presenza di cirrosi nel momento in cui il trattamento inizia peggiora la prognosi.

L'efficacia del trattamento antivirale dipende da molti fattori. Con un lungo ciclo di epatite C, non è facile ottenere una completa eradicazione del virus. Il compito principale è rallentare il processo di riproduzione attiva dei virus. Questo è possibile nella maggior parte dei casi con l'uso di schemi moderni di terapia antivirale. In assenza di moltiplicazione attiva dei virus nel fegato, la gravità dell'infiammazione diminuisce significativamente, la fibrosi non progredisce.

Cosa accadrà se, dopo il corso del trattamento, il paziente non "cade" nella percentuale di guarigione?

Corsi e regimi speciali di re-trattamento sono forniti per le persone che non hanno ottenuto il risultato del trattamento o sono risultati incompleti (un'infezione si ripresenta immediatamente dopo il trattamento).

I farmaci e i protocolli di trattamento per l'epatite C sono costantemente migliorati, la loro efficacia è in aumento e potrebbe essere superiore al precedente regime di trattamento, che non ha dato il risultato desiderato.

La funzione epatica si riprenderà dopo il trattamento?

La prognosi per il trattamento è favorevole, anche se non è stato possibile sopprimere completamente la replicazione dei virus. Durante il trattamento antivirale, la progressione dell'epatite C (e danni al fegato) è significativamente inibita. E se l'HCV-RNA non viene rilevato nel sangue per un anno dopo la fine della terapia, nella maggior parte dei casi si può considerarsi guarito. In questo caso, la funzione epatica viene ripristinata completamente.

Quanto può durare il trattamento per l'epatite C?

La scelta dello schema e la durata del ciclo di trattamento dipendono dal decorso e dallo stadio dell'epatite C, che è determinata dal medico. Il trattamento con una combinazione di interferone e ribavirina può durare 12 mesi.

Allo stesso tempo, a differenza di molte altre malattie infettive, nell'epatite cronica C non esiste un singolo standard di trattamento, è raccomandata una pianificazione individuale in casi particolari. Esistono protocolli di trattamento complessi, che tengono conto del genotipo del virus, dello stato del fegato (indicatori della sua funzione e cambiamenti nel tessuto durante la biopsia), carica virale. Le dosi di farmaci e lo schema della loro destinazione possono variare e dipendono anche dal tipo di farmaci (ad esempio, forme diverse di interferone).

Il trattamento dell'epatite C è facile? Effetti collaterali della terapia antivirale

Con la terapia di associazione con interferone e ribavirina, i pazienti hanno naturalmente alcuni effetti collaterali. Nella maggior parte dei casi i giovani tollerano abbastanza bene il trattamento per l'epatite C, adattandosi rapidamente ad esso.

La ribavirina è generalmente ben tollerata. Ma abbastanza spesso nell'analisi generale del sangue, si osservano i fenomeni di lieve anemia emolitica (distruzione dei globuli rossi). Può verificarsi lieve dispepsia, raramente mal di testa, aumento del livello di acido urico nel sangue, raramente si osserva intolleranza al farmaco.

Se viene indicato un trattamento con interferone, gli effetti collaterali non possono essere evitati, ma sono prevedibili. Dopo le prime iniezioni di interferone, la maggior parte dei pazienti ha una sindrome simil-influenzale. Dopo 2-3 ore la temperatura sale a 38-39 ° C, ci possono essere brividi, dolori muscolari, dolori articolari, grave debolezza. La durata di questa condizione può variare da alcune ore a 2-3 giorni. Entro un mese, il corpo si adatta all'introduzione di interferone, quindi a questo punto la sindrome simil-influenzale scompare. Debolezza e stanchezza restano, ma dobbiamo sopportarlo. Nel secondo o terzo mese di trattamento, ci possono essere cambiamenti nel numero totale di emocromi. Il numero di leucociti (globuli bianchi) e piastrine diminuisce naturalmente. È importante monitorare l'entità di questi cambiamenti: questo è il compito del medico. Se necessario, la dose di interferone viene ridotta o annullata del tutto per un certo periodo di tempo, fino a quando i parametri del sangue non vengono ripristinati in valori sicuri. Una marcata diminuzione del numero di leucociti può contribuire all'adesione di infezioni batteriche e un basso numero di piastrine può essere la causa della sindrome emorragica (sanguinamento). È importante prevenire queste complicanze, quindi tutti i pazienti che ricevono l'interferone devono essere visitati dal medico una volta al mese e devono eseguire esami del sangue (emocromo completo e esame del sangue biochimico). Meno comunemente, la somministrazione di interferone può causare perdita di capelli, diminuzione dell'umore, depressione, pelle secca, perdita di peso e in persone predisposte, disfunzione della ghiandola tiroidea. Pertanto, è necessaria una supervisione medica nel trattamento dell'epatite C con qualsiasi farmaco.

Recentemente, gli interferoni peghilati sono stati ampiamente utilizzati. Gli interferoni Peg vengono prodotti attaccando una molecola di polietilenglicole a una molecola di interferone. Ciò fornisce un effetto più prolungato del farmaco e una maggiore efficacia della terapia.

Come valutare l'efficacia e la sicurezza del trattamento?

L'efficacia del trattamento dell'epatite C è valutata mediante parametri biochimici del sangue (diminuzione dell'attività transaminasica) e la presenza di HCV -RNA, riducendo il livello di carica virale. Lo sviluppo degli effetti collaterali è controllato dai risultati di un esame del sangue generale, il livello degli ormoni tiroidei.

Il costo del trattamento dell'epatite C

Il costo dei farmaci moderni richiesti per il trattamento può variare da $ 550 a $ 2500 al mese. La durata del ciclo di trattamento è di 12 mesi (rispettivamente, $ 6600-30000 all'anno). I preparati più recenti, più efficaci, studiati, convenienti per l'uso realizzati da società note sono più costosi.

I costi principali derivano dai preparati ad interferone. Gli interferoni peghigliati di produzione estera sono più costosi degli interferoni convenzionali di qualsiasi produttore.

A chi il trattamento è controindicato?

Attualmente, ci sono diverse categorie di persone per le quali il trattamento antivirale combinato dell'epatite C è controindicato:

· Pazienti affetti da malattie gravi comuni, inclusi diabete mellito scompensato, insufficienza cardiaca, grave malattia ischemica e ipertensione, malattia polmonare ostruttiva cronica

· Le persone che hanno avuto un rene, cuore, polmone trapiantato

· Pazienti in cui la somministrazione di interferone esacerba il processo autoimmune nel fegato o in altri organi

· Pazienti con ipertiroidismo non trattato (malattia della tiroide)

· Bambini sotto i 3 anni

· Soggetti con intolleranza individuale a qualsiasi farmaco per il trattamento dell'epatite C

Devo prepararmi per il trattamento dell'epatite C?

Prima di somministrare le prime dosi di farmaci antivirali, è necessario donare il sangue per analisi generali, analisi biochimiche, ormoni tiroidei, coagulogramma, PCR per HCV-RNA (genotipizzazione qualitativa, quantitativa, se questi parametri non sono stati precedentemente studiati). In presenza di alti livelli di emoglobina (superiore a 160 g / l) in pazienti con epatite C cronica, si raccomanda di indagare e il ferro sierico.

Dopo 2 settimane di terapia, viene eseguito un esame del sangue generale, può essere eseguito un esame del sangue biochimico e può essere monitorata la presenza di HCV-RNA nel siero, poiché la scomparsa precoce dell'HCV-RNA è considerata un fattore prognostico favorevole per l'efficacia del trattamento.

Quindi, dopo altre 2 settimane e successivamente, una volta al mese, le analisi vengono ripetute in questo volume. Una volta ogni 3 mesi è necessario controllare gli ormoni tiroidei. Se necessario, il medico può prescrivere e un ulteriore esame.

Le consultazioni mensili del medico curante sono necessarie per esaminare e valutare i risultati degli esami di laboratorio in modo che gli effetti collaterali del trattamento o delle complicazioni siano riconosciuti e corretti nel tempo, o piuttosto, in modo che eventi indesiderati e minacciosi non si sviluppino affatto.

Ho bisogno di una dieta e di uno stile di vita speciale nel trattamento dell'epatite C?

Hai bisogno di rinunciare all'alcol.

Di norma, la dieta Pevzner n. 5 con la limitazione dei grassi nei cibi e nelle sostanze che potenziano la secrezione dei succhi digestivi (salati, piccanti, fritti, conservanti, ecc.) È raccomandata. La dieta stessa, in assenza di cirrosi, non influisce sulla funzionalità epatica.

Non sono richiesti cambiamenti significativi nello stile di vita. È necessario discutere l'uso di vari farmaci per altre malattie correlate con il medico. Permesso di fare sport nella quantità dei soliti carichi.

Come proteggersi contro l'epatite C?

C'è un vaccino contro l'epatite C?

Non esiste un vaccino corrente. Tuttavia, la sua ricerca è in corso.

Gli scienziati da molto tempo non sono in grado di rilevare una proteina virale stabile specifica per tutti i genotipi e sottospecie del virus dell'epatite C, che produce anticorpi neutralizzanti. Si stanno studiando le possibilità delle tecnologie di ingegneria genetica per creare un tale vaccino.

Attualmente, diversi gruppi di ricercatori stanno cercando tecnologie per creare vaccini contro il virus dell'epatite C. Secondo l'OMS, studi clinici in Europa sono sottoposti a vaccino per il trattamento dell'epatite C. Esistono diversi progetti internazionali per sviluppare un vaccino preventivo contro l'epatite C.

Cosa fare per prevenire l'infezione dal virus dell'epatite C?

Anche se non sei a rischio, dovresti

· Non usare mai droghe iniettabili. Se non puoi rifiutare loro e uscire dalla dipendenza, non condividere mai aghi, siringhe, soluzioni e dispositivi simili con nessuno, e non usare le persone altrui

· Se sta usando droghe iniettabili, deve essere vaccinato contro l'epatite A e B. Ciò farà risparmiare il fegato a rischio di co-infezione

· Non condividere o utilizzare mai rasoi e apparecchi da barba, spazzolini da denti e altri oggetti in cui potrebbe esserci sangue.

· Se sei un medico, devi sempre osservare le precauzioni di sicurezza, specialmente quando lavori con oggetti appuntiti. Devi prendere un vaccino contro l'epatite B.

· Se vieni in una struttura medica o in uno studio dentistico, assicurati che tutte le manipolazioni potenzialmente pericolose vengano eseguite solo con strumenti monouso.

Pensa attentamente prima di andare a fare un tatuaggio o un piercing e guarda dove e a chi vai. Il maestro deve lavarsi le mani e lavorare con guanti monouso. Potresti essere infetto da un ago contenente sangue infetto.

Cosa succede se puoi fare sesso con una persona infetta?

Il tuo partner può anche darti altre infezioni. Dovresti

· Usa sempre il preservativo.

· Essere vaccinati contro l'epatite B

Cosa succede se una possibile infezione ha già avuto luogo?

A differenza dell'epatite A e B, nell'epatite C, la somministrazione di immunoglobulina non può impedire lo sviluppo dell'infezione. Non ci sono prove di come altri metodi (compreso l'interferone) possano prevenire lo sviluppo di epatite C in caso di infezione da una persona infetta conosciuta.

Come proteggere il tuo fegato se hai già l'epatite C

Se i test hanno mostrato la presenza di infezione (anti-HCV), allora dovresti:

· Smettere immediatamente di bere

· Trova il tuo dottore e mostralo periodicamente

· Non adottare metodi di trattamento (compresi quelli non soggetti a prescrizione medica, "non tradizionali", "autorizzati come innocui") senza il consiglio del medico

· Essere vaccinati contro l'epatite B (in ogni caso) e contro l'epatite A (se ci sono cambiamenti nella funzionalità epatica)


Articoli Correlati Epatite