Vaccino contro l'epatite

Share Tweet Pin it

Lascia un commento 6,344

Che cos'è l'epatite, come è pericoloso per noi e quali metodi di controllo, ad esempio, i vaccini contro l'epatite B e A? L'epatite è una malattia grave di cui il fegato soffre, è causata da virus, i tipi più comuni sono il virus A e B. Ecco perché la prevenzione tempestiva di queste malattie mediante vaccinazione è importante. I vaccini distinguono tra produzione nazionale e importata.

Cos'è l'epatite?

L'epatite è chiamata infiammazione della natura virale del fegato. Ci sono 7 ceppi della malattia, ma il tipo A e B sono considerati comuni, mentre l'epatite A è chiamata anche malattia di Botkin. Il rischio di contrarre questa malattia è alto, più di un milione e mezzo di persone nel mondo si ammalano ogni anno. Trasmessa per via orale-fecale attraverso prodotti infetti, acqua, mani. La malattia lascia un'immunità permanente, possono essere ammalati solo una volta nella vita. L'infiammazione non è tipica della cronicità e le morti sono rare.

L'epatite B ha un decorso serio e conseguenze pericolose per il corpo. Porta allo sviluppo di malattie epatiche croniche, può causare cirrosi e cancro al fegato. Nel mondo di questa malattia più di 1 milione di persone muoiono ogni anno, il che indica che la malattia è comune. Il virus non viene trasmesso attraverso cibo e famiglie contaminati. Il principale metodo di infezione è il contatto con i fluidi biologici di un organismo infetto:

  • Parenterale, con manipolazioni mediche (iniezioni, procedure dentarie, trasfusioni di sangue);
  • Verticale, durante la gravidanza e il parto da madre a figlio;
  • Con sesso non protetto;

Prevenzione delle malattie, tipi di vaccino, quale è meglio?

Prevenzione dell'epatite A - standard igienici e sanitari di cottura, conservazione degli alimenti. Un metodo efficace di prevenzione è la vaccinazione. In Europa e negli Stati Uniti, il vaccino contro l'epatite A è incluso nell'elenco delle obbligatorie. I vaccini per la prevenzione dell'epatite A sono raccomandati solo in caso di epidemie, così come per le persone appartenenti a gruppi a rischio.

La prevenzione dell'epatite B comporta la seguente serie di azioni:

  • la produzione di anticorpi nel sangue di una persona, per questo è necessario un vaccino contro l'epatite B;
  • rispetto della sterilità e della disinfezione durante le procedure mediche;
  • controllare il sangue del donatore prima della trasfusione;
  • uso di strumenti medici e cosmetici monouso;

Un metodo efficace per prevenire l'epatite B è l'immunizzazione.

Le vaccinazioni contro l'epatite B sono molto efficaci, quindi sono incluse nel programma di vaccinazione obbligatorio in 75 paesi in tutto il mondo. Secondo il programma di vaccinazione, la vaccinazione viene somministrata ai neonati e alle persone a rischio. Il farmaco viene somministrato in uno schema triplo, a seconda del gruppo di rischio da vaccinare.

Ci sono mono-vaccini e polivacidi, la loro differenza è che nel primo caso viene iniettato l'antigene di un solo virus, e le polivacidi contengono antigeni di diverse malattie. L'introduzione di mono o polivacidi dipende anche dalla fase appropriata dello schema di vaccinazione. Sebbene i nomi delle droghe siano molti, il principio di azione è lo stesso. La composizione della vaccinazione contro l'epatite B implica il contenuto dell'antigene HBsAg, a cui è formata l'immunità. Nonostante l'ampia scelta nei nomi, tutti i farmaci possono essere scambiati. È permesso fare la prima vaccinazione con un farmaco e continuare con l'altro.

Vaccini domestici: quali sono?

La vaccinazione nei policlinici locali e negli ospedali per la maternità è effettuata da droghe nazionali, hanno un costo di bilancio e sono fornite dallo stato. Famosi produttori russi - Combibotech LDT e Binnopharm. Nomi di farmaci antiepatite B domestici:

  • "Combiotech";
  • "Regevak";
  • "Bubo-Kok" (preparazione complessa), usato da 3 mesi a 6 anni;
  • Bubo-M (poli vaccino) - per adolescenti.
Torna al sommario

Vaccini d'importazione: cosa sono?

Se i genitori desiderano, è possibile usare droghe di fabbricazione straniera. La vaccinazione con farmaci importati può essere in cliniche private. È possibile acquistare il farmaco in una farmacia, che viene poi iniettato dai medici della clinica locale. Si dovrebbe prestare attenzione al rispetto delle regole di trasporto. I vaccini importati sono fatti in diversi paesi. I vaccini belgi Infarix e Endzheriks sono noti. La scelta dei farmaci importati è più ampia:

  • Polyvaccine "Infanrix with Hepatitis" (altro nome "Infanrix Hex"), prodotto in Belgio;
  • Polyvaccine "Endzheriks", una droga belga;
  • Eberbiovac NV, co-produzione di Cuba e Russia;
  • EuVax B, Corea del Sud;
  • Sci-B-Vac, produttore - Israele;
  • HB VAX II, USA;
  • Shanvak-V, India.
Torna al sommario

Cosa scegliere: vaccini domestici o importati?

I genitori si preoccupano di quale sia il migliore: vaccino domestico o importato? Questa domanda non avrà una risposta definitiva. Secondo gli esperti, se lo scopo principale della vaccinazione è considerare l'acquisizione di un'immunità stabile al virus e la prevenzione della malattia, allora l'efficacia di tutti i vaccini è la stessa. Ma se confrontiamo le caratteristiche dell'introduzione e la reazione individuale del corpo ai farmaci iniettati, c'è una differenza tra i produttori. I preparati estranei presentano vantaggi sotto forma di un metodo di somministrazione più rapido e più conveniente: vengono usati aghi più sottili, singoli contenitori per l'iniezione singola di una sostanza.

La tabella fornisce un confronto degli effetti delle vaccinazioni con i farmaci di produzione nazionale e importata nei primi due giorni dopo la vaccinazione nei bambini:

Tipi di vaccino dell'epatite B utilizzati nella Federazione Russa

Oggi tutti i vaccini contro l'epatite B sono prodotti utilizzando tecnologie di ingegneria genetica. Quasi l'intera composizione è antigenica (circa 90-95%). Il restante 5-10% appartiene a vari componenti, di cui si dovrebbe prestare particolare attenzione all'idrossido di alluminio. Questo composto chimico aumenta la forza della risposta immunitaria del corpo umano al virus dell'epatite B. Inoltre, la sua importanza è sottolineata dal fatto che la maggior parte dei vaccini basati su un singolo antigene causano una debole risposta del sistema immunitario. Pertanto, per produrre la quantità richiesta di anticorpi, sarà richiesto un aumento della reazione all'antigene o il suo maggior contenuto nella preparazione.

Qual è il miglior vaccino - importato o domestico? Tutti loro sono intercambiabili, ma i medici raccomandano ancora di mettere vaccini per l'epatite B dello stesso produttore, almeno nello stesso corso.

Vaccino ricombinante per l'epatite B.

"Vaccino ricombinante dell'epatite B" - un liquido progettato per stimolare l'immunità contro l'epatite B. Il vantaggio di questo vaccino è l'assenza di conservanti nella composizione. Il motivo per l'orgoglio aggiuntivo è il fatto che questo prodotto è prodotto dalla società di ricerca e produzione russa "Combiotech". I pediatri di tutto il mondo insistono sull'uso di questo vaccino, lasciando solo un feedback positivo sul vaccino.

Il vaccino viene somministrato per via intramuscolare e il punto migliore per l'iniezione è la regione deltoidea o il lato anteriore della parte centrale del muscolo femorale. Non è consigliabile l'innesto ad altri muscoli, in quanto ciò potrebbe ridurre l'efficacia dell'iniezione. In nessun caso il farmaco non può entrare direttamente nel sangue!

Bambini sotto 1 anno vaccinati con vaccino senza mercurio thiomersal. Una dose a 18 anni - 0,5 ml. Un cittadino adulto ha bisogno di aumentare il dosaggio del vaccino due volte, cioè 1 ml. Il farmaco in fiale da 1 ml può essere usato per la vaccinazione di due bambini in una volta, se le iniezioni vengono effettuate nello stesso momento.

La vaccinazione contro l'epatite B nei neonati viene posta nelle prime 24 ore di vita.

I bambini appartenenti al gruppo a rischio sono vaccinati secondo il seguente programma:

  • Il primo dosaggio viene somministrato durante le prime 24 ore di vita;
  • Il secondo vaccino è destinato a raggiungere un mese di vita;
  • 3a vaccinazione all'età di due mesi;
  • La 4a iniezione viene eseguita in un anno.

Coloro che non sono a rischio subiscono una procedura di vaccinazione come segue:

  • La prima dose viene somministrata al momento dell'inizio della vaccinazione;
  • Il 2 ° impianto viene eseguito dopo 1 mese;
  • La 3a iniezione viene somministrata sei mesi dall'inizio del ciclo di vaccinazione.

Effetti collaterali

Gli effetti collaterali del vaccino sono rari. In rari casi, ci può essere una lieve indisposizione, un leggero aumento della temperatura corporea, dolore alle articolazioni, muscoli, testa, nausea, vertigini.

Questi fenomeni progrediscono, di regola, dopo la vaccinazione iniziale e scompaiono dopo 2-3 giorni.

Tenendo conto della probabilità di sviluppare allergie in persone particolarmente sensibili, è necessario essere monitorati da un medico nella prima mezz'ora dopo l'iniezione.

Controindicazioni

Ipersensibilità ai componenti del farmaco, elevata temperatura corporea, gonfiore o manifestazione di complicazioni di malattie dovute all'introduzione di un vaccino. L'inoculazione pianificata in questo caso viene trasferita fino al completo recupero. Durante la gravidanza, non è noto alcun effetto del farmaco sul feto. Una donna in una posizione è vaccinata solo a rischio molto elevato di infezione da virus dell'epatite B.

Engerix B

Il vaccino Endzheriks B prodotto in Belgio è l'agente responsabile della protezione immunitaria contro l'epatite virale B. Si è dimostrato molto bene, il che si spiega con l'uso in 200 paesi in tutto il mondo. La sostanza è stata creata utilizzando la tecnologia di ingegneria genetica ed è composta esclusivamente da antigene. Questo fatto aiuta ad aumentare la risposta immunitaria del corpo umano al vaccino.

testimonianza

Il farmaco viene utilizzato per sviluppare una reazione protettiva nei neonati e negli adulti. È estremamente importante vaccinare individui altamente suscettibili all'infezione con il virus e alle persone che necessitano di interventi chirurgici o procedure invasive.

Metodo di utilizzo

Il vaccino Endzheriks V viene prodotto in ampolle da mezzo millilitro per bambini e in fiale millilitri per persone di età superiore a 16 anni. L'innesto viene eseguito per via intramuscolare con una siringa sterile. I bambini mettono una vaccinazione nella parte anteriore della coscia, gli adulti nella spalla. L'introduzione del farmaco nel muscolo gluteo non è praticata dai medici. L'iniezione sottocutanea è consentita. È severamente vietato entrare nel farmaco per via endovenosa!

Controindicazioni

Questi includono reazioni allergiche ai componenti del vaccino, nonché l'insorgenza di effetti collaterali dopo una precedente vaccinazione.

Effetti negativi

Il verificarsi di effetti collaterali è estremamente raro. Secondo le statistiche, appaiono

La gravidanza non è una controindicazione. In presenza di immunodeficienza in un paziente, la vaccinazione è possibile.

"Shanvak-in"

Il farmaco per creare un'immunità specifica contro l'epatite B. Il produttore garantisce la protezione contro il virus per 5 anni.

Controindicazioni

Ipersensibilità ai componenti del vaccino.

Effetti collaterali

Aumento della temperatura corporea, presenza di dolore alla testa, affaticamento, aumento dell'attività del fegato, eruzioni cutanee.

applicazione

Il vaccino viene somministrato per via intramuscolare ed è compatibile con altre vaccinazioni. Lo schema è identico ai farmaci di cui sopra.

In presenza di malattie respiratorie acute o virali, l'iniezione non è consentita!

Durante il corso della vaccinazione, è necessario disporre di attrezzature di primo soccorso in caso di shock anafilattico.

Infanrix Hexa

Vaccino contro l'epatite B Infanrix Hex è un vaccino ricombinante per l'eliminazione della risposta protettiva specifica del corpo umano al virus dell'epatite B. L'attività antigenica degli ingredienti del preparato è la stessa dei monovaccini simili. Un singolo dosaggio è anche mezzo millilitro.

Metodo di utilizzo

L'iniezione è posta nel muscolo femorale. Durante le successive vaccinazioni, devi cambiare il lato della gamba. Iniezioni sottocutanee o endovenose di Infanrix Hex sono proibite.

Istruzioni speciali

La vaccinazione con la vaccinazione contro morbillo, rosolia e parotite non è raccomandata. Prima della vaccinazione, la storia del bambino dovrebbe essere esaminata.

Gli individui immunocompromessi potrebbero non ricevere una risposta immunitaria sufficiente dopo la prima vaccinazione.

Assicurati di seguire il lavoro del sistema respiratorio nei neonati (nei primi tre giorni di vita).

Dopo la vaccinazione, vi è la possibilità di svenimento, quindi è necessario fornire tutte le condizioni per prevenire lesioni durante una caduta.

Il vaccino non è usato nei bambini di età superiore a tre anni.

Effetti collaterali

Sonnolenza, scarso appetito, febbre, gonfiore, possibili reazioni anafilattiche. I bambini fino a due anni hanno gravi complicazioni, tra cui paralisi, meningite, versicolor e molti altri.

Controindicazioni

Questi includono:

  1. Ipersensibilità ai vaccini attivi.
  2. Forte reazione dopo la prima inoculazione.
  3. ARI.
  4. Malattie del sangue
  5. Disturbi del sistema nervoso.

DTP-GEP In

Il vaccino contro l'epatite B è combinato con la vaccinazione DTP Una versione di vaccinazione mista è consentita per i bambini nei primi giorni di vita. La frequenza della vaccinazione è determinata solo da un medico. Re-innesto passa dopo 1 e 6 mesi.

L'epatite DPT deve essere posta per via intramuscolare (coscia). Iniezioni di pelle vietate e nel gluteo.

Fenomeni pericolosi

L'obiettivo principale della vaccinazione è stimolare la produzione attiva di cellule immunitarie in grado di combattere le cellule di questi virus in futuro. Il 90% di tutte le persone vaccinate si lamenta solo di arrossamenti deboli nel sito di iniezione. A volte la risposta del corpo può essere:

  1. Febbre.
  2. Aumento della sudorazione.
  3. Debolezza e stanchezza.
  4. Singoli casi di nausea, diarrea.
  5. Le eruzioni epidermiche sono estremamente rare.

Se durante la vaccinazione il paziente ha avuto effetti negativi pronunciati, la vaccinazione ripetuta con questa composizione non viene eseguita.

Controindicazioni

Non è possibile immettere il vaccino, se il paziente è infetto da SARS, ha una deficienza immunitaria, un'ipersensibilità ai componenti della sostanza iniettata. È anche vietato l'uso del vaccino nei bambini con disturbi del SNC progressivi.

Regevak In

Ricombinazione della sospensione di lievito, mirata a stimolare una reazione protettiva ai patogeni dell'epatite B.

Metodo di applicazione

Vaccino per l'epatite B Regevak B viene posizionato per via intramuscolare. I bambini del 1o anno di vita o che hanno malattie del corpo devono essere vaccinati con mezzi non mertiolati.

Una dose è di 0,5 ml nell'infanzia e 1 ml quando il paziente ha 19 anni. Lo schema di vaccinazione è simile ad altri vaccini monovalenti.

Effetti collaterali

A volte c'è dolore all'addome, alla testa e alle articolazioni, un leggero aumento della temperatura corporea, affaticamento, indisposizione e nausea. La maggior parte delle reazioni scompare al terzo giorno dopo l'iniezione.

Controindicazioni

Non usare il farmaco per:

  1. Ipersensibilità al lievito o ad altri ingredienti del vaccino.
  2. Febbre.
  3. Edema.
  4. L'emergere di complicazioni durante le iniezioni iniziali.

La gravidanza e l'allattamento non costituiscono una controindicazione all'uso di Regevak B. La vaccinazione viene praticata solo nei singoli casi in cui vi è un alto rischio di infezione per la madre.

Vaccinazione contro l'epatite B: è necessario?

L'epatite B è solo una delle dozzine di pericolose malattie del fegato virale, unite da un nome comune. È il tipo di epatite più frequentemente diagnosticato e più pericoloso, in più del 10% dei casi diventa cronico e può portare a cirrosi o cancro al fegato. Una volta nel sangue, il virus dell'epatite B non si rivela fino alla fine del periodo di incubazione (da 50 a 180 giorni) ei sintomi della malattia possono assomigliare all'influenza o essere del tutto assenti. Questi fattori interferiscono con la tempestiva diagnosi e trattamento dell'epatite, quindi nella medicina moderna tanta attenzione viene prestata alla sua prevenzione. Le istituzioni di beneficenza e il Ministero della salute conducono costantemente attività di informazione contro l'epatite: parlano dell'importanza di usare la contraccezione, uno stile di vita sano, la necessità di essere esaminati ogni sei mesi, descrivono le controindicazioni per quelli già infetti. Tuttavia, queste misure non possono garantire una protezione così affidabile contro il virus come la vaccinazione contro l'epatite B. È questo il problema che verrà discusso in dettaglio nell'articolo.

Cos'è l'epatite

L'epatite B o HBV è una malattia epatica acuta o cronica causata da hepadnavirus. L'epatite acuta è caratterizzata da febbre alta, nausea, vomito e debolezza generale fino a 39 ° C. In alcuni casi, può cambiare il colore della pelle, delle urine e delle feci. Nel 10% dei casi, le manifestazioni acute dell'epatite B portano a una forma cronica incurabile della malattia o ad altri tipi di malattia. L'epatite B cronica non è una malattia mortale, ma ha un effetto molto negativo sulla salute, porta alla vita molte controindicazioni e divieti. Forme gravi di epatite B o l'assenza del trattamento necessario provoca cirrosi, cancro al fegato, altre malattie pericolose e patologie. Il virus è altamente contagioso e contagioso e viene trasmesso in modo ematogeno (attraverso il sangue, il contatto sessuale, durante la gravidanza e il parto). A causa del lungo periodo di incubazione o del decorso asintomatico della malattia, le persone che hanno il virus dell'epatite nel sangue possono non essere a conoscenza di ciò per molto tempo, mettendo i propri cari a rischio di infezione. Ecco i modi in cui è possibile l'infezione con il virus dell'epatite B, in ordine di probabilità decrescente:

  • trasfusione di sangue infetto;
  • l'uso di strumenti medici non sterili;
  • rapporti sessuali non protetti;
  • infezione di bambini da una madre infetta durante il parto o la gravidanza;
  • uso di articoli di igiene comuni con una persona infetta;
  • infezione attraverso una ferita aperta.


Se sei infetto o sospetti di aver contratto il virus dell'epatite, ma hai paura di controllare - esiste un centro speciale per la prevenzione dell'epatite in tutte le principali città, dove puoi condurre un'indagine anonima.

Non è difficile evitare tutti questi fattori, tuttavia, l'unica garanzia contro l'infezione da virus è il vaccino contro l'epatite B. Un vaccino gioca un ruolo particolarmente importante nella sicurezza dei bambini: gli organismi dei bambini sono molto più suscettibili alle infezioni e soffrono in modo più grave. Il programma di vaccinazione in Russia prevede la vaccinazione obbligatoria di bambini sotto un anno e volontari per bambini da un anno e con adulti. Lo stesso ordine del Ministero della Salute, che approva il calendario, stabilisce le controindicazioni alle vaccinazioni contro l'epatite B, il gruppo a rischio e gli eventuali schemi di vaccinazione.

vaccinazione

Tre diversi regimi sono usati per vaccinare l'epatite virale B. Gli schemi per brevità sono indicati da numeri, che indicano gli intervalli di tempo tra le vaccinazioni. Indipendentemente dallo schema utilizzato e dall'età della persona, l'immunità viene impiantata per un massimo di 22 anni.

  • "0 - 1 - 6", lo schema di vaccinazione standard. La prima vaccinazione, la seconda in un mese, la terza dopo 6 mesi dopo la seconda;
  • "0 - 1 - 2 - 12", il cosiddetto circuito accelerato. Vaccinazioni in un mese, due e un anno dopo, il primo;
  • "0 - 7 - 21 - 12", schema di vaccinazione di emergenza, per creare il più rapidamente possibile l'immunità contro l'epatite B. Le regioni con una situazione epidemica sull'epatite B vengono praticate prima delle operazioni o dei viaggi

La vaccinazione dei bambini è della massima importanza per la prevenzione dell'epatite virale B - i neonati non ricevono l'immunità necessaria con gli anticorpi della madre, quindi sono vulnerabili fin dai primi giorni di vita. I bambini vengono vaccinati secondo lo schema standard (vaccinazione il primo giorno dopo la nascita, al mese ea 6 anni di età). Un'eccezione è fatta per i neonati a rischio di epatite, tali bambini vengono vaccinati con uno schema accelerato di quattro vaccinazioni. Genera l'immunità dal virus dell'epatite molto più velocemente, ma per la sua fissazione è necessaria una vaccinazione aggiuntiva.

Rischio per l'epatite B per i bambini:

  • figli di genitori infetti dal virus dell'epatite B o da quelli che hanno rifiutato di essere sottoposti a test per la presenza del virus nel sangue;
  • bambini provenienti da famiglie di genitori dipendenti da alcol e droghe;
  • i bambini provenienti da famiglie di basso rango sociale, nonché con un basso tenore di vita;

Il gruppo di rischio degli adulti è caratterizzato dalla presenza di infetti tra l'ambiente e i parenti più vicini, un basso tenore di vita, la tossicodipendenza.

Il programma per la vaccinazione contro l'epatite è auspicabile seguire esattamente. Le modifiche sono consentite con l'approvazione del medico, tuttavia, se il vaccino viene ritardato per più di tre mesi, l'intero schema ricomincia di nuovo, con la prima vaccinazione. Tutte le vaccinazioni devono essere inserite in una tessera di vaccinazione speciale, per evitare confusione. Periodi di vaccinazione raccomandati dall'Organizzazione mondiale della sanità: un neonato e ogni 20 anni dall'età di 20 anni. Le persone non vaccinate contro l'epatite B possono ottenerla a qualsiasi età. Allo stesso tempo, la vaccinazione ripetuta (per le persone con un'immunità già esistente) non causerà alcun danno.

Controindicazioni per la vaccinazione

Sfortunatamente, per molte persone sono disponibili solo misure preventive per prevenire l'epatite B. Ciò è dovuto alla presenza di un ampio elenco di controindicazioni alla vaccinazione. Anche per i neonati dovrebbe essere condotto uno studio dettagliato per identificare le controindicazioni. Questo è ciò che arriva:

  • allergico al lievito in cottura (solo per il vaccino domestico, la controindicazione non si applica ai vaccini importati);
  • malattia virale recentemente trasferita o acuta;
  • esacerbazione di malattie croniche;
  • meningite trasferita (eventuali vaccinazioni sono consentite solo dopo sei mesi);
  • immunodeficienza o gravi malattie autoimmuni;
  • la vaccinazione durante l'allattamento o la gravidanza è indesiderabile perché l'effetto sullo sviluppo del bambino non è ben compreso.

Le controindicazioni dall'elenco possono essere permanenti o temporanee, nel secondo caso è necessario semplicemente posticipare la vaccinazione e osservare con maggiore cura le misure preventive. Nel caso di un'allergia al lievito di birra, rilevata nella madre o nel bambino, si possono usare droghe importate che non contengono lievito.

preparativi

La preparazione vaccinale standard per l'epatite B in Russia è il "vaccino ricombinante al lievito contro l'epatite B". La sua caratteristica principale è una composizione a base di lievito di pane. Le persone allergiche al lievito hanno controindicazioni rigorose all'uso di tale farmaco. I farmaci importati venduti in Russia sono prodotti utilizzando una tecnologia completamente diversa, sono meglio tollerati e causano meno reazioni. In clinica, tali farmaci non sono forniti gratuitamente, ma possono sempre essere acquistati presso una farmacia, oppure è possibile iniettare un tale vaccino in una stanza di vaccinazione privata.

Engerix B

Vaccino anti-epatite B di alta qualità fabbricato in Belgio, che non contiene lievito di pane e soprattutto conservanti tossici. La vaccinazione con questo farmaco viene trasferita molto facilmente, non ci sono controindicazioni aggiuntive o effetti collaterali. L'efficacia della vaccinazione dopo la rivaccinazione è del 98%.

Infanrix Hexa

Un vaccino combinato molto costoso, la cui composizione contiene componenti per la vaccinazione di epatite B, tetano, poliomielite, difterite, pertosse e infezioni emofiliche. L'uso di tale farmaco solo per la vaccinazione dell'epatite B non è razionale a causa del suo alto costo, ma se le date delle vaccinazioni coincidono, il farmaco è insostituibile. Le controindicazioni caratteristiche dei preparati di lievito sono assenti.

Nelle cliniche private o nelle sale di vaccinazione, forniscono servizi di vaccinazione di qualità per adulti e bambini. Il vaccino contro l'epatite B non viene addebitato separatamente.

Queste sono tutte le informazioni di base sulla vaccinazione dell'epatite virale B - la malattia più comune e pericolosa tra tutte le malattie del fegato. Non trascurare la vaccinazione e la prevenzione dell'epatite, per non preoccuparti della tua salute o della salute dei bambini!

Vaccino contro l'epatite C.

Il vaccino ricombinante del lievito (creato utilizzando l'ingegneria genetica) della produzione nazionale e il vaccino Endzheriks-V prodotto da Smith-Klein Beach (Belgio) contengono la proteina dell'antigene di superficie dell'epatite B (HBs-Ag). Il vaccino è un liquido torbido (sospensione), quando sistemato, diviso in due strati: un liquido trasparente incolore e un precipitato bianco, facilmente rotto quando agitato.

Indicazioni: prevenzione dell'epatite virale B. Applicata dalla nascita per tutta la vita.

Modalità di applicazione e dosaggio: immediatamente prima dell'introduzione della fiala di vaccino, si deve agitare per ottenere una sospensione bianca torbida senza particelle estranee. Il farmaco viene somministrato per via intramuscolare (tranne che per le persone con ridotta coagulazione del sangue, mediante il quale viene iniettato per via sottocutanea). Neonati e neonati - nella parte anteriore - della coscia, i bambini più grandi - nel muscolo deltoide della spalla. La dose per bambini e adolescenti fino a 19 anni è di 10 mcg (in 0,5 ml di sospensione).

Il vaccino non può essere somministrato per via endovenosa!

Reazione all'introduzione: si sviluppa raramente nei primi giorni dopo l'iniezione sotto forma di una leggera reazione locale. Molto raramente, si sviluppano reazioni generali, dolore alle articolazioni, dolore ai muscoli, mal di testa, vertigini, nausea, vomito, dolore all'addome. Tutti questi fenomeni sono deboli e scompaiono in 2-3 giorni.

Complicazioni: reazioni allergiche raramente possibili.

Controindicazioni: 1. Ipersensibilità al lievito e altri componenti del vaccino.

2. Reazioni allergiche alla precedente somministrazione del vaccino.

3. Malattie infettive e non infettive acute, malattie croniche nella fase acuta - la vaccinazione può essere effettuata non prima di 1 mese dopo il recupero (esordio della remissione).

4. Quando non gravi ARVI, malattie intestinali acute, ecc. - la vaccinazione viene effettuata immediatamente dopo che la temperatura si normalizza.

Condizioni di stoccaggio e trasporto: a temperatura da + 2 ° С a + 8 ° С. Il farmaco non è soggetto a congelamento! La preparazione nella fiala aperta non è soggetta a conservazione.

Scadenza: vaccino domestico - 2 anni, "Endzheriks-V" - 3 anni.

Note: 1. La vaccinazione non previene l'epatite B, se il bambino è già infetto e si trova nel periodo di incubazione della malattia.

2. La vaccinazione contro l'epatite B può essere effettuata lo stesso giorno con altre vaccinazioni del calendario, ad eccezione di BCG e BCG - M, (in diverse parti del corpo) o con un intervallo di 1 mese.

3. Se il bambino non è vaccinato in un calendario, la vaccinazione può essere somministrata a qualsiasi età secondo lo schema standard: 0-1-6 mesi (ovvero, le prime iniezioni con un intervallo di 1 mese e la terza dopo 6 mesi dall'inizio delle vaccinazioni).

4. I pazienti del reparto di emodialisi, così come i bambini che ricevono regolarmente sangue e i suoi preparati, vengono vaccinati quattro volte secondo lo schema:

tre prime vaccinazioni con un intervallo mensile e gli ultimi 6 mesi dopo la prima dose (0-1-2-6 mesi). Quando viene somministrata una doppia dose, in base all'età.

5. Programma di vaccinazione di emergenza (0-1-2-12 mesi): raccomandato per la profilassi d'emergenza sui neonati nati da madri infette dal virus dell'epatite B e per le persone esposte al rischio di infezione da epatite B (per esempio, un ago punteggiato con un ago contaminato dal sangue del paziente HBV).

Tipi di vaccini anti-epatite B moderni

L'immunoprofilassi è un'area importante della pratica medica che può prevenire lo sviluppo di molte malattie infettive pericolose. Uno di questi è l'epatite B virale, e secondo le istruzioni la vaccinazione contro di essa può essere sia attiva che passiva. Il Ministero della Sanità della Federazione Russa pone elevate esigenze in merito alla qualità dei medicinali utilizzati per l'immunizzazione: ciascuno di essi partecipa a ricerche cliniche e di marketing in più fasi e si trova in fase di certificazione. Nella nostra analisi analizzeremo i principali tipi di vaccini contro l'epatite B e le istruzioni per l'uso di questi farmaci.

L'importanza di immunizzare la popolazione

Nella maggior parte dei paesi del mondo, la situazione con l'incidenza dell'epatite B rimane allarmante e ogni anno aumenta il numero di persone infette. Secondo gli ultimi dati, circa 2 miliardi di persone sulla Terra hanno manifestazioni cliniche della malattia o sono portatori nascosti di HBS-Ag patogeno. Il principale meccanismo di trasmissione è parenterale. Se in precedenza l'infezione veniva trasmessa principalmente attraverso strumenti medici scarsamente disinfettati durante le misure diagnostiche e terapeutiche, oggi il sesso e la famiglia (associati all'uso di strumenti comuni per manicure, rasoi, spazzolini da denti, ecc.) Stanno diventando più comuni.

Fai attenzione! La contagiosità (infettività) del virus dell'epatite B è molto alta (70-100 volte superiore a quella dell'HIV). Pertanto, l'ingresso delle sue particelle nel sangue causa quasi sempre un'infezione.

In Russia, ogni anno vengono diagnosticati circa 50.000 nuovi casi di epatite virale. Secondo gli studi, è lui che spesso diventa la causa di:

  • cirrosi epatica;
  • carcinoma epatocellulare - carcinoma epatocellulare.

Come proteggersi dall'epatite?

Il principale metodo per prevenire questa infezione è l'immunizzazione passiva. La vaccinazione contro l'epatite è inclusa dal Ministero della Salute della Federazione Russa nel calendario nazionale e viene mostrato:

  • neonati (non avendo un'amministrazione medica);
  • bambini di età compresa tra 1 mese e 6 mesi;
  • adulti di età compresa tra i 18 e i 35 anni non vaccinati in tempo;
  • da gruppi a rischio (operatori sanitari, impiegati di centri di sangue, tossicodipendenti, ecc.).

Ma il vaccino non è sempre l'unico metodo di prevenzione: l'epatite può essere prevenuta se si osservano le seguenti precauzioni:

  • evitare il sesso non protetto, usare i preservativi;
  • quando si contatta con i mezzi a barriera per uso biomateriale (guanti, visiera, ecc.);
  • non usare ripetutamente le siringhe usa e getta;
  • utilizzare solo i propri prodotti per l'igiene: uno spazzolino da denti, un asciugamano, un rasoio, un panno per il bagno;
  • durante la manicure, pedicure, formicolio delle orecchie, applicazione di un tatuaggio per monitorare la sterilità degli strumenti utilizzati.

Esistono vaccini per la prevenzione dell'infiammazione infettiva del fegato

La storia dell'uso dei vaccini contro l'epatite virale è in circolazione da 30 anni. Il meccanismo d'azione della maggior parte di essi si basa sull'introduzione di uno dei complessi proteici dell'involucro del virus: l'antigene di superficie Hbs-Ag:

  • Il primo vaccino è stato fabbricato nel 1982 in Cina dal plasma di persone con HBV. Divenne diffuso in tutto il mondo, compresi gli Stati Uniti, e fu interrotto solo alla fine degli anni '80 a causa di un lieve aumento del rischio di sviluppare complicazioni neurologiche (plexite, sindrome di Guillain-Barré). Come risultato degli studi post-marketing sulle persone vaccinate, è stata confermata l'elevata efficacia dei preparati a base di plasma.
  • Il vaccino ricombinante dell'epatite B è la prossima generazione di farmaci per l'immunizzazione. Utilizzato attivamente dal 1987 ad oggi. L'uso delle tecnologie di ingegneria genetica nella sua produzione ha migliorato significativamente la sicurezza e l'efficacia dell'immunizzazione.

Vaccini moderni: standard di qualità

I vaccini contro l'epatite, usati nelle istituzioni mediche della Federazione Russa, sono ricombinanti. Tutti loro hanno una composizione chimica e biologica e un meccanismo d'azione simili:

  • Regevak V (Binofarm, Russia);
  • Vaccino HBV (Microgen, Russia);
  • H-B-VAX ll ("Merc Co., Stati Uniti);
  • Farmaco anti-HBV ricombinante (Combiotech, Russia);
  • Engerix-B (GlaxoSmithKleine, Regno Unito);
  • Eberbiovac NV (Heber Biotec, Cuba).

Composizione e meccanismo d'azione

Un millilitro di fondi contiene:

  • 20 ± 5 μg di proteina del rivestimento virale o antigene di superficie (HbsAg);
  • 0,5 mg di adiuvante come idrossido di alluminio;
  • 50 μg di mertiolato (conservante primitivo).

Fai attenzione! Alcuni tipi di vaccini non contengono il mertiolato. Si raccomanda di usarli per la vaccinazione dei neonati.

Secondo le proprietà chimiche e biologiche del vaccino è una sospensione, che viene separata durante la conservazione su un precipitato bianco friabile e un solvente chiaro. Con scuotimento, la consistenza del farmaco diventa nuovamente omogenea.

La produzione di un moderno vaccino HBV si basa sul DNA patogeno modificato geneticamente nelle cellule fungine. Successivamente, l'antigene di superficie sintetizzato con questo metodo passa attraverso diversi passaggi di purificazione, viene separato da tracce di lievito e viene utilizzato per creare una soluzione per iniezioni.

Una volta nel corpo umano, HbsAg stimola la propria produzione di uno dei collegamenti degli anticorpi specifici per l'immunità. Questo può essere preceduto da un breve periodo di antigenemia (rilevazione del DNA dell'antigene nel sangue), che non deve essere considerato come infezione da HBV. Qualche tempo dopo l'introduzione del vaccino, una persona forma anticorpi contro HbsAg - anti-HbsAg, che, insieme ad altre parti del sistema immunitario, riducono significativamente il rischio di infezione da HBV.

testimonianza

La vaccinazione contro l'epatite B è prescritta per:

  • tutti i neonati e i neonati sani 0, 1 mese e 6 mesi;
  • persone a rischio:
    • membri di un paziente HBV o carrier HbsAg;
    • bambini da case per bambini, orfanotrofi, convitti;
    • pazienti sottoposti a regolare trasfusione di sangue per quanto riguarda la patologia del sistema sanguigno;
    • pazienti con insufficienza renale cronica (dialisi);
    • malati di cancro;
    • operatori sanitari;
    • persone coinvolte nella produzione di prodotti sanguigni, agenti immunobiologici;
    • studenti di università e college medici;
    • iniezione di tossicodipendenti.

Inoltre, tutti gli altri gruppi di popolazione (su richiesta del richiedente) sono vaccinati contro l'epatite B.

Modulo di rilascio

Un vaccino contro l'HBV (epatite B) è prodotto in dosi standard (1 ml) e mezzo (0,5 ml) in fiale di vetro. Il primo è usato per immunizzare gli adulti, il secondo - i bambini, compresi i neonati. Il cartone / blister contiene 10 fiale (+ istruzioni per l'uso).

Come ogni altro farmaco, i preparati per l'immunoprofilassi dell'epatite B hanno condizioni rigorose per la conservazione e il trasporto. Secondo SanPiN 3.3.2 028-45, la temperatura ottimale per loro è di 2-8 ° C. È consentita una breve durata (fino a 3 giorni) di ampolle con farmaci a temperatura ambiente non superiore a 29 ° C. Le soluzioni soggette al congelamento sono severamente vietate.

La durata standard di un vaccino se correttamente conservata è di 3 anni.

Metodo di somministrazione: fasi di vaccinazione standard

Il vaccino contro l'HBV viene somministrato per via intramuscolare: per gli adulti e gli adolescenti - nel muscolo della spalla (solitamente deltoide), per i bambini - nella parte anteriore della coscia. Le scosse endovenose e le iniezioni verso altri luoghi sono controindicate.

Il metodo di dosaggio del farmaco è presentato nella tabella seguente.

Di solito l'immunizzazione viene effettuata secondo uno schema standardizzato:

  • 1 dose - primaria; un adulto sceglie personalmente la data di vaccinazione, un neonato viene vaccinato in ospedale (nelle prime 12 ore di vita);
  • 2 - in 30 giorni;
  • 3 - in mezzo anno;
  • rivaccinazione (iniezione singola del vaccino, che aumenta le proprietà protettive del corpo) - ogni 5 anni.

Se l'intervallo tra la prima e la seconda vaccinazione è stato prolungato ed è superiore a un mese, i tempi della terza vaccinazione sono adeguati: le fasi della vaccinazione di emergenza sono leggermente diverse:

  • 1 dose - data arbitraria;
  • 2 - in 30 giorni;
  • 3 - 60 giorni (dopo la prima iniezione);
  • 4 - in 14 mesi;
  • rivaccinazione - non prima di 5 anni dopo 4 dosi.

I pazienti con insufficienza renale cronica, sottoposti alla procedura di purificazione del sangue con l'aiuto di un "rene artificiale", vengono impartiti secondo uno schema speciale:

  • 1 dose - arbitraria;
  • 2 - dopo 30 giorni;
  • 3 - dopo 60 giorni;
  • 4 - 90 giorni dopo la prima iniezione.

La vaccinazione richiede la stretta osservanza delle seguenti regole:

  • Per la procedura utilizzando solo siringhe monouso moderne.
  • La pelle nel sito di puntura viene trattata con una soluzione al 70% di alcool prima e dopo la manipolazione.
  • Prima dell'introduzione del vaccino, l'operatore sanitario controlla l'ampolla con il farmaco. Allo stesso tempo, un'attenzione particolare dovrebbe essere rivolta alle date di scadenza, all'etichettatura, alla presenza di impurità patologiche.
  • La manipolazione è effettuata in conformità con le norme di asepsi e antisepsi.
  • Conservare la fiala aperta con i mezzi non può: deve essere utilizzata immediatamente.

Informazioni sulle controindicazioni e possibili effetti collaterali: effetti indesiderati quando si utilizza il vaccino HBV sono rari. Possibili effetti collaterali per il suo utilizzo includono:

  • iperemia, dolore e infiammazione nel sito di iniezione;
  • malessere, inspiegabile sensazione di stanchezza;
  • artralgia - dolori articolari;
  • mialgia - dolore dei muscoli scheletrici;
  • mal di testa;
  • nausea, attacchi di vomito;
  • dolori dolorosi nell'addome.

Anche se si sviluppano effetti indesiderati, la loro gravità è generalmente bassa e si risolvono da soli entro 2-3 giorni, poiché viene mantenuta la possibilità teorica di una reazione acuta di ipersensibilità alla somministrazione di vaccino, si raccomanda di rimanere in clinica per 30 minuti dopo la manipolazione. Gli armadi di vaccinazione dovrebbero essere dotati di tamponi anti-sottomarini in caso di anafilassi, con mezzi e controindicazioni. Le persone sono esentate dalla vaccinazione con:

  • intolleranza / ipersensibilità (più spesso - a funghi di lievito);
  • malattie acute di qualsiasi natura (raccomandate dall'amministrazione medica fino al completo recupero);
  • esacerbazione di patologie croniche - il vaccino può essere somministrato non prima che dopo 1 mese di remissione stabile.

L'effetto del farmaco sul corpo di una donna incinta non è completamente compreso. L'immunizzazione viene effettuata solo se la madre in attesa ha un rischio molto elevato di contrarre l'epatite: già dopo 1-4 mesi dall'immunoprofilassi primaria, il livello di anticorpi contro HbsAg aumenta in modo significativo in una persona, il che può essere confermato da test di laboratorio. Questo suggerisce lo sviluppo di adeguate reazioni difensive: se l'agente eziologico dell'epatite B virale entra, sarà immediatamente distrutto dalle difese del corpo stesso.Nel 5-10% dei casi, potrebbero svilupparsi risposte deboli dei sistemi di difesa del corpo alla vaccinazione. Ciò potrebbe essere dovuto a:

  • età oltre 40-45 anni;
  • l'obesità;
  • il fumo;
  • abuso di alcol;
  • terapia immunosoppressiva;
  • CKD in pazienti dializzati.

Tali pazienti necessitano di ulteriori test di laboratorio e di ri-corso di immunizzazione. Per la formazione di un'adeguata risposta immunitaria, potrebbe essere necessario aumentare la quantità di farmaco somministrato o la sua somministrazione intradermica.La vaccinazione contro l'epatite B è un metodo efficace e affidabile per prevenire il danno virale al fegato. Secondo le statistiche, nei paesi in cui viene praticata l'inoculazione di routine dei neonati contro l'HBV, l'incidenza del cancro al fegato e di altre complicazioni della malattia è diminuita in modo significativo.

Al momento, in Russia, come in molti altri paesi sviluppati, il processo di immunoprofilassi, cioè la vaccinazione, durante la quale il corpo umano diventa immune

Le vaccinazioni contro l'epatite A, B, C dovrebbero essere somministrate?

Al momento, in Russia, come in molti altri paesi sviluppati, il processo di immunoprofilassi, vale a dire la vaccinazione, è diventato ampiamente noto, durante il quale il corpo umano diventa immune alle infezioni, anche quando è in contatto con la fonte dell'infezione. Quindi, a causa della vaccinazione tempestiva, la diffusione di molte malattie è ridotta.

Ad oggi, sono stati creati vaccini efficaci che proteggono dall'epatite A e B. L'epatite A viene trasmessa, di norma, attraverso la vita quotidiana e si riferisce alle infezioni enterico-virali. Non dà gravi conseguenze per il corpo. Mentre l'epatite B può essere infettata solo attraverso il sangue. Sono complicazioni pericolose sotto forma di cirrosi e cancro del fegato.

La vaccinazione contro l'epatite A è indicata per adulti e bambini che non hanno mai avuto questa malattia, così come quasi tutte le persone con malattie del fegato. Questo vaccino non ha reazioni avverse ed è completamente sicuro. Questo vaccino deve essere somministrato due volte, con un intervallo di 6-12 mesi. Gli anticorpi del virus dell'epatite A vengono prodotti nell'organismo dopo la somministrazione della prima dose del vaccino, dopo circa 2 settimane. La protezione da questa malattia dovuta a questa vaccinazione è prevista per 6-10 anni.

Soprattutto il vaccino contro l'epatite A dovrebbe essere somministrato a persone con un aumentato rischio di infezione da questa malattia:

  • bambini e adulti che vivono o sono inviati in aree con un'alta incidenza di epatite A (turisti, impiegati delle forze dell'ordine);
  • persone con disturbi del sangue o malattie croniche del fegato;
  • acqua e addetti alla ristorazione;
  • personale medico di malattie infettive;
  • personale scolastico.

Il vaccino contro l'epatite B virale è geneticamente modificato e contiene solo una proteina immunogenica. Di norma, questo vaccino viene iniettato per iniezione nel muscolo dei neonati tre volte, ad intervalli di 1 mese dopo il primo (ancora in ospedale) e 5 mesi dopo la seconda vaccinazione. In questo caso, si formano anticorpi specifici che impediscono completamente lo sviluppo della malattia dell'epatite B nel 99% di quelli vaccinati. Questo vaccino è assolutamente sicuro e protegge in modo affidabile dal virus dell'epatite B per 8 o più anni, e talvolta per tutta la vita.

Tutti dovrebbero essere vaccinati contro l'epatite B, in particolare le persone del gruppo a rischio che, a causa di un tipo di attività, sono associate al sangue e ai suoi componenti:

  • familiari di pazienti con epatite cronica B;
  • operatori sanitari (medici, infermieri, infermieri) e studenti di medicina;
  • pazienti associati a ospedalizzazione, chirurgia, ecc.;
  • pazienti che necessitano di trasfusioni di sangue continue o in emodialisi;
  • persone promiscue che iniettano droghe.

Di norma, le vaccinazioni contro l'epatite A e B sono di carattere consultivo e non sono obbligatorie. Molte persone scettiche potrebbero benissimo rifiutarle. Tuttavia, per i bambini questo vaccino è stato introdotto dal Ministero della Sanità della Russia nell'elenco delle obbligatorie dal 2002.

Quindi, sulla base di quanto sopra, possiamo concludere che la vaccinazione è l'unico modo per prevenire l'epatite A e B, dal momento che solo misure di igiene non sono in grado di proteggere contro l'infezione, che viene trasmessa in molti modi con una quantità minima di sangue. I portatori di queste infezioni sono circa il 10% della popolazione che non sospetta nemmeno di essere infetti. Vaccini sicuri ed efficaci richiederanno costi minimi, sono facilmente accessibili e ampiamente utilizzati, mentre il trattamento dell'epatite C costerà molto e spesso può essere inefficace. Pertanto, i benefici della vaccinazione contro l'epatite A e B superano i possibili rischi!

Sfortunatamente, l'attuale vaccino non esiste ancora per l'epatite C. Finora, gli scienziati non sono in grado di rilevare una proteina virale stabile, che produca anticorpi neutralizzanti.

Un gran numero di ricercatori sta cercando la creazione di vaccini contro questo virus e numerosi progetti sono stati sviluppati per sviluppare un vaccino contro l'epatite C, e le sperimentazioni cliniche sono in corso in Europa.

Vaccino contro l'epatite B.

L'epatite virale oggi rimane una delle malattie epatiche più imprevedibili. È difficile prevedere quanto duramente una persona patirà questa infezione e come finirà questa pericolosa malattia. Qualsiasi danno al fegato, come è noto, si riflette non solo nel lavoro del sistema digestivo, ma anche gravi cambiamenti irreversibili si verificano in tutto il corpo.

Il vaccino contro l'epatite B è richiesto oggi o no? Forse è più facile rifiutare un'altra iniezione e non ferire il bambino sin dalle prime ore di vita? Chi ha bisogno di tali vaccinazioni e quanto è pericoloso rifiutare l'immunizzazione?

Perché è necessaria la vaccinazione contro l'epatite B

Questa è una malattia grave, che spesso conduce alla morte. No, nessuno muore subito dopo l'infezione. Ma dopo una grave malattia acuta, qualsiasi risultato è un passo verso una mortale. Nell'epatite B, dal 6 al 15% dei casi si conclude con la transizione della malattia a un processo cronico che procede con numerose complicazioni, inclusa la fine dell'oncologia del fegato. Nei casi più gravi, questa ghiandola non regge e il trattamento non aiuta. Pertanto, la vaccinazione è l'unico modo per proteggere le persone dagli effetti della malattia. Il vaccino contro l'epatite B protegge i bambini immediatamente dopo la nascita. Perché è così importante essere vaccinati nelle prime ore di vita?

  1. Quanto prima una persona ha avuto questa infezione, maggiore è la probabilità che la malattia si trasformi in uno stadio cronico - nelle persone di età tale probabilità è solo del 5% circa, nei bambini al di sotto dei 6 anni nel 30% dei casi la malattia diventa cronica. La vaccinazione aiuta il corpo, perché in risposta alla sua introduzione, vengono prodotti anticorpi protettivi.
  2. Il virus dell'epatite B si adatta abilmente a molte condizioni di vita - può resistere a temperature di 100 ºC per diversi minuti, non perde la sua attività a meno 20 ºC anche se è nuovamente congelato e viene mantenuto a valori bassi di pH (2.4).
  3. La malattia si verifica spesso con l'epatite D virale, che nella maggior parte dei casi provoca cirrosi.

Quando vengono vaccinati contro l'epatite B? - se non ci sono controindicazioni, la vaccinazione viene effettuata le prime 12 ore dopo la nascita del bambino. Per molti genitori, una prevenzione così precoce provoca solo indignazione: perché è così presto ferire vaccinando un bambino, perché il suo sistema immunitario non è ancora stato formato? Ma per questo c'è una chiara giustificazione scientifica.

  1. Il virus dell'epatite B viene trasmesso per via parenterale (questa è la principale via di infezione) - durante le procedure chirurgiche, prendendo il sangue per i test, durante le trasfusioni di sangue, la chirurgia plastica, le procedure dentali, dopo aver visitato un salone di bellezza. La vaccinazione protegge in ogni situazione.
  2. È possibile la trasmissione del virus dalla madre incinta al bambino.
  3. Gli scienziati hanno scoperto che in un gran numero di casi, le persone soffrono di epatite B senza sintomi classici, o il trasporto asintomatico è notato.
  4. La vaccinazione contro l'epatite B è necessaria per un bambino nelle prime ore di vita, dal momento che è possibile essere infettati da persone vicine e non c'è stagionalità nello sviluppo della malattia, il che peggiora la diagnosi.

La vaccinazione è necessaria, perché il virus dell'epatite B non è scomparso dalla faccia della terra. Secondo le stime, oltre 350 persone in tutto il mondo sono ammalate di questa malattia, ma ci sono molti più vettori. Il pericolo è che solo 1 ml di sangue contenga un'enorme quantità di virus patogeno dell'epatite B ed è stabile nella maggior parte dei liquidi. L'infezione può verificarsi in qualsiasi momento e non esiste ancora un trattamento efficace ideale.

Chi viene vaccinato contro l'epatite B

Se una persona ha avuto una forma lieve di epatite senza gravi conseguenze, nel suo sangue si trovano indicatori specifici, uno di questi è HbsAg. Appare 1-4 settimane dopo l'infezione. Se un anno dopo il trasferimento della malattia è ancora trovato, e il numero rimane allo stesso livello - questo indica un processo cronico o la persona è portatrice del virus.

Perché è così importante e in che modo è correlato ai vaccini?

  1. La malattia non appare immediatamente.
  2. Ci vorrà molto tempo prima della diagnosi.
  3. Dopo il trattamento, il virus può circolare nel sangue per molto tempo.

C'è un'alta probabilità di essere infettati da un virus e i bambini sono più sensibili alla malattia. Pertanto, un vaccino contro l'epatite B è necessario prima per i neonati. Un altro modo per proteggere i bambini subito dopo la nascita dall'epatite B non è stato ancora inventato.

In quali casi la vaccinazione è vitale?

  1. Se una persona viene costantemente trasfusa con prodotti sanguigni.
  2. Tutti i membri della famiglia in cui vi è un paziente con epatite B o un portatore della malattia.
  3. La vaccinazione è necessaria per le persone che sono venute a contatto con materiale biologico infetto (sangue del paziente).
  4. Tutti i medici, in particolare quelli che lavorano con materiale biologico, dovrebbero essere vaccinati, questo gruppo comprende anche studenti di medicina.
  5. La vaccinazione è necessaria prima dell'operazione a qualsiasi persona precedentemente non vaccinata.
  6. Tutti i neonati che vivono in una zona con un'alta incidenza di epatite virale B.
  7. I vaccini contro l'epatite B vengono somministrati ai bambini? - sì, se c'erano delle controindicazioni nella maternità o i genitori rifiutavano temporaneamente la vaccinazione, vaccinano più tardi, a qualsiasi età.
  8. Bambini nati da madri di portatori del virus dell'epatite B.
  9. Assicurati di vaccinare i bambini nelle case dei bambini e nei convitti.
  10. Le vaccinazioni vengono somministrate a persone che vengono inviate in paesi in cui vi è un'alta probabilità di incontrare persone malate o portatori di infezione.

Quante volte nella tua vita dovresti essere vaccinato contro l'epatite B? - non c'è un certo importo. C'è un minimo richiesto è il numero normalizzato di vaccinazioni e rivaccinazioni. Tutto il resto viene fatto sulla base di indicazioni che, a loro volta, dipendono da molte circostanze:

  • il numero di vaccinazioni dipende da dove lavora la persona;
  • dove vive;
  • Le persone vicine sono in buona salute?
  • se ci sono viaggi di lavoro all'estero, in questo caso, le vaccinazioni sono fatte in aggiunta.

Programma di vaccinazione per le vaccinazioni contro l'epatite B.

Qual è lo schema per la vaccinazione contro l'epatite B? - Ce ne sono diversi.

  1. In condizioni normali, durante il parto normale, l'assenza di controindicazioni e circostanze impreviste, lo schema è il seguente: la prima vaccinazione viene somministrata al bambino dopo la nascita durante le prime 12 ore della sua vita, quindi a 1, 6 e 12 mesi. Un vaccino di quattro volte fornisce protezione immunitaria fino a 18 anni. Quindi la vaccinazione viene effettuata sulla base di indicazioni. Tutti gli studenti di medicina sono rilasciati dagli istituti di istruzione e devono essere vaccinati. Inoltre, i medici controllano i livelli di HbsAg ogni anno.
  2. Ci sono altri schemi di vaccinazione. Ad esempio, quando le vaccinazioni vengono somministrate ai bambini in emodialisi. Il vaccino viene somministrato quattro volte durante il periodo in cui la dialisi non viene eseguita. Assicurati di monitorare costantemente le analisi del sangue. L'intervallo tra la prima e la seconda vaccinazione non deve essere inferiore a un mese, tutto il resto è indicato. La rivaccinazione dell'epatite B viene effettuata due mesi dopo l'ultima, quarta vaccinazione.
  3. Se un bambino nasce da una madre che ha avuto l'epatite B ed è portatore del virus, lo schema subisce alcune modifiche e appare diverso: 0-1-2-12 mesi (le vaccinazioni standard sono prescritte il primo giorno, poi nel primo e nel secondo mese e all'anno).
  4. All'età di 13 anni e oltre, vaccinano tre volte secondo lo schema di 0-1-6 mesi.
  5. Coloro che vanno a lavorare o per una lunga permanenza all'estero in zone con una pericolosa situazione epidemica, ricevono un corso di emergenza - ricevono il vaccino contro l'epatite B nei giorni 1, 7, 21. La rivaccinazione deve essere effettuata un anno dopo l'ultimo vaccino.

Quanto funziona il vaccino contro l'epatite B? - Un corso completo di quattro ore è sufficiente fino a quando il bambino diventa maggiorenne. Quindi la rivaccinazione è raccomandata ogni cinque anni - la protezione non dura più a lungo. Ma le vaccinazioni ripetute non sono mostrate a tutti. Se lo si desidera, una persona può essere vaccinata in modo indipendente a pagamento.

La composizione della vaccinazione contro l'epatite B e la sua via di somministrazione

I vaccini contro l'epatite B includono:

  • la proteina busta del virus dell'epatite B, è anche chiamata antigene di superficie, nei vaccini infantili è contenuta in una quantità di 10 μg, negli adulti è 20 μg;
  • idrossido di alluminio (adiuvante);
  • il conservante è mertiolato;
  • piccole tracce di proteine ​​del lievito.

Produce vaccini contro l'epatite B mediante ingegneria genetica. Alcuni produttori non includono conservanti nei vaccini.

I vaccini sono disponibili in un dosaggio di 0,5 ml o 1 ml, che contengono il numero appropriato di unità dell'antigene di superficie del virus. Una singola dose fino a 19 anni, di solito 0,5 ml, per i gruppi più anziani, è raddoppiata, cioè pari a 1 ml. A coloro che sono in emodialisi viene somministrato un doppio dosaggio: per gli adulti 2 ml, per i bambini 1 ml.

Dove vengono vaccinati contro l'epatite B? - il vaccino viene somministrato per via intramuscolare. I bambini sono vaccinati nella regione anterolaterale (nella medicina, si può sentire la regione anterolaterale) della coscia. Perché proprio in questo posto? - in caso di reazione alla vaccinazione, è più facile da manipolare qui. Adulti e adolescenti sono vaccinati nel muscolo deltoide. La vaccinazione viene effettuata a qualsiasi età.

Non è necessario vaccinare le persone che hanno avuto l'epatite B o coloro che sono portatori di HbsAg. Ma se sono vaccinati, non arrecheranno danni e non ci sarà alcuna esacerbazione della malattia.

Prima della vaccinazione, è necessario ispezionare attentamente la bottiglia con il vaccino in modo che non vi siano impurità dopo l'agitazione. Fai attenzione a dove l'infermiere prende il vaccino - non può essere congelato.

Cosa devi fare prima e dopo la vaccinazione contro l'epatite B

Questi sono punti importanti che nella maggior parte dei casi non sono rispettati, ma dipende da loro quanto facilmente una persona porterà il vaccino contro l'epatite B.

  1. Prima dell'introduzione del vaccino dovrebbe essere esaminato - un semplice esame del sangue e delle urine, che aiuterà il medico a determinare se il bambino è sano o un adulto. Perché abbiamo bisogno di tali difficoltà? L'esacerbazione di malattie croniche o lo sviluppo di infezioni virali acute non inizia immediatamente con febbre, mal di testa, tosse e altri sintomi. L'analisi aiuta a determinare se una persona è sana e ha dimostrato di essere vaccinata contro l'epatite B.
  2. Due giorni prima della vaccinazione contro l'epatite B e tre o quattro mesi dopo, è impossibile rimanere in luoghi con grandi concentrazioni di persone. Ciò include andare al negozio, alla piscina, all'asilo, all'arrivo degli ospiti, alla partecipazione a qualsiasi evento culturale. Quindi i genitori escludono la possibilità di infezione, perché il corpo di un bambino indebolito dopo la vaccinazione è molto suscettibile alle infezioni.
  3. Posso fare il bagno al mio bambino dopo essere stato vaccinato contro l'epatite B? Puoi lavarti e anche molto necessario. È impossibile escludere dal solito modo tutte le procedure familiari e lenitive del bambino. Anche gli adulti sono interessati. Prurito al sito di iniezione causerà sudore anziché acqua pulita. È solo necessario ricordare che il sito di vaccinazione non può essere strofinato con una spugna o inumidito con acqua da un lago o da un fiume - in questo caso, aumenta la probabilità di infezione portata da corpi d'acqua discutibili.
  4. Prima della vaccinazione è richiesto l'esame da parte di un medico. Dovrebbe includere non solo la misurazione della temperatura, ma anche l'esame della gola, dei linfonodi, l'ascolto della respirazione e del cuore.
  5. Il vaccino non deve essere somministrato se il bambino non si sente bene. Qualche vera lamentela di mal di testa, dolore addominale o tosse e vaccinazione dovrebbe essere rimandata per un po '. Due o tre giorni possono aspettare.
  6. Posso camminare dopo un vaccino contro l'epatite B? Camminare è utile in qualsiasi condizione e la vaccinazione non è una controindicazione. È chiaro che nelle giornate piovose e molto fredde è meglio rinviare temporaneamente la passeggiata. Per i bambini in questo momento è meglio non andare al parco giochi, e per gli adulti non essere in grandi compagnie rumorose.
  7. Se la vaccinazione viene eseguita da un adulto, non bere alcolici o piatti piccanti.
  8. Per i bambini piccoli, un'altra regola importante è che i genitori non dovrebbero introdurre nuovi alimenti nella dieta una settimana prima della vaccinazione o immediatamente dopo di essa. Nessuno sa come reagirà il corpo a un nuovo cibo. A volte i bambini sviluppano manifestazioni allergiche non sul vaccino, ma su un prodotto insolito per un bambino.
  9. E per ultimo, entro 30 minuti dalla vaccinazione, è necessario rimanere sotto la supervisione dell'operatore sanitario che ha effettuato l'iniezione. In caso di una grave reazione nella clinica, è più facile fornire assistenza di emergenza che a metà strada verso la casa.

La reazione del corpo di bambini e adulti al vaccino contro l'epatite B

I vaccini moderni sono così ben fatti che le complicanze e le reazioni del corpo sono estremamente rare. Quali sono le reazioni collaterali al vaccino contro l'epatite B?

  1. Intolleranza individuale alle sostanze che compongono il vaccino, manifestano indisposizione, eruzioni allergiche al sito di iniezione, manifestazioni allergiche più gravi - lo sviluppo di angioedema.
  2. Le complicanze dopo la vaccinazione contro l'epatite B sono comuni e locali, i più comuni sono estremamente rari e manifestano indisposizione, febbre, nausea, dolore all'addome e alle articolazioni.
  3. Le complicanze locali si manifestano come arrossamento, dolore e indurimento nel sito di iniezione.

Non ci sono evidenti manifestazioni cliniche del vaccino contro l'epatite B - quasi tutti i vaccini sono ben tollerati e in rari casi si osservano reazioni ad esso. Spesso si trovano nel caso di non conformità con le regole di trasporto delle ampolle con il principio attivo o con il comportamento scorretto di una persona dopo la vaccinazione. A volte la reazione potrebbe non svilupparsi alla prima iniezione, ma al secondo o terzo vaccino contro l'epatite B. In questo caso, l'intolleranza delle sostanze che compongono il vaccino deve essere esclusa.

Controindicazioni per la vaccinazione contro l'epatite B

Buone ragioni sono necessarie per ottenere il farmaco dalla vaccinazione. Esistono controindicazioni temporanee e permanenti per l'immunizzazione.

Con l'esacerbazione di malattie croniche o infezioni acute, il vaccino dell'epatite B è in ritardo fino al completo recupero.

  • Se un bambino nasce prematuro e pesa meno di 2 kg, non vaccinare fino a quando il suo peso corporeo non sia normalizzato.
  • Dopo la chemioterapia con potenti farmaci che sopprimono il lavoro immunitario, il vaccino può essere posticipato per diversi mesi.
  • Controindicazioni alla vaccinazione contro l'epatite B sono anche stati di immunodeficienza: oncologia, gravidanza, AIDS, malattie del sangue maligne.
  • Non è possibile inserire il vaccino contro l'epatite B con una forte allergia al passato l'introduzione del farmaco.
  • Vaccini contro l'epatite B.

    Dopo tutto quanto sopra, resta solo da decidere sulla scelta del vaccino. Ce ne sono molti e stanno migliorando ogni anno. Dei vaccini più comunemente usati nel mercato medico, ci sono:

    • Endzheriks B (Belgio);
    • HB-Vaxll (Stati Uniti);
    • "Biovak-B»;
    • Vaccino contro l'epatite B ricombinante;
    • Vaccino ricombinante vaccino contro l'epatite B;
    • "Eberbiovak HB" - un vaccino congiunto russo e cubano;
    • Sci-B-Vac israeliano;
    • "Evuks B";
    • Indiano "Shanwak-B".

    Come scegliere un vaccino contro l'epatite B? È abbastanza che acquistato da istituzioni mediche. Tutte le vaccinazioni sono ben tollerate. Ma se c'è stata una reazione al primo vaccino, è meglio sostituire il prossimo. È importante consultare esperti che lavorano spesso con le vaccinazioni.

    È necessaria la vaccinazione contro l'epatite B? Ora questa domanda sembra inappropriata. È meglio essere completamente vaccinati durante l'infanzia che affrontare le conseguenze di una grave infezione. Se non è la stessa vaccinazione a essere terribile, ma le possibili conseguenze o reazioni a un vaccino contro l'epatite B in un bambino, allora è importante innanzitutto prepararlo chiedendo a uno specialista.


    Articoli Correlati Epatite